in

Piante e allergie

La rinite allergica stagionale causata da una reazione immunitaria di polline delle piante è innescata da piante diverse in diversi momenti dell’anno. Questo disturbo immunitario, comunemente chiamato febbre da fieno o allergia ai pollini, colpisce milioni di persone ogni anno.

Disordine immunitario
La rinite allergica stagionale è una malattia immunitaria caratterizzata da reazioni allergiche al polline di alberi, erbe, erbacce, spore di muffe o funghi.

Advertising

Il sistema immunitario di una persona con rinite allergica riconosce i pollini allergeni o altre sostanze nocive.

Reazione allergica
Quando gli allergeni entrano nel corpo il sistema immunitario produce grandi quantità di istamina e leucotrieni che causano il tipico naso che cola, starnuti, prurito alla gola e lacrimazione, prurito agli occhi. I sintomi sono in genere peggio quando che si sta all’aria aperta.

Effetto scatenante comune
La febbre da fieno in primavera è molto probabilmente causata dai pollini degli alberi. Le allergie in estate possono essere causate da erba e pollini di erbe infestanti. L’ambrosia è un fattore scatenante comune in autunno, e spore di muffe e funghi sono colpevoli tipici da novembre a marzo.

Un carattere ereditario
L’aumento della sensibilità allergica è un tratto ereditario. La maggior parte delle persone con rinite allergica hanno un genitore o un fratello con la stessa condizione. Una storia familiare di rinite allergica aumenta il rischio di sviluppare allergie stagionali.

Inizio
L’insorgenza della rinite allergica si presenta solitamente dall’infanzia all’età adulta, ma può presentarsi a qualsiasi età. Fino al 20 per cento dei bambini e addirittura il 30 per cento degli adolescenti soffrono di allergie stagionali. La condizione è più comune nei maschi.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

Probiotici e Prebiotici. Conosci le differenze?

A tutto Bio, perché ecosostenibile è fashion