in

Dieta per insufficienza renale: quali cibi mangiare e quali evitare

Nella dieta per l’insufficienza renale è necessario controllare l’assunzione di alcuni nutrienti come sodio, fosforo, potassio e proteine. Nei casi più gravi in ​​cui i reni non funzionano più bene o in caso di dialisi è necessario controllare anche la quantità di liquidi che vengono ingeriti quotidianamente, inclusi acqua, succhi e zuppe.

Quando si tratta di insufficienza renale, significa che la capacità dei reni di filtrare i rifiuti dal sangue e formare l’urina è ridotta, quindi provoca l’accumulo nel sangue di alcuni rifiuti e minerali, come quelli sopra menzionati, che possono causare gravi conseguenze, ciò è dovuto alla restrizione di questi nutrienti nella dieta.

Pertanto, questi individui devono ridurre l’assunzione di proteine ​​come carne, pesce, cereali e alcuni tipi di frutta e verdura come arancia e kiwi. Tuttavia, nel caso di alimenti ricchi di potassio, ci sono alcune tecniche che possono essere utilizzate per ridurre la quantità di potassio in frutta e verdura, come sbucciarli prima di consumarli.

Advertising

Alimenti da controllare

L’insufficienza renale può essere acuta o cronica, quindi le restrizioni alimentari nella dieta variano a seconda del tipo di insufficienza e dello stadio della malattia. 

Idealmente, in queste situazioni, l’individuo dovrebbe rivolgersi a un nutrizionista specializzato della zona per sviluppare un piano nutrizionale individuale basato sui test di laboratorio della persona, pertanto gli alimenti che verranno menzionati di seguito dovrebbero essere consumati con moderazione, poiché il fatto che essi vengono ingeriti o meno dipenderà dai valori di laboratorio:

1. Alimenti che contengono potassio

I reni delle persone con insufficienza renale hanno difficoltà a rimuovere il potassio in eccesso dal sangue, quindi queste persone devono controllare l’assunzione di questo minerale, evitando di abusarne. Gli alimenti ricchi di potassio sono:

  • Frutta : avocado, banana, cocco, fico, guava, kiwi, arancia, papaia, frutto della passione, mandarino, uva, uva passa, prugna, prugna secca, melone, albicocca, mora, dattero;
  • Verdure : patata, patata dolce, manioca, sedano creolo, carota, bietola, barbabietola, sedano, cavolo cappuccio, cavoletti di Bruxelles, ravanello, pomodoro, cuori di palma in scatola, spinaci, rapa e cicoria;
  • Legumi : fagioli, lenticchie, piselli, ceci, soia, fagioli di Lima;
  • Cereali integrali: grano, riso, avena;
  • Alimenti integrali : biscotti, pasta integrale, cereali per la colazione;
  • Semi oleosi : arachidi, anacardi, mandorle, nocciole;
  • Prodotti industrializzati : tavolette di cioccolato, salsa di pomodoro, brodo di manzo e pollo;
  • Bevande : acqua di cocco, bevande sportive, tè nero, tè verde, tè mate;
  • Semi : sesamo, semi di lino;
  • Papelón o guarapo di canna da zucchero;
  • Sal luce.

Un eccesso di potassio può causare debolezza muscolare, aritmie e arresto cardiaco, quindi la dieta per l’insufficienza renale cronica deve essere individualizzata e accompagnata dal medico e dal nutrizionista, che valuteranno le quantità adeguate di nutrienti che ogni persona dovrebbe ingerire.

Idealmente, mangia cibi a basso o moderato contenuto di potassio. Consulta un grafico che indica quali alimenti sono ricchi, moderati e poveri di potassio .

Come ridurre il potassio negli alimenti

Esistono alcune strategie che possono aiutare a ridurre la quantità di potassio in frutta e verdura, queste sono: 

  • Pelare la frutta e la verdura;
  • Tagliare e sciacquare bene il cibo;
  • Mettere le verdure a bagno in acqua in frigorifero per un giorno, prima dell’uso;
  • Mettete il cibo in una pentola con acqua e fate bollire per 10 minuti. Quindi scolare l’acqua e cuocere di nuovo con acqua per poi preparare il cibo come si desidera.

Un altro suggerimento importante è quello di evitare l’uso di pentole a pressione e microonde per preparare i pasti, poiché queste tecniche concentrano il contenuto di potassio nel cibo impedendo il cambio dell’acqua.

Vedi più in dettaglio come abbassare il potassio negli alimenti .

2. Alimenti ricchi di fosforo

Anche gli alimenti ricchi di fosforo dovrebbero essere consumati con moderazione da persone con insufficienza renale cronica per controllare la funzione renale. Questi alimenti sono:

  • Peccati in scatola;
  • Salumi, affumicati e insaccati come insaccati e insaccati;
  • Pancetta, Pancetta;
  • Tuorlo;
  • Latte e derivati;
  • Soia e derivati;
  • Fagioli, lenticchie, piselli, mais;
  • Semi oleosi come anacardi, mandorle e arachidi;
  • Semi come sesamo e semi di lino;
  • Cocada;
  • Birra, cola e cioccolata calda.

I sintomi dell’eccesso di fosforo sono prurito, ipertensione e confusione mentale e le persone con insufficienza renale dovrebbero fare attenzione a questi segni.

3. Alimenti ricchi di proteine

Le persone con insufficienza renale cronica devono controllare il consumo di proteine, perché durante il loro metabolismo vengono prodotti rifiuti tossici che si accumulano nel sangue e non possono essere eliminati. Per questo motivo è importante evitare un consumo eccessivo di carne, pesce, uova, latte e derivati, poiché sono alimenti ricchi di proteine .

Idealmente, una persona con insufficienza renale dovrebbe mangiare 1 piccola bistecca a pranzo e cena e 1 bicchiere di latte o yogurt al giorno. Tuttavia, questa quantità varia a seconda di come funziona il rene, essendo più restrittiva in quelle persone in cui il rene funziona a malapena. 

4. Alimenti ricchi di sale e acqua

Le persone con insufficienza renale devono anche controllare l’assunzione di sale, poiché l’eccesso aumenta la pressione sanguigna e costringe il rene a lavorare, compromettendo ulteriormente la funzione di questo organo. Lo stesso accade con i liquidi in eccesso, poiché queste persone producono poca urina ei liquidi in eccesso finiscono per accumularsi nel corpo, causando problemi come gonfiore e vertigini.  

Pertanto, l’uso di: 

  • Shall;
  • Salse come ketchup, maionese, aioli, tra gli altri;
  • Pasta di pomodoro;
  • Condimenti come cubetti, salsa di soia e salsa Worcestershire;
  • Alimenti in scatola e cibi pronti surgelati;
  • Spuntini, patatine e cracker con sale;
  • Fast food;
  • Zuppe in polvere o in scatola.

Per evitare l’eccesso di sale, una buona opzione è usare erbe aromatiche per condire cibi come prezzemolo, aglio e basilico. Il medico o il nutrizionista indicherà la quantità appropriata di sale e acqua consentita per ogni persona individualmente.  

Menu di esempio per insufficienza renale 

Nella tabella seguente indichiamo un menu di esempio per una persona con insufficienza renale che ha valori di potassio e fosforo controllati:

Pasti principaliGiorno 1Giorno 23 ° giorno
Prima colazione2 fette di pane con 1 fetta di formaggio + 1/2 tazza di fragole2 frittelle fatte con farina di grano o amaranto + 1 cucchiaio di marmellata di frutta + 2 fette di ananas2 uova strapazzate con paprika e cipolla a dadini + 1 mela
Spuntino mattutino1 mela1 durazno1/2 tazza di fragole
Pranzo cena60 g di petto di pollo con 1 tazza di purea di patate dolci (deve essere sbucciata, tagliata a cubetti e messa a bagno per 2 ore prima della cottura) + 1/2 tazza di spinaci cotti conditi con 1 cucchiaio di olio d’oliva60 g di carne macinata con 1 tazza di pasta + insalata di lattuga, cipolla e carote grattugiate + 1 cucchiaio di olio d’oliva 60 g di nasello con 1 tazza di riso alla paprika + 1 tazza di insalata di broccoli cotti con carote senza pelle (lasciate a bagno queste verdure per 2 ore prima della cottura) + 1 cucchiaio di olio d’oliva
Spuntino pomeridiano1 muffin fatto in casa1 tazza di popcorn fatto in casa o 1 tazza di gelatina3 fette biscottate con marmellata di frutta

Nota: è importante ricordare che questa dieta deve essere adattata da un nutrizionista specializzato della zona, poiché deve essere considerato il risultato di test di laboratorio, lo stadio della malattia renale, se si hanno restrizione di liquidi o altre malattie associate, nonché altri parametri importanti che consentono al professionista di predisporre il piano nutrizionale individualizzato e con le quantità adeguate.

Inoltre, il nutrizionista potrebbe valutare se è necessaria un’integrazione orale con formule nutrizionali specializzate in caso di dimagrimento.

Come scegliere gli snack

Le restrizioni nella dieta del paziente con problemi renali possono rendere difficile la scelta degli spuntini. Per questo motivo, i 3 consigli più importanti per la scelta di spuntini sani sono:

  • Preferisci frutti con contenuto di potassio basso o moderato. In caso di consumo ad alto contenuto di potassio, va cotto per ridurre l’apporto di questo minerale;
  • Limitare gli alimenti industrializzati e trasformati che sono generalmente ricchi di sale o zuccheri, preferendo preparazioni fatte in casa;

Inoltre, l’assunzione di cibi proteici negli snack dovrebbe essere evitata.

Dieta per insufficienza renale acuta

La dieta per l’insufficienza renale acuta viene generalmente svolta a livello ospedaliero, perché è una situazione che si verifica all’improvviso e viene trattata in ospedale, essendo attentamente calcolata dal nutrizionista, e può essere necessario anche utilizzare il cibo per via endovenosa per somministrare la quantità di nutrienti che l’individuo richiede.

La funzionalità renale viene solitamente ripristinata e all’individuo vengono fornite istruzioni specifiche su cosa mangiare per evitare l’accumulo di tossine che vengono eliminate attraverso i reni. Normalmente questa dieta è solitamente povera di proteine, potassio, sale e fosforo, come nell’insufficienza renale cronica, fino a quando la funzionalità renale non ritorna completamente alla normalità.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0
Advertising

Dieta proteica / iperproteica: cibi consentiti e da evitare

Come abbassare il potassio negli alimenti?