in

La bellezza? Questione di… pelle!

D’estate è facile farla respirare: non è compressa da calze e vestiti che la costringono, il clima è ideale (spesso anche per una “sauna involontaria”!), il fondotinta non serve perché l’abbronzatura aiuta a coprire le imperfezioni, e spesso nelle località di vacanza lo smog è meno intenso che nelle città… Sto parlando della pelle, che invece in inverno soffre il freddo, il vento e non respira perfettamente.

Questo la porta ad essere spenta e opaca.
Per ovviare a questo problema ci sono delle piccole mosse quotidiane che potrebbero sembrare scontate, eppure ce ne dimentichiamo molto spesso!

Advertising

    pulizia del viso:
    dev’essere effettuata al mattino e alla sera, per eliminare eventuali residui della giornata. Il prodotto? Un latte o un gel detergente che rispetti il ph della pelle e che si adatti alle specifiche necessità di ogni tipo di cute. Quando effettuate l’operazione di sera, ricordatevi di mettervi sulle palpebre, dopo esservi struccate, due dischetti di cotone idrofilo imbevuti di tisana di camomilla, e idratate la pelle con una crema apposita: la notte le cellule si rigenerano, e la cute risulta più recettiva rispetto ai fattori idratanti e ai principi attivi.
    Acqua di risciacquo: dev’essere tiepida. Mai stressare la pelle con temperature “estreme”!
    Peeling: è fondamentale farlo! Il peeling è il trattamento estetico di pulizia maggiormente utilizzato per esfoliare e rinnovare l’epidermide. Generalmente per la preparazione di questi esfolianti si utilizzano sostanze come alfaidrossiacidi, betaidrossiacidi, acido salicilico, acido piruvico, TCA, acido azelaico, fitico, cogico, retinoico, resorcina e fenolo. Con quale frequenza farlo? Una volta a settimana dovrebbe bastare.

La pelle è il nostro “involucro”: trattarlo bene è questione di piccole azioni quotidiane che, se svolte con cura e amore, rendono grande il risultato finale!

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

Strategie anticrisi per le coppie moderne, basta poco per dire “Amore”

Bambini ipertesi davanti ai monitor