in

Quali sono le differenze tra raffreddore, influenza e Covid-19?

Il raffreddore, l’influenza e il Covid-19 hanno tutti dei sintomi simili, quindi come è possibile sapere quale sia uno e cosa dovresti fare se sei preoccupato? È una disposizione comune: dopo aver appena tirato su col naso per tutta l’estate, ti ritrovi a tossire e starnutire fino all’autunno. Che si tratti solo di un raffreddore o (nei casi più gravi) di un’influenza, c’è sempre un aumento dei casi man mano che il freddo aumenta. Non è del tutto chiaro perché il raffreddore e l’influenza siano più comuni in autunno e in inverno, ma gli scienziati hanno alcune idee. Il freddo può influenzare il modo in cui il nostro sistema immunitario tratta i virus. Una mancanza di umidità nell’aria può aiutare questi virus a prosperare. E poiché trascorriamo più tempo in casa, potremmo entrare in contatto con più persone che hanno infezioni.

Purtroppo quest’inverno avremo a che fare con un altro dannoso problema, oltre ai soliti sospetti. In questa fase, è difficile dire in che modo le temperature più fredde influenzeranno il contagio di Covid-19, ma sappiamo che c’è molo da fare per evitare una seconda ondata. Potremmo anche aspettarci che le cose siano confuse. Con così tanti virus diversi che girano – ognuno con sintomi abbastanza simili – potrebbe essere difficile sapere se hai a che fare con un raffreddore, influenza o Covid-19. “Tutte queste infezioni comportano tosse, mal di gola, affaticamento, dolori e dolori”, afferma la dott.ssa Stephanie Colbourn, un medico di famiglia presso il Portland Medical Center di South Norwood. “La chiave per capire la differenza tra questi virus è comprendere quali sono i sintomi che predominano”.

È fondamentale ricordare, tuttavia, che nessuna diagnosi basata sui soli sintomi è accurata al 100% e se si hanno sintomi che potrebbero essere dovuti a Covid-19, è essenziale isolarsi, sottoporsi a un test il prima possibile, rimanere in isolamento finché non si hanno i risultati e seguire le istruzioni che vi vengono fornite se il test è positivo. Se il test è negativo, potete lasciare l’autoisolamento non appena vi sentite meglio.

Advertising

Se è solo un raffreddore…

Se è solo un raffreddore, i sintomi tendono a rimanere nelle vie aeree superiori, il che significa che è molto probabile che si verifichi un naso chiuso, starnuti e mal di gola. Probabilmente vi sentirete bene, altrimenti, potreste avvertire un senso di malessere o di stanchezza. “La produzione di muco può portare a una tosse che si sente ‘umida’, ma ciò non significa che sia necessariamente un’infezione al torace. Altri sintomi possono includere dolori più o meno forti e affaticamento”, afferma la dottoressa Colbourn. Ci sono 200 diversi virus noti per causare il raffreddore, molti dei quali appartengono alla famiglia dei rhinovirus.

In alcuni casi, il colpevole è un tipo di virus, anche se per fortuna non è lo stesso tipo che causa Covid-19. La maggior parte dei sintomi da raffreddore andrà via da sola in una settimana circa senza trattamento, ma nel frattempo potete assumere rimedi da banco per alleviare i sintomi.

Se è l’influenza…

L’influenza (nota anche come raffreddore) è in genere più grave di un raffreddore e può portare a complicazioni come la polmonite nelle persone vulnerabili. Causato da una serie di diversi virus influenzali, può colpire sia il sistema respiratorio superiore che quello inferiore e tende a durare una o due settimane, anche se l’affaticamento può persistere un po’ più a lungo. “L’influenza tende a causare più sintomi a tutto il corpo piuttosto che alle vie aeree superiori, come febbre, affaticamento, dolori e mal di testa. Tuttavia, è possibile provare tosse secca e mal di gola”, afferma la dottoressa Colbourn.

Ogni anno, alle persone a rischio di complicanze viene offerto un vaccino antinfluenzale dal Sistema Sanitario Nazionale. Quest’anno ancora più persone potranno beneficiare di una vaccinazione antinfluenzale gratuita. Se rientrate in questa categoria, è una buona idea vaccinarsi in autunno prima dell’inizio della stagione influenzale. Potreste anche essere in grado di vaccinarvi privatamente, ad esempio tramite il vostro farmacista.

Se è Covid-19

Il Covid-19 che è causato da un nuovo tipo di virus, può essere estremamente grave in alcune persone, mentre in altre causa solo sintomi lievi (o asintomatici). A causa del rischio di trasmetterlo a persone vulnerabili, è fondamentale contenerne la diffusione, anche se si è a basso rischio di malattie gravi. “Una differenza fondamentale con il Covid-19 è che la febbre e la tosse secca sono i sintomi principali “, afferma la dottoressa Colbourn. Un’altra differenza è che il Covid-19 può causare mancanza di respiro e perdita del senso del gusto e dell’olfatto (anosmia) Questi possono essere accompagnati da stanchezza, dolori e dolori”.

Dal momento che l’elenco dei possibili sintomi è lungo, i tre principali sono febbre, tosse secca e anosmia. “Se si sviluppa uno qualsiasi di questi sintomi, si prega di autoisolarsi immediatamente”, afferma la dottoressa Colbourn. “Questo aiuta a prevenire la diffusione del virus che potrebbe causare una forma grave della malattia nelle persone con un sistema immunitario più debole”. Potete utilizzare il nostro strumento di verifica del coronavirus per scoprire cosa fare dopo. Se siete preoccupati… Sfortunatamente, se i sintomi sono vaghi, c’è davvero solo un modo per rilassarsi ed è quello di fare il test. Il Sistema Sanitario Nazionale fornisce gratuitamente i test per il Covid-19 e consiglia di eseguire il test nei primi cinque giorni in cui si manifestano i sintomi. Potete prenotare una visita tramite un sito o ordinare un test a casa. “Se avete bisogno di risultati più rapidi o avete requisiti speciali, un test privato può fornire i risultati entro 24 ore e costa meno di £ 250”, afferma il dott. Mark Ali, direttore medico della Private Harley Street Clinic. Sebbene la capacità di test del Regno Unito sia stata esaminata sin dall’inizio, l’obiettivo è di arrivare a 500.000 test al giorno entro la fine di ottobre. Il governo prevede inoltre di implementare test rapidi con tampone in ospedali e case di cura. Questi nuovi test con tampone, che richiedono solo 90 minuti per l’elaborazione, hanno la capacità di verificare la presenza di influenza e altri virus oltre a Covid-19. Questo dovrebbe essere estremamente utile man mano che ci si avvicina alla stagione influenzale. “Riconosciamo che ci sarà un aumento sostanziale della domanda di test man mano che ci si avvicina alla tradizionale stagione del raffreddore e dell’influenza”, afferma il dott. Ali. “Tuttavia, non esiste una soluzione alternativa per questo: solo i test possono fornire chiarezza e proteggere non solo la vostra persona, ma anche la società che vi circonda”.

Il dottor Colbourn aggiunge che, se il vostro studio medico di base fornisce l’accesso a una piattaforma di triage digitale, è una buona idea utilizzare questa risorsa. Altrimenti, potete chiedere aiuto tramite 111, che vi indirizzerà verso la risorsa sanitaria appropriata.

Nel frattempo, è importante ridurre il rischio di contrarre il Covid-19 (e forse anche raffreddore e influenza) seguendo le linee guida esistenti. “Per favore, continuate a indossare una maschera, lavarvi spesso le mani e aderire alle linee guida di distanziamento sociale quando siete in pubblico per aiutare a mediare il potenziale impatto di un secondo picco di casi di Covid-19”, dice. “Inoltre, in caso di dubbio, parlate con il vostro farmacista locale che sono una incredibile fonte di informazioni!”  

 

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0
Advertising

Ureacina-20 foglietto illustrativo: utilizzo, dosaggio e controindicazioni

vemurafenib foglietto illustrativo: utilizzo, dosaggio e controindicazioni