in

Come funzionano i purificatori d’aria?

Che tu ci creda o no, la qualità dell’aria all’interno della tua casa può essere 5 volte più inquinata dell’aria esterna. L’inquinamento indoor può essere il risultato delle seguenti fonti: Chimico …

Che tu ci creda o no, il Rapporti EPA la qualità dell’aria all’interno della tua casa può essere 5 volte più inquinata dell’aria esterna. L’inquinamento indoor può essere il risultato delle seguenti fonti:

  • Vapori chimici da mobili, pavimenti, vernici e prodotti per la pulizia
  • Airborne muffa e la muffa spore causati da elevata umidità
  • Polvere, polline, peli di animali domestici e altri allergeni
  • Polvere proveniente da impianti di raffreddamento e riscaldamento ad aria forzata
  • Fumo da cucina o camini interni
  • Emissioni da veicoli vicini e inquinanti urbani
  • Amianto in casa
  • Perdite di radon o altre perdite di gas nocivi

Per creare case efficienti dal punto di vista energetico, rendiamo i nostri spazi abitativi ermetici. Tuttavia, questo processo riduce la ventilazione e sigilla gli inquinanti nocivi all’interno, con conseguente scarsa qualità dell’aria interna. Dato che trascorriamo tra l’80 e il 90 percento del nostro tempo a respirare aria interna, i contaminanti delle particelle fini possono farloinfluire sulla nostra salute generale —Questo è particolarmente vero per chi soffre di asma e allergie.

Advertising

Offerte del Cyber ​​Monday: Annuncio del 30% di sconto su tutti i materassi AmerisleepRichiedi l’affare ora

Secondo la US Environmental Protection Agency, uno dei modi più semplici per combattere questo problema e garantire che l’aria all’interno della casa sia sicura è usare un purificatore d’aria domestico di alta qualità.

Cos’è un purificatore d’aria?

Un purificatore d’aria è un dispositivo che pulisce l’aria dalle particelle sospese nell’aria come polvere, spore di muffe, gas, sostanze chimiche e odori. Potenti ventilatori interni alla macchina aspirano l’aria e la muovono attraverso una serie di filtri antiparticolato. Ogni filtro cattura un diverso tipo di inquinante. Una volta che l’aria è pulita, la ventola la espelle nuovamente nell’ambiente. Questo processo lascia l’aria della tua casa priva di batteri nocivi, allergeni e sostanze chimiche. Più efficiente è la macchina, più aria sarà in grado di pulire all’ora.

Tuttavia, non tutti i purificatori d’aria si basano sulla stessa tecnologia, né utilizzano lo stesso tipo di sistema di filtrazione. Alcune macchine potrebbero essere in grado di catturare minuscole particelle come polline, peli di animali domestici o acari della polvere, mentre altre no.

Domande frequenti

Cosa rimuovono i purificatori d’aria dall’aria?

A seconda del tipo di filtri utilizzati nella macchina, i purificatori d’aria possono rimuovere contaminanti e tossine dall’aria.

Con un filtro a carbone attivo, queste macchine possono rimuovere i gas naturali; Emissioni di COV (Composti Organici Volatili) da mobili, moquette e prodotti per la pulizia; odori sgradevoli; e inquinanti chimici.

Se la macchina utilizza anche un vero filtro dell’aria HEPA, sarà in grado di rimuovere il 99,97% di tutti gli inquinanti atmosferici fino a 0,3 micron di dimensione. Questi filtri possono impedire la diffusione di batteri e virus.

La maggior parte dei moderni purificatori d’aria dispone anche di un prefiltro. Il prefiltro è la prima barriera che l’aria attraversa quando entra nella macchina. Questo strato cattura le particelle più grandi, quindi il filtro primario, tipicamente il filtro HEPA, non è bloccato. Invece, il filtro HEPA può concentrarsi sulla rimozione dei contaminanti da particelle fini. Un pre-filtro efficace aumenterà l’efficienza complessiva del purificatore d’aria e la sua velocità di estrazione.

La maggior parte dei moderni sistemi di purificazione dell’aria avrà un filtro HEPA, un filtro a carbone attivo e un prefiltro.

Cos’è un micron?

Un micron, o micrometro, è un milionesimo di metro e circa 1 / 25.000 di pollice. I micrometri vengono utilizzati per misurare la dimensione di ciascuna particella aerodispersa. Queste particelle non sono visibili ad occhio nudo e possono essere viste solo con un microscopio. Piccole particelle possono essere inalate e muoversi rapidamente nell’aria della tua casa.

Un vero filtro HEPA può catturare particelle di dimensioni fino a 0,3 micron. Le particelle di polvere sono circa 0,3 micron, mentre i batteri variano da 0,2 a 2 micron. Quindi, un filtro dell’aria di alta qualità sarà in grado di catturare la maggior parte di queste particelle.

Esistono diversi tipi di purificatori d’aria?

Esistono 5 diversi tipi di purificatori d’aria sul mercato: quelli che si basano su filtri dell’aria HEPA, filtri a carbone attivo, filtri elettrostatici, generatori di ozono e luci UV. Questi tipi di filtri possono essere utilizzati singolarmente o insieme in una macchina. Di seguito vengono delineati i 5 tipi più comuni di filtri per la purificazione dell’aria.

  • I filtri HEPA , o filtri antiparticolato ad alta efficienza, sono in grado di catturare particelle fini di dimensioni fino a 0,3 micron, inclusi pollini, acari della polvere, peli e altri allergeni. Questi filtri per particelle fini sono spesso realizzati in schiuma, cotone o maglia fine e sono considerati sicuri ed efficaci. Ogni filtro HEPA avrà una classificazione MERV (valori minimi di rendicontazione dell’efficienza). Questa valutazione verifica la capacità del filtro di catturare particelle tra 0,3 e 10 micron. Più alto è il punteggio MERV, più piccole saranno le particelle che sarà in grado di catturare. La maggior parte dei purificatori d’aria avrà un filtro HEPA con una classificazione MERV compresa tra 7 e 13.
  • I filtri a carbone attivo  non intrappolano gli inquinanti da soli, quindi questi filtri sono spesso associati ad altre tecnologie. I filtri a carbone sono efficaci per intrappolare sostanze chimiche, COV, gas e odori di animali domestici.
  • ricevitori elettrostatici p  danno una carica negativa agli atomi di ossigeno in arrivo per intrappolarli in una piastra elettrostatica. Tuttavia, queste piastre tendono a riempirsi rapidamente di particelle, richiedendo una manutenzione costante. I costi di sostituzione del filtro con un filtro elettrostatico possono diventare costosi. Inoltre, questi dispositivi tendono a rilasciare ozono in casa, il che può contribuire a un ulteriore inquinamento dell’aria interna e problemi di salute.
  • I generatori di  ozono producono ozono per eliminare le impurità dall’aria. Questo processo è spesso utilizzato nella purificazione dell’acqua. Ma, per rimuovere efficacemente l’inquinamento dell’aria interna, la macchina deve produrre alti livelli di ozono, che possono essere dannosi per i polmoni.
  • I purificatori d’aria a luce ultravioletta  utilizzano una lampada UV per penetrare nella cellula dei microrganismi una volta che vengono aspirati nel dispositivo. Questo processo uccide l’inquinante e previene ulteriori contaminazioni. Poiché questa tecnologia non intrappola da sola l’inquinante, viene spesso abbinata ad altri sistemi di purificazione dell’aria, come quelli con filtro HEPA.

Cos’è un rating CADR?

Una valutazione CADR sta per Clean Air Delivery Rate. Questa valutazione misura il volume d’aria (in piedi cubi al minuto) che la macchina può pulire. Il test misura sia il particolato fine che le particelle più grandi. Il test CADR viene eseguito utilizzando fumo, polline e polvere poiché queste particelle hanno diverse dimensioni di micron. Ogni particella viene testata e viene assegnata una valutazione CADR.

I purificatori d’aria domestici con filtri HEPA tendono ad avere i valori CADR più alti, tra 240 e 180. Sono adatti anche quelli con un 179-120. Se il punteggio è inferiore a 60 per una qualsiasi delle particelle testate, la macchina potrebbe non rimuovere sufficientemente l’inquinante dall’aria.

Chi dovrebbe usare un purificatore d’aria?

L’aria pulita in casa è fondamentale per chi soffre di asma o allergie. Gli inquinanti nocivi possono scatenare attacchi di asma e sintomi di allergie. I filtri HEPA possono rimuovere la maggior parte di questi trigger dall’aria, aiutando te e la persona amata a respirare più facilmente.

Se vivi in ​​una città frenetica con livelli di inquinamento miti, potresti anche prendere in considerazione un purificatore d’aria. La ricerca mostra che gli abitanti delle città corrono un rischio maggiore di sviluppare il cancro ai polmoni  e altre malattie respiratorie. Un buon purificatore d’aria eliminerà gli inquinanti dell’aria esterna dalla tua casa e produrrà aria più pulita.

I purificatori d’aria rendono fredda la stanza?

I purificatori d’aria non regolano direttamente la temperatura della stanza. Tuttavia, queste macchine hanno ventole che aspirano l’aria e la spingono indietro di nuovo. Il costante movimento dell’aria può rendere più fresca una stanza più piccola. Più filtri passa l’aria prima di essere espulsa, più lento sarà il flusso d’aria.

I purificatori d’aria consumano molta elettricità?

Il purificatore d’aria medio consuma 550 chilowattora di elettricità all’anno. Questo è più o meno lo stesso consumo di energia del tuo computer. Per utilizzare meno energia, puoi ridurre l’impostazione della velocità della ventola quando non sei a casa.

Quanto tempo impiega un purificatore d’aria per iniziare a funzionare?

Quando si accende per la prima volta il purificatore d’aria, possono essere necessari da 30 minuti a 2 ore per pulire l’aria in una stanza standard di 219 piedi quadrati. Più efficiente è la macchina, minore sarà il tempo necessario per questo processo.

Quante ore al giorno dovrei far funzionare il mio purificatore d’aria?

Far funzionare il purificatore d’aria per un’ora o due ogni notte non pulirà adeguatamente l’aria nella tua casa. Queste macchine sono progettate per un uso continuo, quindi l’aria all’interno della tua casa rimane sempre pulita. Idealmente, questa pulizia dovrebbe avvenire 24 ore su 24.

Tuttavia, se sei preoccupato per l’efficienza energetica, puoi ridurre questo tempo a circa 12 ore al giorno. Poiché la maggior parte dei sistemi di purificazione dell’aria estrae a una velocità di 6 ricambi d’aria l’ora, 12 ore dovrebbero essere sufficienti per mantenere l’aria all’interno della tua casa priva di tossine. Se si sceglie di lasciare la macchina in funzione 24 ore al giorno, è possibile passare a un’impostazione bassa per risparmiare energia.

I purificatori d’aria possono essere dannosi?

I depuratori d’aria sicuri ed efficaci utilizzano un sistema di filtri antiparticolato per intrappolare ed eliminare i contaminanti. Questo processo non produce sottoprodotti dannosi ed è salutare per te e la tua famiglia. I veri filtri HEPA rimuovono gli inquinanti nocivi e producono aria pulita e purificata.

Tuttavia, i generatori di ozono e i filtri elettrostatici dell’aria possono produrre livelli elevati di ozono. Nel tempo, questo può portare a problemi respiratori.

Qual è la differenza tra un purificatore d’aria e un umidificatore?

I purificatori d’aria sono progettati per intrappolare particelle fini come polvere, peli, muffe e polline. Queste macchine non sono in grado di modificare il livello di umidità nella tua casa.

Gli umidificatori lavorano per aggiungere umidità all’aria per aumentare i livelli di umidità e prevenire la secchezza. Gli umidificatori non rimuovono l’inquinamento dell’aria interna né riducono il numero di particelle fini nell’aria.

Quanto dovrebbe essere grande il mio purificatore d’aria?

Un purificatore d’aria desktop o piccolo dovrebbe essere abbastanza grande da pulire sufficientemente una stanza piccola (tra 155 e 219 piedi quadrati). Tuttavia, se stai cercando di pulire l’aria in uno spazio ampio (tra 300 e 500 piedi quadrati), un sistema di purificazione dell’aria più alto e più sottile sarà la soluzione migliore.

Dove dovresti posizionare un purificatore d’aria?

Ogni purificatore d’aria avrà un’entrata in cui l’aria viene aspirata e pulita e un’uscita in cui viene espulsa l’aria fresca. È meglio posizionare la macchina in un luogo in cui l’aria pulita possa circolare liberamente nella stanza. È anche utile evitare angoli e altri luoghi in cui il flusso d’aria potrebbe essere ostruito.

Un’altra opzione è posizionare il dispositivo nella stanza in cui trascorri più tempo o vicino a potenziali fonti di inquinamento. Se soffri di allergie che ti tengono sveglio la notte , potrebbe essere utile posizionare il purificatore d’aria nella tua camera da letto durante la notte.

Con che frequenza devo cambiare il filtro dell’aria nel mio purificatore d’aria?

Un filtro ad alta efficienza può essere sostituito ogni 3-6 mesi a seconda dell’uso e delle dimensioni del filtro. La maggior parte dei sistemi di purificazione dell’aria ti avvisa quando il filtro è pronto per essere cambiato.

Potrebbe essere necessario sostituire più frequentemente generatori di ozono e filtri elettrostatici.

I purificatori d’aria eliminano i germi?

Virus e batteri trasportati dall’aria possono rimanere nell’aria fino a 3 ore dopo che una persona infetta ha tossito o starnutito. Alcuni purificatori d’aria possono rimuovere batteri e virus dall’aria della tua casa. Per garantire che il dispositivo possa rimuovere questi contaminanti, cercare le seguenti caratteristiche.

  • Un filtro HEPA rivestito con nanoparticelle d’argento. Il rivestimento d’argento sul filtro ha proprietà antivirali e antibatteriche che uccidono i germi nell’aria. Questa caratteristica aiuta a fermare naturalmente la diffusione di germi nocivi. Sebbene la maggior parte dei filtri True HEPA possa intrappolare batteri di dimensioni fino a 0,3 micron, alcuni virus possono avere dimensioni fino a 0,1 micron. Pertanto, è meglio optare per uno con un rivestimento di nanoparticelle d’argento.
  • Un purificatore d’aria con luce ultravioletta (VC-C) può anche eliminare batteri e virus dall’aria. Queste potenti luci distruggono la composizione del DNA dell’agente patogeno o dei microrganismi. Questo processo uccide il germe, quindi non è più una minaccia. Da sola, la luce ultravioletta non può aspirare e purificare l’aria. Pertanto, le lampade UV sono spesso abbinate ad altri sistemi di purificazione dell’aria, come un filtro HEPA.
  • Alcuni sistemi di purificazione dell’aria hanno una camera termica in ceramica. La camera si riscalda fino a 400 gradi Fahrenheit per incenerire batteri e virus nell’aria.

I purificatori d’aria aiutano con l’odore?

I purificatori d’aria con una potente ventola interna miglioreranno naturalmente la circolazione dell’aria e quindi miglioreranno l’odore. Tuttavia, un vero filtro HEPA non assorbirà ed eliminerà completamente l’odore dall’aria. Se la macchina ha sia un filtro HEPA che un filtro a carbone attivo, sarà in grado di rimuovere la maggior parte degli odori. I filtri al carbone aiutano a catturare piccole particelle che causano odori come gas chimici, COV e fumo.

Quanto dura un purificatore d’aria?

Un purificatore d’aria di alta qualità con un filtro HEPA può durare fino a 5 anni se curato adeguatamente. Macchine più grandi che assorbono più particolato possono durare da 2 a 3 anni.

Ogni stanza ha bisogno di un purificatore d’aria?

Anche se un purificatore d’aria in ogni stanza sarebbe utile, puoi risparmiare denaro mettendone uno solo nelle stanze in cui trascorri più tempo. Ad esempio, l’ufficio di casa, la camera da letto e il soggiorno sarebbero un ottimo punto di partenza. Per chi soffre di allergie, un purificatore d’aria in camera da letto può aiutare a migliorare la qualità del sonno.

Quanta manutenzione è necessaria su un purificatore d’aria?

I più moderni sistemi di purificazione dell’aria richiedono pochissima manutenzione. I filtri all’interno della macchina devono essere cambiati ogni 3-6 mesi. I tempi di sostituzione possono variare a seconda delle dimensioni della stanza e della frequenza di utilizzo. Se sono presenti più filtri, come un filtro HEPA, un filtro a carbone attivo o un prefiltro, è necessario sostituire ciascuno di essi separatamente.

I purificatori d’aria sono rumorosi?

Il rumore creato da un purificatore d’aria dipenderà dalla velocità della ventola. I sistemi di purificazione dell’aria con filtri HEPA hanno spesso un livello di decibel di circa 35dB con un’impostazione della ventola bassa e di circa 70dB con un’impostazione della ventola alta.

Per fare un confronto, un frigorifero moderno ha un dB da 32 a 47, mentre una ventola a torre ha un dB di circa 60. Nella maggior parte dei casi, questo livello di rumore non disturba il sonno. Se sei sensibile al rumore durante il sonno, puoi optare per un’impostazione più bassa durante la notte.

Questo articolo è a scopo informativo e non deve sostituire i consigli del medico o di un altro professionista medico.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

8 vantaggi di un purificatore d’aria

Muffa contro muffa: qual è la differenza?