in

7 Cause di mancanza di respiro quando si è sdraiati

Ortopnea è il termine medico per la sensazione di mancanza di respiro quando si è sdraiati. Altre volte, una persona potrebbe provare dispnea parossistica notturna o svegliarsi improvvisamente con il fiato corto. Mentre…

Ortopnea è il termine medico per la sensazione di mancanza di respiro quando si è sdraiati. Altre volte, una persona potrebbe provare dispnea parossistica notturna o svegliarsi improvvisamente con il fiato corto.

Sebbene i sintomi possano variare, le persone con mancanza di respiro possono sentirsi soffocate, non essere in grado di respirare abbastanza aria, avere senso di costrizione toracica e sentirsi a disagio durante la respirazione.

Advertising

Ortopnea e dispnea parossistica notturna possono impedirti di dormire correttamente, compromettendo la tua salute generale. Il nostro articolo esamina le cause della mancanza di respiro quando si è sdraiati. Anche se non si tratta di un’emergenza medica, se soffri regolarmente di mancanza di respiro, è una buona idea parlare con il tuo medico.

1. Apnea notturna

L’apnea notturna è uno dei motivi più comuni per cui le persone hanno il respiro corto mentre sono sdraiate. Spesso confusa con il semplice russare, l’apnea ostruttiva del sonno (OSA) provoca respiri superficiali o pause nella respirazione durante il sonno. I muscoli della gola si rilassano e ostruiscono le vie respiratorie, soprattutto quando si è sdraiati sulla schiena.

Le persone con apnea notturna potrebbero russare, difficoltà a dormire, svegliarsi con bocca secca o mal di gola e stanchezza diurna. Semplici decongestionanti nasali possono essere sufficienti per risolvere l’apnea notturna, anche se i sintomi di alcune persone potrebbero rispondere meglio a dispositivi di respirazione come un boccaglio o una macchina a pressione positiva continua (CPAP) .

2. Insufficienza cardiaca

L’insufficienza cardiaca congestizia spesso causa difficoltà a respirare quando si è sdraiati. Con questa condizione, il cuore non è in grado di pompare il sangue in modo efficiente e rilassarsi come al solito. L’insufficienza cardiaca è generalmente causata da altre condizioni di salute e malattie, tra cui ipertensione, infarto o difetti cardiaci.

L’insufficienza cardiaca è imprevedibile e peggiora con il tempo. La malattia causa mancanza di respiro, affaticamento, accumulo di liquidi in piedi, gambe e addome, tosse e perdita di appetito.

L’insufficienza cardiaca è una condizione molto grave e può diventare fatale, tuttavia è possibile convivere con la condizione. Esistono farmaci e interventi chirurgici efficaci utilizzati per prolungare la durata della vita o risolvere eventuali cause sottostanti.

3. Obesità

Se porti un peso in eccesso, potresti avere difficoltà a respirare normalmente. Quando sei sdraiato, l’addome e il torace potrebbero essere compressi e non essere in grado di espandersi completamente. Sebbene l’obesità possa essere causata da scelte di vita, anche alcune malattie, farmaci e problemi socioeconomici e di classe sono legati all’obesità.

L’obesità è comunemente collegata ad altre condizioni di salute, come ipertensione, ipertensione, diabete e alcuni tipi di cancro. Perdere peso seguendo una dieta sana e un regime di esercizio fisico può alleviare i sintomi, ma parla sempre con il tuo medico per discutere un piano di perdita di peso.

4. Disturbo di panico

Il disturbo di panico è un tipo di ansia in cui una persona sperimenta ansia o attacchi di panico, sensazione di perdita di controllo, paura estrema e distacco. Gli attacchi di panico sono improvvisi e possono durare diversi minuti, provocando la mancanza di respiro o l’incapacità di respirare normalmente. Insieme ai sintomi psicologici, una persona può provare sudorazione, tremore, soffocamento, vertigini, formicolio. Se soffri di disturbo di panico, chiedi consulenza, terapia cognitivo comportamentale o psicoterapia.

5. Malattia polmonare ostruttiva cronica (COPD)

La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è un gruppo di malattie polmonari, come l’enfisema o la bronchite cronica, ed è comunemente causata dalla scarsa qualità dell’aria. In un paziente con BPCO, le sacche d’aria dei polmoni sono danneggiate e i tubi respiratori si restringono, rendendo difficile respirare correttamente.

Senza trattamento, la BPCO peggiora nel tempo. Il trattamento non invertirà il danno polmonare, ma gli inalatori, la chirurgia e la riabilitazione possono migliorare i sintomi.

I sintomi della BPCO includono tosse cronica o respiro sibilante, mancanza di respiro durante il completamento delle attività regolari, frequenti infezioni respiratorie e affaticamento.

6. Gravidanza

Durante la gravidanza, l’utero in crescita preme contro gli organi, in particolare il diaframma e i polmoni, riducendo la capacità polmonare. Inoltre, il corpo rilascia un ormone chiamato progesterone, stimolando il cervello a fare respiri più veloci. Mentre la gravidanza continua, il corpo ha bisogno di pompare più sangue per accogliere il feto in crescita.

Sentirsi senza fiato durante la gravidanza è del tutto normale e in genere scompare dopo la nascita. Insieme alla mancanza di respiro, le donne incinte possono avere dolore al petto, palpitazioni cardiache e affaticamento.

7. Infezioni respiratorie

Le infezioni respiratorie, come il comune raffreddore, l’influenza lieve o le infezioni del seno, sono una causa comune di mancanza di respiro. Durano solo dai 3 ai 14 giorni, quindi la difficoltà respiratoria dovrebbe passare con la malattia stessa.

Esistono due tipi di infezioni respiratorie: un’infezione superiore e un’infezione inferiore. Un’infezione delle vie respiratorie superiori inizia ai seni e termina alle corde vocali, mentre l’infezione inferiore inizia alle corde vocali e termina ai polmoni.

Anche se i sintomi variano in base a un’infezione delle vie respiratorie superiori o inferiori, potresti soffrire di mal di gola, naso che cola, mal di testa, starnuti e dolori.

Domande frequenti

La disidratazione può causare problemi di respirazione?

Sì, senza fluidi adeguati, il corpo non è in grado di fornire alle cellule energia sufficiente. L’acqua inumidisce i bronchi, i polmoni e le vie nasali del corpo. Inoltre assottiglia il muco e previene gli episodi di tosse. Bevi almeno 3,7 litri (125 once) di acqua se sei un maschio e 2,7 litri (91 once) di acqua se sei una donna ogni giorno per rimanere adeguatamente idratato.

Quando dovrei essere preoccupato per la mia mancanza di respiro?

I segni di un’emergenza medica includono:

  • Grave mancanza di respiro (incapacità di parlare)
  • Reazione allergica
  • Dolore al petto, dolore al braccio lancinante, sudorazione profusa (attacco di cuore)
  • Polso debole
  • Vertigini
  • Febbre
  • Respirazione rapida o frequenza cardiaca

Se si verifica uno di questi sintomi, consultare immediatamente un medico.

Come devo dormire per evitare la mancanza di respiro?

Considera l’idea di dormire in pendenza, con un cuscino a cuneo o una struttura del letto regolabile, per migliorare la circolazione ed evitare la mancanza di respiro. Potresti anche aggiungere un cuscino sotto le ginocchia per aiutare il tuo corpo a rilassarsi e fornire supporto extra alla schiena e alla colonna vertebrale.

Un’altra posizione da provare è sdraiarsi su un fianco con un cuscino tra le ginocchia. In questo modo, la lingua non si fermerà in fondo alla gola e non bloccherà le vie respiratorie.

Potresti anche provare a indossare strisce nasali e utilizzare uno spray salino o un sistema di irrigazione nasale per pulire i seni prima di andare a letto. Per gli individui con apnea notturna, l’uso di una macchina per la pressione positiva continua delle vie aeree (CPAP) può alleviare i sintomi.

La mancanza di ossigeno ti fa venire sonno?

Sì, la mancanza di ossigeno provoca letargia perché senza ossigeno il tuo corpo non è in grado di funzionare normalmente. Un livello basso di ossigeno nel sangue è qualcosa al di sotto di 60 millimetri di mercurio (mm Hg), mentre un normale livello di ossigeno nel sangue è compreso tra 75 e 100.

Come posso alleviare la mancanza di respiro?

Se la tua mancanza di respiro non è grave, puoi praticare tecniche di respirazione controllata come la respirazione con il labbro increspato e la respirazione diaframmatica per migliorare i tuoi sintomi. Puoi anche lasciare un ventilatore acceso nella tua stanza per alleviare la sensazione di mancanza di respiro.

Quando si soffre di apnea ostruttiva del sonno, il medico potrebbe consigliare di utilizzare una macchina CPAP o BiPAP (pressione positiva delle vie aeree bilivello) per alleviare la mancanza di respiro durante il sonno.

Conclusione

L’ortopnea è molto fastidiosa, può rovinare il sonno e in determinate situazioni non è sicura. Anche se la mancanza di respiro non è pericolosa per la vita, contatta sempre il tuo medico se hai una difficoltà inspiegabile a respirare quando sei sdraiato. Le cause e la gravità variano da caso a caso, quindi è importante ricevere diagnosi e opzioni di trattamento adeguate.

Questo articolo è a scopo informativo e non deve sostituire i consigli del medico o di un altro professionista medico.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

Come verificare se hai la sciatica

Painsonnia: 8 consigli per dormire meglio