in

Cos’è GOTS (Global Organic Textile Standard)

Se sei un acquirente ecologico, l’etichetta GOTS su un prodotto sarà significativa per te. Il Global Organic Textile Standard (GOTS) è lo standard di lavorazione tessile leader a livello mondiale per …

Se sei un acquirente ecologico , l’etichetta GOTS su un prodotto sarà significativa per te. Il Global Organic Textile Standard (GOTS) è lo standard di lavorazione tessile leader a livello mondiale per le fibre organiche. Questa certificazione fornisce una garanzia credibile di una produzione responsabile con il minor numero di input chimici. In definitiva, garantisce tessuto biologico di qualità per i consumatori finali.

Qualsiasi prodotto in fibra naturale, inclusi filati, vestiti o tessuti per la casa, può essere certificato GOTS. In questo articolo, discutiamo del significato dell’etichetta GOTS e degli importanti prerequisiti che i prodotti devono soddisfare per ricevere questa certificazione.

Advertising

Significato dell’etichetta GOTS

Il GOTS è stato creato per soddisfare la necessità di uno standard riconosciuto a livello internazionale che includa tutte le fibre organiche come cotone, seta, lana e bambù. (Non include i prodotti in pelle.) Lo scopo dello standard è realizzare tessuti sostenibili di qualità senza danneggiare l’ambiente.

Nel 2002, quattro organizzazioni si sono riunite per standardizzare le linee guida GOTS. L’Organic Trade Association (OTA) degli Stati Uniti e altre tre organizzazioni membri provenienti da Germania, Regno Unito e Giappone costituiscono il core team.

Per ottenere un’etichetta GOTS, ogni prodotto deve includere la maggioranza di fibre naturali organiche. Esistono due gradi di etichetta GOTS, si basano sulla percentuale di fibra organica nel prodotto:

  • GOTS Organic:  deve contenere almeno il 95% di fibre organiche certificate.
  • GOTS Made with Organic:  Deve contenere almeno il 70% di fibre organiche certificate.

Il restante 5-30% delle fibre in questi prodotti comprende fibre sintetiche riciclate come il poliestere o fibre rigenerate come il lyocell. Le fibre sintetiche riciclate sono realizzate con scarti industriali recuperati da discariche o corsi d’acqua. La loro produzione richiede meno acqua e carburante, rispetto alle fibre sintetiche vergini.

Le fibre rigenerate sono realizzate con materiali naturali come la cellulosa di legno. Questa cellulosa subisce un processo di fabbricazione chimica, che porta a fibre rigenerate fini. Le fibre semisintetiche non sono né naturali come il cotone o la seta, né sintetiche come il poliestere.

I prodotti GOTS non devono includere più del 10% di fibre sintetiche, salvo poche eccezioni. Prodotti come calze, leggings e abbigliamento sportivo possono contenere il 25% di fibre sintetiche. Ciò è consentito per migliorare le capacità di assorbimento dell’umidità dei prodotti.

Fattori importanti per la certificazione GOTS

La certificazione GOTS copre l’intera filiera dei tessili biologici. Comprende la produzione, la lavorazione e la produzione di fibre. Prima di certificare un prodotto, vengono presi in considerazione anche l’imballaggio, l’etichettatura, il commercio e i metodi di distribuzione del prodotto.

In ogni fase, le parti interessate dell’azienda GOTS garantiscono un uso minimo di sostanze chimiche. Il risultato è un tessuto sostenibile realizzato in modo responsabile. Un prodotto GOTS riduce le possibilità di reazioni allergiche causate da sostanze chimiche.

Un prodotto ottiene l’etichetta GOTS solo se passa attraverso operatori certificati GOTS in ogni fase. Ad esempio, il tessuto deve essere prodotto e lavorato in edifici certificati GOTS. Anche i commercianti e i fornitori che manipolano gli imballaggi dei prodotti devono essere certificati GOTS.

Poiché un prodotto confezionato raggiunge i rivenditori, di solito non è necessaria una certificazione per vendere un prodotto GOTS. Alcuni rivenditori possono aggiungere tocchi finali, come il ricamo, al prodotto. In questi casi, i rivenditori necessitano anche di una certificazione GOTS. Se i rivenditori gestiscono la fase finale del confezionamento, hanno bisogno della certificazione.

In questa sezione, discutiamo i diversi criteri che i materiali devono soddisfare per la certificazione.

Produzione di fibre

  • Le materie prime per la fibra organica devono essere coltivate secondo gli standard internazionali o nazionali. Il GOTS si affida a IFOAM Organics International per definire questi standard agricoli. La Federazione internazionale dei movimenti dell’agricoltura biologica (IFOAM) è l’organizzazione ombrello mondiale per il movimento dell’agricoltura biologica.
  • L’agricoltura biologica è necessaria per sostenere la salute del suolo, degli ecosistemi e delle persone coinvolte nel processo agricolo.
  • Gli agricoltori biologici devono utilizzare sostanze a base naturale per fertilizzanti e pesticidi invece di sostanze chimiche.

Lavorazione e produzione

  • La fibra organica deve essere chiaramente identificata per separarli dalla fibra convenzionale. Ciò riduce le possibilità di confusione delle fibre.
  • Coloranti, ausiliari e prodotti chimici di processo vengono valutati per la tossicità e la biodegradabilità. Devono soddisfare determinati standard per essere considerati sicuri per l’uso.
  • Sono vietati metalli pesanti tossici, formaldeide, solventi aromatici, organismi geneticamente modificati (OGM) e loro enzimi. Possono essere tossici per l’ambiente e la salute umana.
  • I tessuti non devono essere trattati con candeggina a base di cloro. Invece, la candeggina all’ossigeno deve essere usata perché è più ecologica della candeggina al cloro. La candeggina all’ossigeno è anche più delicata sulle fibre e protegge il colore del tessuto.
  • Gli oli per maglieria o tessitura utilizzati per proteggere gli accessori del prodotto dalla ruggine non devono contenere metalli pesanti.
  • I coloranti azoici che rilasciano composti cancerogeni sono proibiti.
  • Le unità di trattamento a umido devono mantenere registrazioni complete dell’uso di sostanze chimiche ed energia. Anche i livelli di consumo di acqua devono essere monitorati.

Salute e sicurezza

  • Le materie prime oi prodotti finiti non devono contenere residui chimici. Alcune sostanze chimiche come la formaldeide o gli ftalati emettono gas, danneggiando la nostra salute. Possono causare nausea, vertigini o spossatezza. Limitare queste sostanze chimiche riduce le possibilità di tossicità nel nostro ambiente interno.
  • I prodotti non devono includere accessori in nichel, cromo o PVC (cloruro di polivinile). Queste sostanze chimiche possono scatenare l’asma o altre allergie in alcune persone.

Standard ambientali

  • Le acque reflue di tutte le unità di trattamento a umido devono essere trattate in un impianto di trattamento funzionale.
  • Il corretto smaltimento dei fanghi è obbligatorio. Previene la fuoriuscita di sottoprodotti nell’ambiente.

Imballaggio ed etichettatura

  • Il materiale di imballaggio non deve contenere PVC.
  • La carta o il cartone utilizzati nell’imballaggio devono essere riciclati o certificati da agenzie globali appropriate. FSC (Forest Stewardship Council) e PEFC (Program for the Endorsement of Forest Certification) sono agenzie di certificazione riconosciute. Mirano a proteggere le foreste, fornendo legno di provenienza responsabile.
  • I metodi di stampa non devono includere ftalati e PVC.

Qualità del tessuto

  • I prodotti finiti devono essere controllati per resistenza alla luce, al lavaggio e allo sfregamento. Questi sono metodi standardizzati per garantire la solidità del colore.
  • Anche il valore di restringimento del prodotto finale viene valutato per soddisfare le linee guida GOTS.

Criteri sociali e umanitari

  • I datori di lavoro delle unità certificate GOTS vengono assunti secondo le norme chiave dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO).
  • Le condizioni di lavoro devono essere sicure e igieniche.
  • A tutti i dipendenti deve essere garantito un salario minimo fisso.
  • Non dovrebbero essere sovraccaricati di lavoro o trattati duramente.
  • La discriminazione non dovrebbe essere praticata.
  • Il lavoro minorile non dovrebbe essere consentito.

Come controllare la certificazione GOTS?

Un prodotto certificato GOTS presenta un logo che conferma la certificazione. Se desideri verificare l’autenticità dell’etichetta GOTS su un prodotto specifico, controlla il database pubblico GOTS . Include l’elenco di tutti i produttori e prodotti certificati da GOTS. Scegli la categoria di prodotto appropriata sul sito web per controllare i dettagli sul logo GOTS.

Domande frequenti

Qual è il significato della certificazione GOTS?

Il Global Organic Textile Standard (GOTS) è uno standard di lavorazione tessile leader per i prodotti in fibra naturale. Questa certificazione è ampiamente accettata nei settori della vendita al dettaglio come garanzia di qualità per i tessuti organici. Lo standard globale include anche criteri sociali ed ecologici nell’intera filiera tessile. I prodotti GOTS sono realizzati in fabbriche che mantengono buone condizioni di lavoro, secondo le linee guida ILO. Questi prodotti contengono quantità trascurabili di sostanze chimiche, rendendoli rispettosi dell’ambiente.

Cos’è lo standard di contenuto organico (OCS)?

L’Organic Content Standard of Textile Exchange (OCS) tiene traccia dello stato organico dei tessuti. Verifica il contenuto di materiali coltivati ​​biologicamente in un prodotto finale. Un prodotto OCS deve contenere almeno il 5% di fibre organiche. A differenza di GOTS, gli standard OCS non controllano altri aspetti della catena di fornitura tessile.

GOTS è migliore di OEKO-TEX?

Il GOTS è uno standard globale per i tessuti organici, mentre OEKO-TEX copre i tessuti organici e non biologici, ma entrambi sono standard accettati a livello internazionale. Un prodotto con una certificazione GOTS o OEKO-TEX viene sottoposto a test approfonditi. Se hai sensibilità chimiche, un prodotto GOTS è migliore per te perché include materiali organici coltivati ​​senza fertilizzanti chimici o pesticidi.

Il cotone biologico è migliore del cotone normale?

Il cotone biologico è migliore del cotone normale perché viene coltivato senza fertilizzanti chimici e pesticidi. Il cotone biologico soddisfa anche criteri ambientali di alto livello che mantengono il suolo, l’aria e l’acqua liberi da contaminanti chimici. Tuttavia, il cotone biologico è più costoso del cotone normale.

Quando acquisti prodotti in cotone, sia biologico che non biologico, cerca cotone a fibra lunga o a fiocco extra lungo (ELS). La lunghezza (fiocco) delle fibre di cotone determina la qualità e la durata del prodotto. In genere, i prodotti in cotone a fibra lunga o ELS sono più lussuosi e resistenti del cotone a fibra corta.

Come ottengo il mio certificato GOTS?

I trasformatori tessili, i produttori e i commercianti possono richiedere una certificazione GOTS contattando un ente di certificazione approvato da GOTS nel loro paese o in un paese vicino. I revisori e gli ispettori delle agenzie di certificazione controllano se tutte le linee guida GOTS sono soddisfatte. All’incontro con le linee guida, le agenzie conferiscono il certificato GOTS.

Conclusione

Con la crescente consapevolezza degli effetti nocivi di alcune sostanze chimiche, c’è una notevole domanda di fibre organiche nel mondo di oggi. Alcune sostanze chimiche possono essere tossiche per la salute umana e l’ambiente.

Lo standard GOTS limita l’uso di sostanze chimiche aggressive come formaldeide e ftalati, che possono emettere gas nocivi. Poiché esistono agenzie di certificazione GOTS in più di 45 paesi, questi prodotti hanno un ampio appeal e sono accettati nei principali mercati di tutto il mondo.

Questo articolo è a scopo informativo e non deve sostituire i consigli del medico o di un altro professionista medico.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

Cos’è GOLS (Global Organic Latex Standard)?

GREENGUARD Gold

Cosa significa una certificazione GREENGUARD Gold?