in

Perché non vuoi ottenere l’influenza quando hai l’artrite reumatoide

L’influenza è un enorme pasticcio per chiunque, ma se si dispone di artrite reumatoide, è ancora più di una minaccia. Per prima cosa, l’artrite reumatoide (RA) è una malattia autoimmune che interrompe la normale funzione immunitaria, quindi se hai questa forma di artrite sei più vulnerabile ad avere malattie contagiose come l’influenza, dice Veena K. Ranganath, MD, professore associato di medicina nella divisione di reumatologia presso la David Geffen School of Medicine presso l’UCLA di Los Angeles. Per un altro, sei più a rischio di avere complicazioni se si ottiene l’influenza.

Fattori che aumentano la vulnerabilità dell’influenza
Le persone con RA hanno un rischio superiore del 70 per cento di sviluppare qualsiasi tipo di infezione e per quanto un 83 per cento più alto rischio di sviluppare un’infezione che richiede il ricovero in ospedale rispetto ai loro coetanei che non hanno questa malattia autoimmune, suggerisce la ricerca pubblicata in Artrite & Reumatologia.

Inoltre, poiché molte persone con RA prendono farmaci che sopprimono il loro sistema immunitario iperattivo – come i corticosteroidi, i farmaci antireumatici che modificano la malattia (DMARD) e i farmaci biologici – “sono a più alto rischio di infezione influenzale nel complesso, e può essere più grave,” dice il dott.

Advertising

L’influenza comporta rischi per le complicanze
Se hai l’artrite reumatoide e prendi l’influenza, la preoccupazione non è solo che soffrirai di febbre, dolori muscolari e corporei, brividi, mal di gola, tosse, congestione nasale e affaticamento (anche se potrebbe essere abbastanza infelice). Se si dispone di RA e l’influenza, “il potenziale per le complicazioni è più alto, tra cui un rischio più elevato di ospedalizzazione, così come infezioni batteriche secondarie come infezioni del seno, infezioni dell’orecchio, bronchite, e polmonite,”Ranganath dice. “L’influenza può essere piuttosto devastante.”

L’infiammazione minaccia la salute del cuore e del polmone
Come accade, le persone con RA hanno un 2.75-volte aumentato rischio di avere complicazioni (come polmonite, attacchi di cuore, e ictus) legati all’influenza stagionale indipendentemente dal fatto che prendono O meno DMARDs o biologici, secondo la ricerca pubblicata nella rivista BMC Musculoskeletal Disorders. Questo non è scioccante considerando che oltre a colpire le articolazioni, l’infiammazione cronicamente elevata che si verifica con RA può causare problemi per i polmoni e il cuore senza nemmeno avere l’influenza, osserva Eric Ruderman, MD, un capo associato degli affari clinici per la divisione di reumatologia al Northwestern Memorial Hospital di Chicago.

Non saltare il tuo colpo di influenza
Eppure, nonostante questi rischi potenzialmente gravi e il fatto che i reumatologi esortano costantemente coloro che hanno LA RA a ottenere una vaccinazione annuale contro l’influenza, non tutti coloro che hanno l’AR lo fanno. In una ricerca pubblicata nell’aprile 2016 su PLoS One, gli scienziati hanno scoperto che il 20 per cento delle persone con artrite reumatoide non ha ricevuto una sola vaccinazione influenzale in un periodo di cinque anni. Proprio così: una persona su cinque con RA ha evitato il colpo di influenza ogni anno per cinque anni.

Programmare un colpo di influenza al più presto
Ottenere un vaccino antinfluenzale dovrebbe essere una tradizione annuale se si dispone di RA, Ranganath dice, quindi se il medico non affrontare il soggetto, si dovrebbe. Infatti, le linee guida 2019 della Lega europea contro i reumatismi (EULAR) suggeriscono che i vaccini antinfluenzali e pneumococcici “dovrebbero essere fortemente considerati per la maggior parte dei pazienti con AAIRD”, abbreviazione di malattie reumatiche infiammatorie autoimmuni come l’AR. Come hanno osservato le linee guida EULAR 2019, “La vaccinazione è particolarmente importante nei pazienti affetti da AAIRD, potenzialmente traducendosi in un tasso più basso di ricoveri ospedalieri a causa di infezioni, visite al pronto soccorso e il tasso di malattie infettive invasive”.

Basta assicurarsi di ottenere il vaccino antinfluenzale iniettabile, non lo spray nasale, che è controindicato per quelli con malattie reumatiche. Il motivo: Il vaccino antinfluenzale inalato contiene virus vivi, che potrebbero farti ammalare se sei immune-compromesso perché hai RA; al contrario, il vaccino antinfluenzale iniettato contiene i ceppi inattivati (o uccisi) del virus, quindi non ti farà ammalare.

Dovresti considerare di ottenere un colpo di influenza ad alta dose?
Parlare con il medico se si dovrebbe ottenere un vaccino antinfluenzale ad alta dose, indipendentemente dalla vostra età. Uno studio pubblicato nel numero del 1 gennaio 2020 del Lancet ha confrontato gli effetti immunitari e la sicurezza di una dose elevata rispetto alla dose standard di un vaccino influenzale inattivato sulle persone con artrite reumatoide: coloro che hanno ricevuto il vaccino ad alta dose hanno avuto una maggiore risposta immunitaria contro l’influenza, senza avere più effetti collaterali al vaccino. “In genere incoraggerò i miei pazienti affetti da RA a prendere il vaccino ad alta dose, soprattutto se sono su farmaci immunosoppressivi”, dice Ranganath.

“Ha senso mirare ai più alti livelli di anticorpi possibili- quindi, alle persone con RA dovrebbe essere somministrato il vaccino ad alta dose, se è disponibile”, concorda Stuart Kaplan, MD, capo della reumatologia presso il Monte Sinai South Nassau Hospital di Oceanside, New York. “Se non è prontamente disponibile, allora dovrebbero ricevere il vaccino standard, che è certamente meglio di niente.”

Vaccinazione influenzale: Tempo giusto
Problemi di dosaggio a parte, prima si ottiene il vaccino antinfluenzale, meglio è, perché ci vogliono circa due settimane per il colpo per darvi una protezione ottimale contro l’influenza. (Il vaccino antinfluenzale è di solito disponibile da settembre o ottobre fino ai mesi invernali.)

Ma non lasciare che i tuoi sforzi di lotta contro l’influenza finiscano con il colpo. Puoi prendere ulteriori misure per proteggerti dall’influenza: Lavati le mani o usa regolarmente disinfettanti per le mani a base di alcol, e farlo sempre prima di mangiare. Evitare di toccare la bocca o gli occhi per tutto il giorno, perché questo è spesso come i germi entrano nel vostro corpo. E evita le persone che sono visibilmente malate. Ricorda: “L’influenza non è qualcosa che magicamente ottieni”, dice Ranganath. Devi prenderlo da qualcuno.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0
Advertising

Theragran: utilizzo, dosaggio e controindicazioni

Vivi la tua vita migliore con l’artrite reumatoide: una guida all’apprendimento per pazienti e caregiver