in

Dormire meglio con la sindrome delle gambe senza riposo: un’intervista con il dottor Richard Bogan

Lo specialista del sonno Dr. Richard Bogan offre informazioni sulla sindrome delle gambe senza riposo e su cosa possono fare le persone con questa condizione per ottenere un riposo migliore. La sindrome delle gambe senza riposo è una condizione in …

Lo specialista del sonno Dr.

Richard Bogan offre informazioni sulla sindrome delle gambe senza riposo e su cosa possono fare le persone con questa condizione per ottenere un riposo migliore.

La sindrome delle gambe senza riposo è una condizione in cui le persone provano un’irresistibile voglia di muovere le gambe, spesso accompagnata da sensazioni come formicolio, bruciore o nervosismo. Non è così ampiamente discusso come altre condizioni come l’insonnia, ma si stima che un decimo della popolazione degli Stati Uniti lo sperimenta in una certa misura.

Advertising

Perché sembra aumentare nelle ore serali e quando si riposa o si è sdraiati, può influire notevolmente sul sonno per coloro che ce l’hanno. E quando il sonno è compromesso, tutto, dalla cognizione e dalla memoria all’energia e al peso, può soffrirne.

Per aumentare la consapevolezza e la comprensione della sindrome delle gambe senza riposo, ci siamo rivolti al Dr. Richard K. Bogan, MD, FCCP. Il dottor Bogan è un professore clinico associato presso la University of South Carolina School of Medicine, nonché co-fondatore e Chief Medical Officer di SleepMed Inc. , La più grande azienda di diagnostica del sonno negli Stati Uniti.

Il dottor Bogan è certificato in medicina del sonno, medicina polmonare e medicina interna. Fa parte del consiglio di amministrazione della National Sleep Foundation, ha pubblicato numerosi articoli sulla medicina del sonno e gestisce anche il centro del sonno di punta di SleepMed.

Continua a leggere per saperne di più su RLS e su come coloro che ne sono affetti possono lavorare per un riposo migliore.

Rosie: Puoi descrivere cos’è la sindrome delle gambe senza riposo e chi colpisce?

Dr. Bogan: La sindrome delle gambe senza riposo è caratterizzata dalla voglia di muoversi, spesso associata a ciò che chiamiamo parestesia (o sensazioni divertenti) tipicamente alle gambe, ma può colpire altre parti del corpo. E spesso è associato a una sorta di dolore vago che è molto difficile da descrivere, chiamato disestesia. La lamentela più grande è l’effetto sulla qualità del sonno, che può avere un impatto significativo sugli individui.

In realtà è abbastanza diffuso: circa il 10% della popolazione presenta alcuni sintomi della sindrome delle gambe senza riposo. È più comune nelle donne che negli uomini e tende ad essere più grave nella mezza età, ma anche i bambini possono essere colpiti. La buona notizia è che spesso può essere intermittente e non troppo grave, ma negli Stati Uniti pensiamo che quasi il 3% della popolazione abbia una sindrome delle gambe senza riposo da moderata a grave che deve davvero essere affrontata.

RLS ha cinque caratteristiche specifiche: la voglia di muoversi, tipicamente peggiore nelle ore serali, si accende con il riposo, e se l’individuo si muove, ottiene almeno un miglioramento temporaneo, ma ritorna quando si ferma. Il quinto requisito per una diagnosi è che non sia ovviamente causato da qualcos’altro.

Ci sono molte ragioni per cui le persone hanno fastidio o dolore alle gambe, che si tratti di un cavallo Charlie, crampi, artrite, lesioni, vene varicose o cattiva circolazione, ma se queste non sono ovviamente la causa del problema, è molto probabile che la gamba senza riposo Sindrome.

Rosie: Quali sono alcune delle cause comuni e dei fattori di rischio di RLS?

Dr. Bogan:  In termini di ciò che effettivamente lo causa, non lo sappiamo ancora con certezza ma abbiamo molti indizi su cosa sta succedendo. Il modo in cui mi piace pensare e il modo in cui lo spiego ai miei pazienti è che quando ti prepari per dormire e dormi davvero, il cervello inibisce l’attività motoria e rilassa i muscoli.

Quando dormiamo i nostri muscoli si rilassano, abbiamo un basso consumo di ossigeno e il cervello spegne le cose. Con la sindrome delle gambe senza riposo, sembra che ci sia qualche problema nel farlo nei centri di controllo motorio nel cervello e nei neurotrasmettitori.

Tendiamo a scomporre la sindrome delle gambe senza riposo in primaria e secondaria. Molte delle persone che vediamo hanno la sindrome primaria delle gambe senza riposo e oltre la metà ha una componente familiare o ereditaria. Sembra che ci sia qualche anomalia genetica nel processo di rilassamento muscolare. L’altra metà è spontanea e tende a manifestarsi negli anni centrali.

Molte persone che hanno una storia familiare di questo possono dirti che ricordano che quando stavano crescendo avevano qualche problema alle gambe come dolori di crescita, e molti dei bambini piccoli tendono ad avere qualche disturbo da deficit di attenzione o disturbo da iperattività e alcuni disturbi del sonno. Possono ricordare di aver avuto problemi, ma quando raggiungono la mezza età i sintomi peggiorano gradualmente.

Non è davvero niente di quello che fanno per dire, anche se certamente il ferro è molto importante. Ci assicuriamo che tutte le persone con la sindrome delle gambe senza riposo abbiano le loro riserve di ferro controllate e assicuriamo che siano buone perché il ferro è molto importante per il cervello per aiutare con questo processo di rilassamento muscolare.

C’è anche la sindrome delle gambe senza riposo secondaria. Possiamo vedere che il 25% delle donne durante la gravidanza lo sviluppa, può essere associato a carenza di ferro e tende anche a manifestarsi in individui con insufficienza renale cronica che sono in dialisi.

Nella sindrome delle gambe senza riposo secondaria, qualcosa va storto con la segnalazione. Ad esempio, potrebbero esserci danni ai nervi degli arti inferiori da neuropatia diabetica, anemia o carenza di ferro, o talvolta c’è una carenza di vitamina del complesso B.

Se le persone con sindrome delle gambe senza riposo hanno un’elevata assunzione di caffeina o soffrono di privazione del sonno e affaticamento, può peggiorare la situazione. Anche un infortunio, se ti sei slogato la caviglia o se ti alleni troppo duramente ei tuoi muscoli sono doloranti, sembra aggravare le gambe irrequiete.

Sappiamo anche che ci sono alcuni farmaci che interferiscono con la segnalazione cerebrale o sembrano avere qualche effetto su di essa, e alcuni di questi sono comuni farmaci da banco come gli antistaminici (Benadryl o difenidramina), medicinali comunemente prescritti usati per le vertigini o nausea e altre categorie di farmaci che chiamiamo neurolettici. Alcune persone possono anche soffrire di insonnia e sentirsi effettivamente depresse, quindi assumere un antidepressivo e peggiorare, almeno dal punto di vista delle gambe senza riposo.

Rosie: Può sorprendere molte persone sapere che l’RLS è considerato un disturbo del sonno. In che modo l’RLS influisce sulla qualità del sonno per coloro che ce l’hanno?

Dr. Bogan:  I sintomi si manifestano tipicamente la sera, quando le persone cercano di riposare e il cervello cerca di rilassare i muscoli. Ed è peggio quando le persone cercano di sdraiarsi e andare a dormire. Spesso provano dolore, disagio o “sensazioni divertenti” localizzate che ritardano l’inizio del sonno.

È interessante notare che la maggior parte delle persone con sindrome delle gambe senza riposo ha anche movimenti periodici delle gambe durante la notte. Questo a volte frammenterà il sonno poiché provoca piccoli risvegli o risvegli più importanti. Quando gli individui si svegliano, hanno difficoltà a riaddormentarsi perché le loro gambe sono irrequiete; molte volte devono alzarsi e camminare.

Quindi, ritarda l’inizio del sonno, provoca risvegli multipli, riduce il tempo totale del sonno e influisce persino sulla qualità del sonno. Il sonno si verifica in fasi e modelli diversi e tale distribuzione viene interrotta. Gli individui finiscono per avere un sonno non ristoratore, quindi la maggior parte dei pazienti con sindrome delle gambe senza riposo si lamenta del proprio sonno: hanno problemi ad addormentarsi o un sonno non ristoratore e questo li colpisce il giorno successivo.

Se non dormi abbastanza puoi avere stanchezza e cambiamenti cognitivi esecutivi: non puoi pensare e ricordare o concentrarti e concentrarti. Tutti rispondono in modo diverso, ma un sonno scarso influisce notevolmente sulla funzione del giorno successivo.

Rosie: Molte persone potrebbero non essere a conoscenza di RLS e la National Sleep Foundation stima che lo siano anche molti casi diagnosticata erroneamente come insonnia. Quali sono alcuni dei segni di cui le persone dovrebbero essere consapevoli e cosa distingue RLS da altri problemi di sonno?

Dr. Bogan:  Il problema più comune con la sindrome delle gambe senza riposo è la difficoltà ad addormentarsi, quindi suona come l’insonnia, dove in realtà ciò che sta accadendo è che le gambe senza riposo causano problemi con l’addormentarsi.

La maggior parte dei pazienti in realtà non si presenta al medico con “Ho la sindrome delle gambe senza riposo”, ma la maggior parte di loro presenta “Non riesco a dormire” o “Ho problemi con il mio sonno”. Se qualcuno viene da te e ti dice: “Doc, non riesco a dormire”, allora devi porre le domande critiche. “Le gambe ti danno fastidio?” è una specie di modo per introdurlo, quindi se dicono di sì vai alle quattro domande critiche:

  • Hai questa voglia di muoverti?
  • È peggio la sera?
  • Arriva con il riposo?
  • Ottieni un miglioramento almeno temporaneo con il movimento?

L’altro suggerimento è quando si svegliano di notte (in genere nel primo terzo), non riescono a riaddormentarsi perché le gambe li danno fastidio. A volte chiediamo informazioni su questi movimenti periodici delle gambe durante la notte. Il loro compagno di letto potrebbe dire che stanno andando in bicicletta tutta la notte e le loro gambe si muovono, quindi questo è un altro suggerimento.

Rosie: Come viene gestita o trattata RLS?

Dr. Bogan:  Ci sono trattamenti comportamentali e ci sono farmaci disponibili.

Per i trattamenti comportamentali, sappiamo che l’esercizio fisico moderato e l’allenamento di resistenza sembrano aiutare i sintomi. Gli individui possono anche dare una sorta di segnali surrogati alle gambe che sembrano produrre un certo sollievo, che fondamentalmente significa massaggio, impacchi freddi o ammollo nella vasca.

Diciamo ai pazienti di proteggere il loro sonno, di avere una buona igiene del sonno e di non essere esausti perché questo sembra disturbarlo. Diciamo loro di evitare la caffeina.

Ovviamente, vogliamo assicurarci che i loro livelli di ferro siano a posto, perché alcune persone possono ottenere miglioramenti quando spingiamo i loro livelli di ferro fino a valori normali o anche a valori normali. Sono disponibili alcuni farmaci da prescrizione; si dividono in due classi (agonisti della dopamina o ligandi alfa-2 delta) e sembrano aiutare il cervello a rilassare i muscoli e aiutare con la sensazione dell’impulso a muoversi. Ci sono alcuni farmaci approvati dalla FDA che utilizzano anche gli operatori sanitari.

Rosie: Quali comportamenti e abitudini possono integrare le persone con RLS nelle loro routine per notti migliori?

Dr. Bogan:  La chiamiamo “igiene del sonno”, e il punto è che il cervello umano ama la stabilità: vuole essere sveglio a una certa ora e vuole dormire a una certa ora. Alcune di queste sono routine e preferenze personali, ma dico ai pazienti che vuoi stare comodo e fresco – il comfort dell’ambiente è la cosa più importante – e il prossimo è la luce.

Quando i fuochi da campo si spengono, andavamo a dormire e replicare non è una cattiva idea. Impegnarsi in molte attività e stimoli prima di coricarsi, cosa che molti di noi fanno, non favorisce un buon sonno. Abbiamo troppa luce e molta elettronica a tarda notte in questo momento, e un periodo di relax con luce blu-bianca non è buono.

Rilassarsi senza quella luce è meglio, una lampada con un paralume non è poi così male. Mi piace dire alle persone di stare fuori dal letto con una lampada per almeno trenta minuti o un’ora di riposo, e poi quando il cervello si addormenta, vai a letto. Se riusciamo a praticare queste abitudini di rilassarsi generalmente senza molta luce a tarda notte, ciò aiuta il cervello a iniziare a rilassarsi e ad addormentarsi.

Le persone con sindrome delle gambe senza riposo sono un po ‘speciali perché quando riposano e sono relativamente inattive, a volte questo farà emergere i sintomi delle gambe senza riposo. È lì che potresti usare massaggi, bagni caldi in una vasca o anche impacchi freddi. I pazienti capiscono cosa aiuta.

Guardare i farmaci, mantenersi in salute, mantenersi ben nutriti, fare esercizio fisico moderato, tutte queste cose aiutano, così come i cambiamenti nello stile di vita in termini di evitare la caffeina dopo le 18:00.

Rosie: Cosa pensi che tutti dovrebbero sapere su RLS?

Dr. Bogan:  RLS è molto reale. È un disturbo che esiste; la scienza identifica che questa particolare sindrome ha caratteristiche che influiscono notevolmente sul sonno.

Ogni volta che un paziente ha problemi con il sonno non ristoratore o difficoltà ad addormentarsi e ciò influisce sulla funzione del giorno successivo, deve parlare con un medico. Essere consapevoli che la sindrome delle gambe senza riposo è una caratteristica e conoscere l’aspetto cognitivo è importante: se le mie gambe mi danno fastidio, devo chiedere della sindrome delle gambe senza riposo; Devo assicurarmi che il mio livello di ferro sia a posto e ho bisogno di guardare le mie medicine che sto prendendo per vedere cosa sta succedendo.

Non è un disturbo raro; molte persone ne sono influenzate e non lo sanno. Queste manovre e queste attività, se riesci a identificarle, possono migliorare notevolmente la qualità della vita di questi individui. Vogliamo tutti essere più intelligenti, sentirci meglio e avere più energia, quindi identificarlo può avere un enorme impatto in termini di qualità della vita.

Rosie: Quando qualcuno che sospetta una condizione come RLS o insonnia dovrebbe vedere un professionista del sonno?

Dr. Bogan:  Se le tue gambe ti danno fastidio o non riesci a dormire, parla con il tuo medico di base. Se è davvero brutto e influisce sulla funzione, anche se è secondario o associato a stress o qualcosa del genere, parlane con il tuo dottore.

In qualsiasi momento, il 30% di noi ha qualche problema con il nostro sonno, sia che si addormenti o che si dorma. L’insonnia è abbastanza comune; Il 10% della popolazione soffre di insonnia primaria: ha difficoltà ad addormentarsi ed è difficile spegnere il cervello. E a volte non è insonnia ma sindrome delle gambe senza riposo.

Se qualcuno ha problemi cronici (pensiamo che sia cronico a 3 mesi) e sta iniziando a interferire con la qualità della vita, allora certamente dovrebbe consultare il proprio medico perché ci sono trattamenti comportamentali e farmacologici, cambiamenti nello stile di vita e altre cose che possiamo fare per migliorare la qualità della vita in quegli individui.

Molti medici di base sono informati sulla sindrome delle gambe senza riposo e possono curarla; non devi necessariamente andare da uno specialista del sonno o fare uno studio del sonno. Ma, in alcune persone, è così grave che dura tutto il giorno, quindi quel tipo di individuo potrebbe aver bisogno di andare a vedere uno specialista che ha trattato casi refrattari gravi per ulteriori valutazioni.

Per saperne di più sul lavoro del Dr. Bogan e su SleepMed, visitare il loro sito Web per informazioni sui disturbi del sonno e sui trattamenti, nonché sulle loro attuali ricerche e pubblicazioni. SleepMed ha una rete di medici e laboratori del sonno in tutto il paese, rendendolo una grande risorsa per identificare i medici locali con esperienza nella medicina del sonno.

Per ulteriori informazioni su RLS, il Dr. Bogan consiglia anche di visitare ilNational Sleep Foundation o il sito web della Restless Leg Syndrome Foundation per informazioni sulla condizione, la ricerca e gli studi in corso.

Se ritieni di avere la RLS, ti consigliamo di parlare con il tuo medico dei possibili trattamenti. Oltre a parlare con un medico di fiducia, ti suggeriamo anche di aggiornare la biancheria da letto e il set da letto con il materasso migliore per le tue esigenze per facilitare un sonno più riposante e cessare i disturbi che possono essere causati da questo disturbo.

Se hai la RLS, cosa ti aiuta a rilassarti e ad addormentarti? In che modo influisce sulla tua routine quotidiana?

Questo articolo è a scopo informativo e non deve sostituire i consigli del medico o di un altro professionista medico.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

Ridurre il mal di schiena durante il sonno: cause e le giuste posizioni del sonno per il trattamento

Come evitare incubi e cattivi sogni per dormire meglio