in

ALCOL IN GRAVIDANZA:SI Al VINO ROSSO

Il consumo di alcol in gravidanza è una delle cause maggiori di ritardo mentale dei bambini nei Paesi occidentali, ma non se la bevanda alcolica preferita è il vino rosso: grazie alle proprietà dei suoi composti, come i polifenoli e gli antociani, è infatti in grado di limitare gli effetti tossici provocati dall’etanolo.

A dimostrarlo è uno studio portato a termine dall’Istituto di neurobiologia e medicina molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche di Roma (Inmm-Cnr), in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità e il Centro alcologico della Regione Lazio, guidato da Marco Fiore.
Lo studio, osserva l’esperto, spiegherebbe dunque perché, nei Paesi dell’area mediterranea dove è maggiore il consumo di vino rosso, “la Sindrome feto-alcolica sia più rara rispetto ad altri Paesi industrializzati, dove il consumo di alcol in gravidanza si basa prevalentemente su altre bevande alcoliche”.
Attenzione, però, avvertono i ricercatori: durante la gravidanza e l’allattamento il consumo di alcol deve comunque essere assolutamente evitato. vino rosso compreso

Advertising
Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

Possono mangiare frutta le persone con il morbo di Chron?

L’effetto della febbre tifoide in un bambino