in

Trattamenti per denti più bianchi e sorriso più luminoso

Con l'avanzare dell'età, il consumo di determinati cibi e bevande può macchiare i denti.

Vuoi denti più luminosi e più bianchi?

I denti grigi o giallastri ti stanno facendo non sorridere? Con l’avanzare dell’età, il consumo di determinati cibi e bevande può macchiare i denti. Evitare alcune cose e applicare agenti speciali sui denti può iniziare a ripristinare la lucentezza biancastra (e il sorriso) dei denti. Le diapositive seguenti offrono alcuni suggerimenti che possono aiutarti a ripristinare il tuo sorriso scintillante.

In generale, i componenti principali degli smacchiatori sono candeggina delicata e abrasivi nel dentifricio.

Sbiancamento dei denti fai-da-te

Le macchie superficiali dei denti possono spesso essere rimosse o ridotte utilizzando articoli da banco come dentifricio con sbiancanti, strisce sbiancanti e altri kit. In generale, i componenti principali degli smacchiatori sono candeggina delicata e abrasivi nel dentifricio.

Advertising

La maggior parte dei kit per lo sbiancamento dei denti domestici contiene perossido di carbamide o perossido di idrogeno.

Kit per sbiancamento dei denti

La maggior parte dei kit per lo sbiancamento dei denti domestici contiene perossido di carbamide o perossido di idrogeno. Queste sostanze chimiche possono aiutare a rimuovere gli scolorimenti superficiali e alcuni più profondi. A seconda del kit, i composti vengono spazzolati con uno spazzolino da denti o i composti sono in forma di gel che viene inserito negli stampi dei denti superiori e inferiori, posto sui denti e tenuto in bocca per circa 45 minuti, anche se i tempi possono variare .

Le strisce sbiancanti usano il perossido per rimuovere le macchie dai denti.

Strisce sbiancanti domestiche

Le strisce sbiancanti di solito contengono circa il 5% di strisce di polietilene impregnate di perossido di idrogeno che le persone possono applicare sui denti a casa. Di solito vengono indossati per pochi minuti al giorno per circa una settimana.

Le strisce sbiancanti domestiche danneggiano i denti?

Rischi la tua salute dentale usando strisce sbiancanti? Le strisce sbiancanti usano il perossido per rimuovere le macchie dai denti. Qualsiasi forma di sbiancamento può rendere i tuoi denti sensibili, secondo l’American Dental Association, e ciò includerebbe le strisce sbiancanti. Le strisce sbiancanti possono anche irritare le gengive, dice l’ADA, anche se questo può essere ridotto al minimo assicurandosi di applicarle correttamente. L’ADA consente ad alcuni prodotti in strisce sbiancanti di utilizzare il loro sigillo di approvazione, il che implica che l’organizzazione considera questo metodo sicuro ed efficace se usato correttamente.

La maggior parte dei normali dentifrici, gel e liquidi possono rimuovere alcune macchie, ma la maggior parte non contiene le candeggine sopra menzionate, quindi potrebbero avere un effetto minimo o nullo nel rendere i denti più bianchi.

Dentifrici sbiancanti

La maggior parte dei normali dentifrici, gel e liquidi possono rimuovere alcune macchie, ma la maggior parte non contiene le candeggine sopra menzionate, quindi potrebbero avere un effetto minimo o nullo nel rendere i denti più bianchi.

Il bicarbonato di sodio, a volte mescolato con succo di limone, è stato affermato da molti per aiutare a sbiancare i denti.

Rimedi casalinghi per i denti più bianchi

Il bicarbonato di sodio, a volte mescolato con succo di limone, è stato affermato da molti per aiutare a sbiancare i denti. Anche il flusso della saliva e l’azione di lavaggio di cibi come mele, pere e carote aiutano a mantenere i denti bianchi. Si ritiene che le fragole contengano sia astringenti che rimuovono le macchie e vitamina C che può rimuovere la placca. La gomma senza zucchero aiuta a stimolare la saliva a lavarsi i denti ea neutralizzare gli acidi negli alimenti. Tutti questi sono considerati “rimedi casalinghi” per ottenere denti più bianchi.

L'estrazione del petrolio, un rimedio popolare dell'Asia meridionale, è diventata di moda con molti che cercano di sbiancare i denti.

Rimedio domestico: funziona l’estrazione dell’olio di cocco?

L’estrazione del petrolio, un rimedio popolare dell’Asia meridionale, è diventata di moda con molti che cercano di sbiancare i denti. La procedura prevede di far scorrere l’olio alimentare avanti e indietro tra i denti per un periodo compreso tra 1 minuto e 20 minuti o più in alcuni casi. L’olio di cocco è una scelta popolare, ma in teoria qualsiasi olio alimentare dovrebbe funzionare altrettanto bene. La domanda è se funziona davvero. Sebbene i sostenitori di questa pratica sanitaria alternativa possano fare affermazioni sulla salute più ampie, esaminiamo cosa dicono gli esperti di salute orale sull’estrazione del petrolio.

Sebbene scarsamente ricercato, uno studio ha trovato un’associazione tra la pratica e la polmonite lipoide , una condizione che può svilupparsi quando vengono inalate piccole quantità di olio. Un altro non ha trovato differenze tra l’estrazione di olio e il collutorio disinfettante standard alla clorexidina per uccidere i microbi. L’American Dental Association afferma che non ci sono abbastanza prove scientifiche affidabili per dimostrare che l’estrazione dell’olio sbianca i denti o che migliora la salute orale in generale. L’ADA non consiglia la pratica. Invece, ricorda ai pazienti di spazzolare due volte al giorno per due minuti usando un dentifricio al fluoro e di usare il filo interdentale una volta al giorno.

Le paste e le polveri di carbone attivo sono diventate scelte popolari per chi cerca denti più perlati.

Rimedi casalinghi: funziona la spazzolatura con il carbone?

Le paste e le polveri di carbone attivo sono diventate scelte popolari per chi cerca denti più perlati. Il carbone è sicuro ed efficace per lo sbiancamento dei denti? Uno studio ha confrontato i dentifrici con carbone attivo con altre paste sbiancanti. Ha scoperto che il carbone era meno efficace dei dentifrici con covarina blu, che deposita un sottile pigmento blu che conferisce ai denti un aspetto più bianco. Studiando i malesi che usavano una miscela di carbone / sale per spazzolare i denti, i ricercatori hanno scoperto diversi tipi di cavità nelle loro bocche. Hanno anche trovato prove di ingiallimento, forse indicando che la pratica aveva raschiato lo smalto dai denti, rivelando la dentina gialla sottostante. Il ricercatore ha concluso che il carbone e il sale sono “altamente abrasivi e dannosi per i tessuti orali duri e molli”. In una revisione degli studi scientifici che coinvolgono carbone e salute orale, un altro ricercatore ha concluso che mancano studi su larga scala e ben progettati. L’ADA non consiglia la pratica.

Gli sbiancanti funzionano sui denti naturali ma non su altri denti fabbricati o modificati.

Lavoro dentale e sbiancamento dei denti

Fai attenzione con gli sbiancanti per denti se hai subito alcuni tipi di lavori dentali come corone, incollaggi, faccette, otturazioni, impianti dentali o ponti. Gli sbiancanti funzionano sui denti naturali ma non su altri denti fabbricati o modificati. Di conseguenza, l’uso di sbiancanti potrebbe far sì che alcuni denti diventino più bianchi ma non si abbinino bene al lavoro dentale svolto su altri denti.

Mangiando e bevendo cibi e liquidi che non macchiano e utilizzando con cura sbiancanti, il trattamento sbiancante può durare circa un anno.

Prevenire le macchie dei denti

Lo smalto dei denti, lo strato biancastro esterno che copre i denti, si consuma con l’avanzare dell’età; sotto lo smalto c’è la dentina che è più giallastra. Quindi, con l’avanzare dell’età, mangiare cibi e bere liquidi che attaccano e scoloriscono o macchiano lo smalto (vedere diapositive seguenti) possono causare l’esposizione della dentina. Mangiando e bevendo cibi e liquidi che non macchiano e utilizzando con cura sbiancanti, il trattamento sbiancante può durare circa un anno. Tuttavia, le persone possono esagerare con lo sbiancamento. L’uso di sbiancanti troppo, troppo spesso o troppo concentrati può far sembrare i denti traslucidi con una colorazione bluastra o blu-grigia risultante.

Uno dei composti più comuni e peggiori che macchia e scolorisce i denti è il tabacco.

Per mantenere i denti bianchi, non fumare

Uno dei composti più comuni e peggiori che macchia e scolorisce i denti è il tabacco. Al fumo (e alla masticazione) del tabacco possono comparire rapidamente strisce e macchie brunastre insieme all’ingiallimento . I prodotti del tabacco aumentano anche il rischio di molti tipi di cancro e contribuiscono all’alitosi e alle malattie gengivali .

Una regola pratica: se una bevanda (o un cibo) può macchiare una maglietta bianca, probabilmente può macchiare anche i denti.

Bevande che causano macchie di denti

Le bevande comuni che causano macchie e scolorimento dei denti sono caffè, tè, bibite scure e molti succhi di frutta, specialmente quelli di colore più scuro. Una regola pratica: se una bevanda (o un cibo) può macchiare una maglietta bianca, probabilmente può macchiare anche i denti.

Alcune bevande che possono essere relativamente buone per te potrebbero non essere così buone per i tuoi denti.

Altre bevande che causano macchie di denti

Alcune bevande che possono essere relativamente buone per te potrebbero non essere così buone per i tuoi denti in termini di colorazione. Il vino rosso (sì, solo un bicchiere, per favore), il succo di mirtillo rosso e il succo d’uva sono molto bravi a macchiare i denti. Quindi, dovresti evitare del tutto queste bevande? La risposta è no, ma dovresti ricordarti di sciacquarti la bocca e lavarti bene i denti dopo aver bevuto questi liquidi. Ricordi la diapositiva precedente sulla colorazione di una maglietta? Se versi bevande macchiate sulla maglietta bianca, il modo migliore per evitare che si macchi è lavarla con acqua e strofinarla con detergenti delicati. Lo stesso vale per i tuoi denti; risciacquare e spazzolare prima che la macchia sia fissata.

La diapositiva precedente ha discusso alcune bevande che fanno bene, ma possono macchiare i denti.

Alimenti che macchiano i denti

La diapositiva precedente ha discusso alcune bevande che fanno bene, ma possono macchiare i denti. Questa diapositiva presenta alcuni alimenti che sono ottimi per la salute ma possono macchiare i denti; questi includono mirtilli, more e ribes. No, non smettere di mangiare questi oggetti. Ricorda solo di sciacquarti la bocca e lavarti i denti subito dopo aver mangiato un pasto che include tali alimenti per proteggere i denti dalle macchie (ricorda la regola pratica per colorare la maglietta presentata in precedenza).

Le bevande zuccherate non fanno bene ai denti.

Le bevande sportive fanno male ai denti?

Le bevande zuccherate non fanno bene ai denti. Altre bevande acide come la limonata possono erodere lo smalto nel tempo. Sorseggiare queste bevande espone le superfici dei denti a sostanze che erodono lo smalto. Se ti concedi queste bevande, è meglio ricordare la regola pratica della maglietta: sciacquare con acqua e spazzolare l’area per ridurre o smettere di macchiare.

Altri composti oltre a cibi e bevande possono macchiare i denti.

Farmaci che possono macchiare i denti

Altri composti oltre a cibi e bevande possono macchiare i denti. Un elenco di alcune di queste sostanze include:

  • Collutori che contengono clorexidina o cloruro di cetilpiridinio
  • Tetraciclina (causa una colorazione grigia nello sviluppo dei denti)
  • Farmaci contenenti ferro
  • Fluoro (di solito un eccesso può causare lo scolorimento dei denti)
  • Alcuni antistaminici, antipsicotici e farmaci per l’ ipertensione

In alcuni pazienti, i denti sono così macchiati che i metodi di sbiancamento non aiutano. Se hai denti che non rispondono allo sbiancamento, consulta il tuo dentista per altre opzioni come l’incollaggio (coprendo il dente con un materiale di colore biancastro).

Lo spazzolamento quotidiano dei denti, insieme al risciacquo e al filo interdentale (rimozione delle sostanze intrappolate tra i denti con il filo interdentale) è buono.

La manutenzione quotidiana può aiutare

La pulizia quotidiana dei denti, insieme al risciacquo e al filo interdentale (rimozione delle sostanze intrappolate tra i denti con il filo interdentale) è una buona cosa; spazzolatura risciacquo e filo interdentale due volte al giorno è meglio. Ma fare tutte e tre le cose dopo i pasti e gli spuntini è la cosa migliore per il mantenimento quotidiano dei denti. Sebbene alcuni esperti dentali suggeriscano che gli spazzolini elettrici e sonici siano migliori di uno spazzolino manuale, lo spazzolino manuale, se usato correttamente, può fare un buon lavoro nel mantenere i denti puliti e bianchi.

Visita regolarmente il tuo dentista.

Visita regolarmente il tuo dentista

Visita regolarmente il tuo dentista. Molti dentisti statunitensi suggeriscono che i controlli di 6 mesi insieme a una pulizia eseguita da un dentista professionista aiuteranno le persone a mantenere una dentatura relativamente priva di macchie o senza macchie. Una buona cura dentale dovrebbe consentire alla maggior parte delle persone di mostrare i propri “bianchi perlati” quando sorridono.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0
Advertising

Cavità in neonati e bambini – La verità

Quiz sui disturbi d’ansia