in

Palatoschisi: che cos’è e sintomi della malformazione genetica

 

La palatoschisi è una malformazione congenita che colpisce il palato duro o il palato molle, presentandosi attraverso una fessurazione di grandezza variabile; generalmente, la palatoschisi si associa a un’altra malformazione del viso, il labbro leporino, e causa diverse difficoltà nel parlare e non solo nei neonati e negli adulti.

Advertising

Negli ultimi anni, il crescente interesse di diversi utenti nei confronti di alcune piattaforme, come quelle dei migliori siti sicuri di scommesse sportive online, ha reso possibile anche l’approfondimento su altre tipologie di piattaforma, come quelle dedicate a portali di salute e trattamenti di natura medica. Per questo motivo, è stato possibile scoprire di più a proposito della palatoschisi, relativamente a sintomi, cause e sintomi di questa condizione medica.

Che cos’è la palatoschisi

In termini prettamente medici, la palatoschisi si presenta come una malformazione congenita che colpisce il palato molle o il palato duro. Generalmente, è possibile che la palatoschisi si presenti in unione a un’altra malformazione congenita, il labbro leporino, dal momento che chi soffre di quest’ultimo presenta una o due fessure sul labbro superiore, che possono giungere fino al pavimento delle narici nasali. Per quanto sia particolarmente comune, tuttavia, l’associazione tra labbro leporino e palatoschisi non è assolutamente certa.

 

La condizione colpisce circa 1 o 2 neonati su 1000, trattandosi di una delle condizioni congenite più comuni in paesi come il Regno Unito e gli Stati Uniti. La palatoschisi è più diffusa nella popolazione femminile, dal momento che, secondo alcuni studi, le neonate femmine con palatoschisi sarebbero circa il doppio, in numero, rispetto ai neonati maschi. La condizione, infine, è poco comune tra gli africani e gli afroamericani, essendo particolarmente diffusa tra le popolazioni bianche e caucasiche.

 

Cause della palatoschisi

 

Non è stata ancora trovata una causa ufficiale che determini l’insorgere della malformazione congenita della palatoschisi che, tuttavia, si è sicuri del fatto che si presenti intorno alla sesta settimana dello sviluppo fetale; la palatoschisi e ottenuta da un processo che permette, ai tessuti del volto, di saldarsi in modo anomalo punto per questo motivo, la formazione del palato, che rappresenta la tappa finale del processo embrionale di creazione del volto, non avviene nel modo migliore possibile. In alcuni casi, addirittura, la saldatura non avviene, creano delle fessure ancor più ampie e, dunque, una condizione di palatoschisi peggiore.

 

Non essendo state ritrovate delle cause ufficiali che determinino la palatoschisi, è stato ipotizzato che le possibili cause derivino da fattori genetici o ambientali, che garantiscono, dunque, delle malformazioni o delle anomalie nel DNA. Di sicuro, è stato identificato che alcuni fattori, in grado di determinare un peggioramento della situazione, sono dettati dal tabagismo in periodo di gravidanza e dall’assunzione di determinati farmaci, come antiepilettici, farmaci per l’acne o metatressato. Tra gli altri fattori che determinano l’insorgere di palatoschisi figurano l’alcolismo, l’obesità, l’età avanzata, la carenza di acido folico e il diabete.

 

Sintomi della palatoschisi

 

A questo punto, si possono prendere in considerazione, in modo più preciso, i sintomi della palatoschisi, che possono essere osservati o in una prima fase della vita del neonato o nei mesi e negli anni successivi, accompagnando la persona per diversi anni o, addirittura, per tutta la vita. Il primo sintomo è dettato dalla difficoltà di succhiare il latte materno e di mangiare nei primi mesi di vita. Ovviamente, nel corso della crescita, ci si abitua alla complicazione genetica e si riesce nell’adattamento, per quanto mangiare sia sicuramente più complicato. I problemi riguardano anche il parlare, dal momento che chi soffre di palatoschisi è destinato a esprimersi in modo poco chiaro, con la tendenza a sviluppare una voce nasale.

 

Tra gli altri problemi ci sono sicuramente problematiche ai denti e infezioni dell’orecchio, tra cui spiccano le deformazioni a carico della tromba di Eustachio, il calo dell’udito, una maggiore proliferazione batterica e, di conseguenza, una complicazione generale nel sentire bene da parte di chi soffre di palatoschisi.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

Come far passare il singhiozzo ai neonati

Riconoscere e prevenire la cistite è possibile