in ,

ADHD nei bambini: migliore genitorialità

L'ADHD colpisce spesso i bambini che imparano a scuola.

Cos’è l’ADHD?

Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività ( ADHD ) è un disturbo comune osservato nei bambini. I sintomi dell’ADHD nei bambini includono l’incapacità di concentrarsi sui compiti o prestare attenzione, impulsività e / o iperattività. L’American Psychiatric Association stima che il 5% dei bambini soffra di ADHD, sebbene alcuni studi ritengano che l’incidenza possa essere più alta.

Advertising

ADD vs. ADHD

Il termine “ADD” è stato utilizzato dall’American Psychiatric Association nel Manuale Diagnostico e Statistico (DSM), terza edizione, pubblicato per la prima volta nel 1980. A quel tempo gli scienziati credevano che le difficoltà di attenzione fossero talvolta indipendenti dai problemi degli impulsi e dall’iperattività. Con il rilascio del DSM-IV nel 1994, il nome del disturbo era stato sostituito con “ADHD”. Oggi, “ADHD” è considerato il termine corrente, mentre “ADD” è considerato obsoleto.

I sintomi dell'ADHD nei bambini si notano comunemente in classe.

Sintomi di ADHD nei bambini

I sintomi di ADHD nei bambini includono iperattività insolita, impulsività e disattenzione. Mentre questi comportamenti a volte sono normali nei bambini, i bambini con ADHD hanno sintomi più frequenti e gravi.

Sintomi di ADHD: bambini iperattivi

  • Agitarsi e dimenarsi
  • Incapacità di stare fermo
  • Parlare senza sosta
  • Difficoltà con attività tranquille o tranquille

Sintomi di ADHD: impulsività

  • Impazienza
  • Difficoltà ad aspettare il proprio turno
  • Dire cose inappropriate
  • Interrompere gli altri
  • Agire senza riguardo per le conseguenze

Sintomi di ADHD: disattenzione

  • Essere facilmente distratti
  • Difficoltà a concentrarsi sui compiti
  • Difficoltà a rimanere organizzati
  • Difficoltà a completare i compiti o altre attività
  • Lotta per seguire le istruzioni

L'ADHD è emotivamente faticoso.

Come viene diagnosticato l’ADHD

La maggior parte dei bambini mostra segni di disattenzione, iperattività e impulsività come parte del normale comportamento e sviluppo. Nei bambini con ADHD questi comportamenti sono più gravi e frequenti.

Linee guida per la diagnosi di ADHD nei bambini

La diagnosi di ADHD richiede diversi passaggi. Per diagnosticare l’ADHD nei bambini, i comportamenti associati all’ADHD devono persistere per sei mesi o più, essere osservati in più contesti (come casa, scuola e altri luoghi) e interferire con i compiti o le relazioni scolastiche del bambino.

Da dove vengono le linee guida per l’ADHD

Gli operatori sanitari utilizzano le linee guida dell’attuale edizione del DSM dell’American Psychiatric Association per diagnosticare l’ADHD. Utilizzando questo standard, i professionisti cercano di garantire che i bambini siano adeguatamente diagnosticati e trattati per l’ADHD. Solo gli operatori sanitari qualificati possono diagnosticare o curare l’ADHD.

Dopo una diagnosi di ADHD: tipi di ADHD

Se una diagnosi di ADHD è ritenuta appropriata, è possibile determinare uno dei tre tipi di ADHD:

  • Presentazione combinata: se negli ultimi sei mesi erano presenti abbastanza sintomi di disattenzione e iperattività-impulsività.
  • Presentazione prevalentemente disattenta: se negli ultimi sei mesi erano presenti abbastanza sintomi di disattenzione, ma non iperattività-impulsività.
  • Presentazione prevalentemente iperattiva-impulsiva: se negli ultimi sei mesi erano presenti abbastanza sintomi di iperattività-impulsività ma non disattenzione.

I sintomi dell’ADHD possono cambiare nel tempo, così come la diagnosi dell’ADHD. L’età media di insorgenza dell’ADHD è di 7 anni.

Una mamma mostra preoccupazione per sua figlia.

È l’ADHD?

Il primo passo per determinare se un bambino ha l’ADHD è parlare con il pediatra del bambino dei comportamenti osservati e delle preoccupazioni che hai. Spesso verrai indirizzato a uno specialista della salute mentale che ha esperienza in disturbi dell’infanzia come l’ADHD. Non esiste un singolo test per l’ADHD.

Altre condizioni simili all’ADHD nei bambini

Il primo passo è cercare di escludere altre condizioni che potrebbero avere sintomi simili all’ADHD. L’ADHD può essere sospettato quando un bambino soffre effettivamente di convulsioni, problemi di udito o vista, difficoltà di apprendimento, ansia o depressione.

Ecco altre condizioni che condividono i sintomi di disattenzione, iperattività e / o impulsività con l’ADHD:

  • Malnutrizione: un’alimentazione scorretta può danneggiare lo sviluppo del cervello nei bambini in crescita, specialmente nel primo anno di vita.
  • Stress: lo stress della vita maggiore come il divorzio o la morte di una persona cara può causare cambiamenti nel comportamento dei bambini che a volte possono imitare i sintomi dell’ADHD.
  • Genitorialità inefficace: se i genitori sono incoerenti o insicuri, i bambini senza ADHD possono sviluppare problemi comportamentali.

Molte altre condizioni possono essere responsabili di sintomi che assomigliano all’ADHD. Ecco perché un medico deve esaminare da vicino altre possibilità prima di diagnosticare un bambino con ADHD.

Crescere bambini con ADHD può essere difficile.

Crescere un bambino con ADHD: pensare positivamente

Una parte importante dell’aiutare un bambino con ADHD a superare le proprie sfide è fornire supporto e incoraggiamento positivi. Molti bambini con ADHD sono intelligenti e creativi e possono usare questi punti di forza a proprio vantaggio.

Opportunità di notare un comportamento positivo

Quando genitori, insegnanti e allenatori scoprono qualcosa in cui i bambini con ADHD sono bravi, è importante lodarli e incoraggiare quei tratti positivi. Ricorda che tuo figlio non si sta comportando male di proposito e sappi che tuo figlio può imparare e crescere.

Ecco alcune opportunità per riconoscere e apprezzare tuo figlio con ADHD:

  • Osservali con arti e mestieri. Lodali mentre lavorano o fagli sapere che apprezzi ciò che hanno creato una volta terminato.
  • Quando i tuoi figli con ADHD aiutano con le faccende domestiche, assicurati di riconoscere il loro contributo. Fai loro sapere che sono apprezzati.
  • Molti bambini con iperattività hanno bisogno di molto esercizio. Gli sport organizzati possono essere un ottimo modo per sfogarsi e gli sport ti danno anche l’opportunità di riconoscere i loro talenti.

L'ADHD è comune sia nei ragazzi che nelle ragazze.

Genitori per l’ADHD: definire programmi e routine

I bambini con ADHD spesso traggono beneficio da programmi e routine ben definiti. Sapere cosa aspettarsi aiuta il bambino a gestire le attività quotidiane.

Suggerimenti per creare routine gestibili per bambini con ADHD

Imposta routine per prepararti per la scuola, fare i compiti e le faccende domestiche in modo che un bambino con ADHD possa completarle in modo tempestivo. Ecco tre suggerimenti per iniziare a impostare programmi appropriati per tuo figlio con ADHD:

  • Comprendi la tua routine : presta attenzione alle cose che devono essere fatte ogni giorno e quando devono essere fatte. Dedica del tempo ai pasti, alle faccende e al gioco.
  • Preparati a rispettare il programma : rendi prioritario il programma che stabilisci. Questo può essere complicato nella vita quotidiana, quindi preparati in anticipo. Ad esempio, puoi preparare i prodotti per la colazione la sera prima o preparare una borsa da viaggio per la tua gita in spiaggia il giorno prima.
  • Sapere quando apportare modifiche : nessuno può essere perfettamente coerente, ma se ti ritrovi a scivolare fuori dalla routine impostata più volte di seguito, preparati a ristabilire il programma. Assicurati di vendere il resto con entusiasmo a tuo figlio con ADHD in termini che lui o lei capirà.

I bambini con ADHD beneficiano dei programmi.

Suggerimenti per l’impostazione dei programmi per i bambini

Quando si impostano i programmi per i bambini con ADHD, ci sono alcuni suggerimenti organizzativi che possono semplificare la vita. Ecco un elenco parziale dei modi per impostare i programmi per il tuo bambino con ADHD:

  • Grafici e liste di controllo possono essere utilizzati anche per aiutare il bambino a sapere cosa è stato fatto e quali attività devono essere completate. Quando il bambino finisce ogni attività, può spuntarle dall’elenco.
  • Le abilità e gli indizi di gestione del tempo possono aiutarli, come i timer per i compiti o il tempo di gioco.
  • Crea un calendario di famiglia e mettilo sul muro o tienilo organizzato online. Questo ti aiuterà a pianificare in modo più efficace, oltre a riconoscere i conflitti di pianificazione prima che diventino problemi.

Stabilire dei limiti può aiutare i bambini con ADHD.

Essere genitori per l’ADHD: impostare regole e aspettative chiare

Regole chiare con aspettative ragionevoli sono importanti per i bambini con ADHD. Annota le regole e pubblicale se è utile. I bambini con ADHD spesso rispondono bene a ricompense e conseguenze. Assicurati che tuo figlio capisca le regole che sono state stabilite e rispettale. Quando il bambino segue le regole, fornisci feedback positivi e premi. Se le regole non vengono seguite, devono esserci conseguenze eque e coerenti.

Cambia il modo in cui parli ai bambini con ADHD.

Frasi utili per istruire un bambino con ADHD

Assicurati che le istruzioni siano chiare. I bambini con ADHD possono avere difficoltà a seguire richieste vaghe. Invece di dire a tuo figlio di “pulire il disordine”, digli di “rifare il letto e mettere i vestiti nell’armadio”. Invece di dire “gioca bene”, chiedi a tuo figlio di “dare al tuo amico la possibilità di giocare con il videogioco”. Fornisci istruzioni dettagliate per attività più grandi. Mantieni la calma e parla chiaramente e stabilisci un contatto visivo per mantenere tuo figlio concentrato su di te. Chiedi a tuo figlio di ripeterti le istruzioni per assicurarti che siano comprese.

Impara a disciplinare un bambino con ADHD.

Come disciplinare un bambino con ADHD

Un chiaro sistema di ricompense e conseguenze aiuta i bambini con ADHD a gestire il comportamento. Usa ricompense positive come lodi o privilegi quando il bambino si comporta bene. Evita ricompense come cibo o giocattoli. Le conseguenze per comportamenti negativi possono includere time-out o rimozione dalle attività.

Le conseguenze devono essere coerenti ed eque. Un bambino con ADHD dovrebbe sapere in anticipo quali sono le conseguenze di comportamenti negativi e tali conseguenze devono essere prevedibili e agire immediatamente. Le conseguenze ritardate sono meno efficaci. Le conseguenze possono includere interruzioni, ritirare il minore dalla situazione in cui agisce in modo inappropriato o limitare i privilegi. Ogni volta che il bambino mostra comportamenti negativi, le conseguenze dovrebbero essere implementate.

Premiare un bambino con ADHD

Prova a lodare tuo figlio con ADHD, anche per piccole cose. I bambini con ADHD spesso sentono molte critiche ed è importante per loro sapere che possono fare le cose bene.

Un time-out può aiutare a calmare i bambini con ADHD.

Utilizzo di timeout efficaci

Un tipo di conseguenza efficace per i bambini con ADHD possono essere i time-out. Questi possono essere particolarmente utili per i bambini più piccoli e possono allontanare il bambino con ADHD dalla situazione che può essere stressante o eccessivamente stimolante. I timeout dovrebbero essere immediati (al momento del comportamento) e non dovrebbero durare più di pochi minuti rispetto all’età in anni del bambino (ad esempio, un bambino di 6 anni dovrebbe ottenere un time out per non più di 6 minuti).

Ignora i comportamenti negativi dell'ADHD quando i bambini agiscono.

Impara a ignorare il comportamento negativo dell’ADHD

Spesso, i bambini con ADHD possono lamentarsi, lamentarsi, urlare o chiedere attenzione. Ignorare questi comportamenti indesiderabili può essere una conseguenza efficace se fatto in modo coerente. Un altro modo per rispondere a questi comportamenti di ricerca dell’attenzione è dire ai bambini con ADHD con un tono calmo e tranquillo che saranno ascoltati quando saranno loro stessi calmi e tranquilli. Se il comportamento di un bambino può ferire se stesso o gli altri, questo non dovrebbe essere ignorato.

Organizzazione per bambini con ADHD.

Mantieni il tuo bambino organizzato

L’ADHD nei bambini può manifestarsi con difficoltà nell’organizzazione di compiti e cose (note anche come capacità di funzionamento esecutivo). Fare i compiti e esibirsi in una classe può essere stressante per i bambini con ADHD. Genitori e insegnanti spesso trovano utile l’uso di raccoglitori e quaderni con codice colore per ciascuna materia insieme a una lista di controllo dei compiti per la giornata. Avere una seconda serie di libri di testo a casa può aiutare il bambino che si dimentica di portare i libri a casa. Crea un sistema organizzativo per tuo figlio e aiutalo a seguirlo.

Elimina le distrazioni per i bambini con ADHD.

Modi per rimuovere le distrazioni per i bambini con ADHD

I bambini con ADHD possono facilmente diventare eccessivamente stimolati, quindi gli spazi tranquilli sono importanti. Ci sono molte distrazioni a casa da televisori, computer, videogiochi e fratelli. Se tuo figlio ha l’ADHD, assicurati di avere uno spazio libero da distrazioni in modo che possa completare i compiti a casa e altre attività.

Stabilisci obiettivi reali per superare l'ADHD.

Superare l’ADHD: fissare obiettivi piccoli e realistici

Stabilisci obiettivi piccoli, graduali e raggiungibili. Non è realistico e stressante aspettarsi che un bambino cambi dall’oggi al domani. Proprio come con la perdita di peso non puoi aspettarti di perdere 25 libbre durante la notte e hai bisogno di piccoli incrementi lungo il percorso, tuo figlio ha bisogno di piccoli passi per realizzare comportamenti che sono importanti.

Se vuoi che tuo figlio rimanga fermo quando vai a cena fuori, suddividi il pasto in piccoli segmenti raggiungibili, ad esempio non interrompere le conversazioni per cinque minuti e poi rimanere seduto per dieci minuti. Offri lodi e premi per ogni obiettivo raggiunto.

Rallentare i bambini con ADHD.

Rallentare i bambini: una cosa alla volta

Fai un passo alla volta per quanto riguarda il tentativo di cambiare i comportamenti impegnativi dell’ADHD nei bambini. Ricorda che tuo figlio non si comporta in questo modo intenzionalmente. Il cambiamento richiederà tempo e pazienza. Aspettarsi un cambiamento tutto in una volta è stressante e frustrante per il bambino. Scegli solo una o due cose da cambiare, come non interrompere, mettere via i giocattoli o non discutere dei compiti. I cambiamenti possono essere graduali ed è importante lodare tuo figlio per ogni risultato positivo lungo il percorso.

Aiuta il tuo studente con ADHD.

Modi per aiutare tuo figlio a brillare

Tutti i bambini sono bravi in ​​qualcosa. I bambini con ADHD sono spesso criticati per i loro comportamenti negativi. Ciò significa che i loro comportamenti e risultati positivi sono spesso trascurati. Aiuta i tuoi figli con ADHD a scoprire in cosa sono bravi, che si tratti di uno sport, uno strumento musicale, una lezione a scuola, arte o qualsiasi altra attività. Non importa quale sia l’hobby: avere qualcosa in cui avere successo e per cui ricevere elogi migliorerà l’autostima.

Frasi utili per lodare tuo figlio

Ecco alcune frasi utili che puoi usare per riconoscere i talenti e le capacità dei bambini con ADHD:

  • “Sono così orgoglioso di te!”
  • “Dai il buon esempio quando …”
  • “Puoi farlo.”
  • “Mi piace molto quanto ti piace fare domande.”
  • “Stai facendo grandi progressi.”
  • “Ho fiducia in te.”

Una migliore alimentazione può aiutare i bambini con ADHD.

Trattamenti e nutrizione per l’ADHD

Anche la salute fisica ed emotiva è importante. Molti bambini con ADHD sono così distratti o disorganizzati che trascurano di mangiare pasti equilibrati adeguati. Limita i cibi zuccherini e spazzatura, poiché molti genitori scoprono che peggiorano i sintomi dell’ADHD. Inoltre, molti dei farmaci usati per trattare l’ADHD possono causare una diminuzione dell’appetito, quindi è importante assicurarsi che il bambino mangi regolarmente. Fai scelte sane per te stesso ei tuoi figli seguiranno il tuo esempio.

L'esercizio fisico può aiutare i bambini con ADHD a essere più sani.

Trattamenti ed esercizio per l’ADHD

I bambini con ADHD hanno spesso molta energia in eccesso e l’esercizio fisico regolare può aiutarli a rilasciare la loro energia repressa in modi sani e costruttivi. Gli sport organizzati possono fornire un esercizio regolare, un programma prevedibile e un’area in cui il bambino può ricevere ricompense e lodi positivi. Attività come le arti marziali o lo yoga possono essere utili per i bambini con ADHD in quanto enfatizzano gli aspetti fisici e mentali dell’attività. Per alcuni bambini con iperattività, gli sport molto attivi in ​​cui c’è un movimento più costante come la pista da corsa possono essere migliori degli sport con molti “tempi morti” come il baseball.

Il sonno può migliorare i trattamenti per l'ADHD.

Trattamenti ADHD e sonno

La mancanza di sonno può rendere più difficile per i bambini con ADHD concentrarsi e prestare attenzione. Addormentarsi è spesso una sfida per i bambini con ADHD che sono spesso eccessivamente stimolati all’inizio. Un’ora di andare a dormire programmata e coerente dovrebbe far parte del programma di tuo figlio. Anche inventare una routine della buonanotte in cui il bambino è calmo e tranquillo prima di andare a letto può aiutarlo a rilassarsi. I bambini con ADHD dovrebbero evitare la caffeina e la televisione, il computer e i telefoni cellulari dovrebbero essere spenti ben prima di andare a letto in modo da non interferire con il sonno del bambino.

Una madre bacia suo figlio.

Mostra il tuo amore incondizionato

Come tutti i bambini, i bambini con ADHD devono sapere di avere l’amore e il sostegno incondizionati dei loro genitori. Anche se sei arrabbiato o frustrato per i comportamenti di tuo figlio, ricordati di dirgli che lo ami in ogni caso.

Anche i genitori di bambini con ADHD devono prendersi cura di se stessi.

Suggerimenti per la cura di sé durante l’allevamento di un bambino ADHD

Può anche essere stressante e frustrante come genitore o caregiver di un bambino con ADHD. Ricordati di prenderti cura di te stesso. Può essere utile ricordare che tuo figlio non può controllare i suoi comportamenti e sono dovuti a un disturbo. Fai una pausa se ne hai bisogno e non aver paura di chiedere aiuto. Sarai un genitore più efficiente se ti prendi cura di te stesso.

Suggerimenti rapidi per la cura di sé

  • Rendi il sonno una priorità
  • Resta in contatto con gli amici
  • Trascorri del tempo all’aperto con aria fresca e luce naturale
  • Chiedi aiuto e sii disposto ad accettare il supporto quando viene offerto
  • Quando sei sopraffatto dallo stress, fai un passo indietro e respira profondamente

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

Malattie infantili: morbillo, parotite e altro

Dolore dentale: come alleviare il dolore