in

I 10 migliori snack senza glutine

Se a te oa una persona cara è stata recentemente diagnosticata la celiachia, probabilmente ti stai ancora abituando a grandi cambiamenti nella dieta. Una volta era abbastanza facile gettare i cracker Goldfish nella scatola del pranzo di un bambino o prendere un sacchetto di salatini dal distributore automatico in ufficio.

Ma avere una sensibilità genetica al glutine, una proteina presente in molti prodotti a base di cereali tra cui grano, orzo e segale, può rendere difficile spuntini sani.

Advertising

Fatti coraggio: con la diagnosi di celiachia a più persone, c’è stata un’esplosione nella varietà di alimenti senza glutine disponibili.

Celiachia e spuntini: le 10 scelte migliori

Come con qualsiasi dieta sana, “frutta fresca, verdura, carne cruda [non trasformata] e pesce”, dovrebbe costituire la base di una dieta priva di glutine, consiglia Julie Miller Jones, PhD, un illustre professore di nutrizione nel dipartimento di famiglia , consumo e scienze nutrizionali presso il College of St. Catherine a St. Paul. La maggior parte dei prodotti lattiero-caseari sono anche privi di glutine, sebbene alcuni yogurt, formaggi e altri prodotti lavorati potrebbero avere tracce della proteina offensiva, quindi è importante leggere attentamente le etichette.

Alcune opzioni di snack senza glutine gustose (e salutari) includono:

  • Formiche su un tronco. Prodotto spalmando burro di arachidi naturale (nient’altro che arachidi macinate) sui gambi di sedano e guarnendo con uvetta, “le formiche su un tronco sono buone perché hanno tutti i componenti di uno spuntino sano”, osserva Dana M. Ellis, MPH, RD, un dietista presso l’UCLA Medical Center di Los Angeles. “Il burro di arachidi è una buona fonte di proteine ​​e grassi monoinsaturi, l’uvetta è un’ottima fonte di carboidrati e il sedano aggiunge fibre”.
  • Frutta fresca e una manciata di noci. Questi alimenti senza glutine forniscono anche una sana miscela di carboidrati, grassi e proteine.
  • Tortilla chips di mais al forno con guacamole senza additivi. Questi alimenti senza glutine combinano il grasso sano dell’avocado, i carboidrati delle tortilla di mais e un po ‘di proteine. Fai attenzione al guacamole, però: dovrebbe contenere solo avocado, cipolla, aglio, jalapeno, succo di lime e pomodori.
  • Burro di arachidi naturale e gelatina su pane senza glutine. Questo prodotto preferito da bambini e adulti è facile e semplice da preparare, inoltre fornisce buone fonti di grassi, proteine ​​e carboidrati.
  • Confusione di tracce. Unisci noci, uvetta e cioccolato fondente M & Ms per uno spuntino dolce e salato.
  • Popcorn schiumati all’aria. Goditi il ​​popcorn schiumato all’aria da solo o aggiungi mirtilli rossi e mandorle essiccati per uno spuntino ricco di proteine, carboidrati, fibre e grassi sani.
  • Piccola patata al forno con mozzarella a basso contenuto di grassi ed erba cipollina. Questo trattamento fornisce di tutto, da fibre e carboidrati a proteine ​​e grassi.
  • Bastoncini di carote con condimento senza glutine. Questa combinazione di verdure e salse serve come una buona fonte di vitamina A, caroteni, grassi e carboidrati.
  • Yogurt magro mescolato con cereali senza glutine ad alto contenuto di fibre (o un cereale di riso) e frutta. Sperimenta diversi gusti di yogurt e cereali per varietà mentre ricevi una buona dose di calcio, proteine ​​e grassi.
  • Dolcetti senza glutine. Una diagnosi di celiachia non deve significare la fine degli spuntini tradizionali. Sfoglia il corridoio di cibi senza glutine presso il negozio di alimentari locale per salatini speciali, cracker e biscotti e fai scorta.

Anche se può significare tenere una scorta extra di snack speciali in un cassetto della scrivania piuttosto che razziare il frigorifero dell’ufficio, stai certo che è possibile – e anche piacevole – per una persona celiaca mantenere una dieta priva di glutine.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0
Advertising

Domande varie sulla salute dell’apparato digerente

Radici genetiche della malattia da carenza di acidi biliari