in

Storia generale del virus HIV

L’HIV è l’abbreviazione di virus dell’immunodeficienza umana. Si tratta di un virus che causa la malattia del sistema immunitario umano conosciuta come sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS).

Preludio
I ricercatori ipotizzano che il virus HIV è stato infettato agli esseri umani in Africa – forse anche già alla fine del 19esimo secolo – e lentamente si è diffuso da lì.

Advertising

L’HIV probabilmente è entrato negli Stati Uniti intorno al 1970.

I primi casi
Nel 1981, i medici hanno valutato un caso del sarcoma di Kaposi (KS) e/o polmonite nei giovani gay che vivono a New York e Los Angeles. Curiosamente, il KS di solito si verifica negli uomini anziani. I Centers for Disease Control hanno pubblicato una relazione riportando quell’estate, l’inizio della consapevolezza di una nuova malattia, l’AIDS.

Scoperta
Il termine “AIDS” è stato coniato l’anno successivo, 1982. Tuttavia, fino al 1984 gli scienziati non avevano ancora identificato il virus che causa l’AIDS.

Una nuova orgine dell’HIV
Nel 2009, un nuovo ceppo del virus HIV – relativo alla versione del virus del gorilla dell’immunodeficienza delle scimmie (SIVgor) – è stato scoperto in una donna del Camerun che aveva ammesso di avere diversi partner sessuali. Questo ha
confermato la convinzione che l’HIV è stato inizialmente trasferito dalle scimmie all’uomo.

Impatto
L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) riconosce l’infezione da HIV negli esseri umani come pandemia, la regione sub sahariana è la più colpita. Finora la malattia dell’AIDS ha ucciso oltre 25 milioni di persone, ed è una delle malattie più distruttive della storia.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

Fattori che influenzano lo sviluppo fetale

Dieta Dukan, la nuova “Bibbia” per chi vuole dimagrire