in

Nuova scoperta nella ricerca alla lotta contro il cancro

Grande scoperta tutta italiana nella ricerca alla lotta al cancro.
Un barlume di speranza, infatti, arriva dai ricercatori dell’ospedale “Misericordia e Dolce” di Prato.
La scoperta, effettuata dal team guidato da Laura Biganzoli, dirigente medico dell’unità di oncologia medica, avrebbe fatto luce su un farmaco capace di ridurre e evitare la crescita delle cellule tumorali.

La ricerca si è soffermata, infatti, sullo studio di gruppo di proteine con potenzialià inibitrici nelle cellule tumorali.
In parole povere, si tratterebbe di proteine che impedirebbero alle cellule tumorali di sopravvivere.

Advertising

Ovviamente si tratta di una ricerca allo stadio primordiale e che, quindi, sta attraversando la delicata fase di
sperimentazione. Il progetto e la scoperta sono state presentate durante la giornata nazionale della fondazione
Airc.

Lo studio ha notato come alcune cellule tumorali abbiano una proteina chiamata Parp  il cui scopo è quello diriparare il dna del tumore, qualora questo venga danneggiato. L’azione dei medici, quindi, sarebbe orientata verso la sperimentazione dei cosiddetti farmaci parp-inibitori che, quindi, bloccherebbero la ricostruzione dei tessuti danneggiati del tumore causando, conseguentemente la morte delle cellule tumorali.
Il risulato sarebbe un deciso restingimento del tumore e l’arresto della sua crescita.

Non ci resta che aspettare che lo studio su questi farmaci arrivi alla sperimentazione clinica, per vedere se irisultati sono effettivamente quelli sperati.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

La coppettazione esplode a Hollywood

Alzheimer prevenirlo con sport e alimentazione