in

Muffa contro muffa: qual è la differenza?

Muffa e funghi sono entrambi pericoli domestici, ma sebbene si parli spesso dei due insieme, non sono la stessa cosa. Tecnicamente parlando, la muffa è un tipo di muffa, che …

Muffa e funghi sono entrambi pericoli domestici, ma sebbene si parli spesso dei due insieme, non sono la stessa cosa. Tecnicamente parlando, la muffa è un tipo di muffa, il che significa che i due condividono alcuni punti in comune. Ma mentre la muffa è una muffa, una muffa non è necessariamente una muffa.

La muffa e la muffa sono funghi che prosperano in condizioni calde e umide e possono crescere su varie superfici. Al di fuori di questa descrizione condivisa, i due hanno alcune differenze significative. Puoi determinare quali sono in base al loro aspetto, ai luoghi preferiti in cui crescere e agli effetti che hanno sull’ambiente circostante.

Advertising

Cos’è la muffa?

La muffa cresce da minuscole spore che galleggiano nell’aria. Man mano che le spore si riproducono, formano ammassi di muffe che possono essere visti ad occhio nudo.

Questo fungo svolge un ruolo importante in natura, abbattendo la materia organica morta, come gli alberi caduti. I nutrienti contenuti in questi materiali organici vengono quindi rilasciati per essere utilizzati da altri esseri viventi.

Il Dice CDC la muffa è comune nelle case e in altri edifici e non è così utile una volta che trova la sua strada all’interno. A parte gli effetti sulla salute del convivere con la muffa, la muffa può anche causare danni strutturali alla tua casa.

Cos’è la muffa?

La muffa è un tipo di muffa che cresce su superfici piane e umide. Lo troverai spesso sui davanzali delle finestre o sulle pareti della tua doccia.

La muffa tende a causare danni meno permanenti rispetto alla muffa. Spesso è abbastanza facile da eliminare con una semplice soluzione detergente.

Da dove viene la muffa?

La muffa esiste da milioni di anni e le spore della muffa possono entrare nella tua casa attraverso una porta, una finestra o una ventilazione aperta o essere trasportate all’interno di un capo di abbigliamento o di un animale domestico.

La muffa crescerà quindi in luoghi umidi all’interno della tua casa, come vicino a una perdita o un tubo del tetto. Le superfici che possono supportare la muffa includono prodotti di carta, pannelli del controsoffitto, legno, vernice, polvere, carta da parati, moquette, tessuto, isolamento e muro a secco.

Differenze tra muffa e muffa

Anche se elenchiamo come muffe e funghi differiscono in base all’aspetto, dove amano crescere e gli effetti che possono avere sulle superfici e sul tuo corpo, dobbiamo notare che è essenziale prendere sul serio tutte le escrescenze fungine. Sapere quale tipo di fungo sta crescendo nella tua casa non è importante quanto adottare misure immediate per rimuoverlo.

Apparizioni

La muffa tende a essere descritta come “sfocata” o “viscida”, con un colore verde o nero. La muffa potrebbe essere descritta come “soffice”, “farinosa” o “lanuginosa”, con un colore bianco, giallo o grigio.

È più probabile che l’oidio abbia un colore bianco o grigio che può diventare giallo, nero o marrone mentre si diffonde. La peronospora spesso inizia a ingiallire e diventa marrone.

Ambienti preferiti

Dove trovi una crescita fungina può aiutarti a determinare se si tratta di muffa o funghi. Ad esempio, se qualcosa cresce sul cibo che è stato lasciato a sedere, probabilmente è muffa. La muffa può prosperare sul cibo, ma è più probabile che la trovi in ​​aree piatte e umide.

Effetti

Le muffe e le muffe possono influenzare le superfici su cui crescono in modo diverso. Il tuo corpo può anche reagire in modo diverso, a seconda del tipo di funghi.

Quando la muffa cresce su superfici piane come il pavimento piastrellato o il muro del bagno, l’effetto è principalmente cosmetico. Detto questo, le spore di muffa possono causare tosse e mal di testa se inalate.

La muffa può causare molti più danni alla tua casa e alla tua salute. A parte le difficoltà respiratorie, l’esposizione alla muffa può essere collegata a problemi cardiaci, dolori articolari, affaticamento e depressione.

Prevenzione di muffe e funghi

È meglio limitare le possibilità di crescita della muffa, piuttosto che dover adottare misure per controllare la muffa una volta che ha messo radici nella tua casa. Le misure di prevenzione della muffa consigliate includono:

  • Mantenere la casa ben ventilata, in particolare la doccia, la lavanderia e la cucina. Assicurati di avere ventole di scarico che si sfogano fuori casa.
  • Mantenere un livello di umidità dal 30 al 50 percento all’interno della tua casa. Un deumidificatore o un condizionatore d’aria aiuteranno, in particolare durante i mesi più umidi.
  • Risolve rapidamente eventuali perdite nella struttura o nelle tubature della tua casa.
  • Rimuovere la moquette da aree umide come il bagno o un seminterrato.

Fai particolare attenzione se la tua casa è allagata, che si tratti di un’alluvione naturale o di una causa provocata dall’uomo come uno scoppio di un tubo. La Federal Emergency Management Agency (FEMA) afferma che muffe e funghi si svilupperanno entro 24-48 ore  dal danno e dall’esposizione all’acqua.

Materassi e muffe

La maggior parte di noi troverebbe disgustoso dormire su un materasso invaso dalla muffa, ma pochi di noi potrebbero capire i passi che possiamo fare per evitare che ciò accada.

L’umidità e la scarsa ventilazione possono favorire la crescita della muffa nel materasso, proprio come questi due fattori possono consentire alla muffa di prosperare altrove. Ciò significa che devi pensare a quanto potresti sudare di notte e quanto bene l’aria può circolare attraverso il materasso per rimuovere il calore e l’umidità.

Il modo migliore per assicurarti che il tuo materasso rimanga fresco e asciutto durante la notte è con il  giusto fondotinta . Una buona base spesso è a stecche invece che solida. Questo design consente all’aria di circolare attraverso il fondo e rimuovere l’umidità raccolta. È meglio assicurarsi che le lamelle non siano distanti più di 3 pollici per fornire un supporto coerente e limitare il cedimento.

La giusta biancheria da letto può anche aiutare il tuo materasso a rimanere asciutto mentre dormi. Se ti svegli sudato, cambia il tuo attuale letto con qualcosa di più leggero. Anche se un po ‘di sudore è inevitabile, ridurre la quantità di sudore limita l’umidità che il tuo materasso assorbe.

Racchiudere il materasso in una protezione impermeabile è uno dei modi migliori per prevenire macchie e muffe. La trama fitta del protettore tiene fuori il sudore e altri fluidi che possono creare l’ambiente umido necessario alla proliferazione della muffa.

La possibilità che muffe e funghi crescano in condizioni di umidità è il motivo per cui consigliamo di mantenere il materasso il più asciutto possibile durante la pulizia. Un’aspirazione accurata, seguita da una spolverata di bicarbonato di sodio è un ottimo modo per rinfrescare e deodorare il tuo materasso  senza usare acqua. Una volta che il bicarbonato è stato lasciato riposare per qualche ora, aspirare il resto e coprirlo con una pellicola protettiva e delle sfoglie.

A volte può essere necessario utilizzare liquidi per pulire il materasso , come aceto o perossido di idrogeno. In tal caso, di solito consigliamo di pulire le macchie bagnando un panno con la soluzione detergente e tamponando la macchia, invece di spruzzare liquidi direttamente sul materasso. Assicurati che il materasso si trovi in ​​un’area ventilata e completamente asciutto prima di rimetterlo a posto con la biancheria da letto.

Riesci a rimuovere muffe e funghi una volta trovata una casa nel tuo materasso? Sebbene sia possibile eliminare muffe e funghi a livello superficiale, non c’è modo di uccidere muffe e funghi una volta che hanno fatto una casa all’interno del tuo materasso.

I pericoli di muffe e funghi sono abbastanza alti per farti stare meglio acquistando un nuovo materasso una volta che vedi segni di muffa. Altrimenti rischi di nuocere alla tua salute dormendo su un materasso che potresti non aver pulito a sufficienza.

Rimozione di muffe e funghi

Cosa fai se i tuoi passi di prevenzione non sono sufficienti e trovi muffe e funghi che crescono nella tua casa? È possibile occuparsi del problema da soli.

Per prima cosa, assicurati di teprendere provvedimenti per proteggersi. Indossare attrezzature come occhiali, guanti e maschere per proteggere il viso e la pelle. Mantieni la circolazione dell’aria mentre lavori. Apri tutte le porte e le finestre che puoi e usa ventilatori e deumidificatori.

Rimuovi tutti gli oggetti ammuffiti. Una volta che la muffa inizia a crescere nella moquette, sulle piastrelle e nel muro a secco e nei pannelli, l’unica soluzione è gettarla e sostituirla. È importante rimuovere tutta la muffa prima di coprire un’area infetta con vernice o mastice.

Puoi uccidere la muffa sulle superfici dure con detergenti commerciali, aceto bianco o una soluzione di candeggina che non sia più di una tazza di candeggina per un litro d’acqua. Se usi la candeggina, assicurati di avere accesso all’aria fresca, indossa indumenti protettivi e non mescolare la candeggina con altri detergenti per la casa.

Le infezioni da muffe che occupano meno di 10 piedi quadrati (come una doccia) possono spesso essere trattate da soli, ma se si ha un’infestazione da muffe su larga scala, potrebbe essere necessario chiamare un servizio di rimozione della muffa professionale.

È possibile che dovrai lasciare la tua casa alle spalle se è invasa dalla muffa? IlCDC consiglia parli con il tuo medico di questa possibilità se mostri segni di malattia innescati dall’esposizione alla muffa. Secondo il CDC, è meglio prendere una decisione caso per caso.

Domande frequenti

La muffa o la muffa possono farti ammalare?

Sì,la muffa può farti ammalare soprattutto se soffre di una condizione respiratoria come l’asma. Molte persone sperimentano anche reazioni allergiche alla muffa, come starnuti. Anche se non si soffre di allergia alla muffa o asma, la muffa può irritare gli occhi e causare mal di gola, eruzioni cutanee, mal di testa e congestione.

Altri gruppi a rischio  quando si tratta di muffa includono:

  • Neonati e bambini
  • Anziani
  • Persone con un sistema immunitario compromesso
  • Quelli con malattia polmonare cronica

Muffa e muffa sono la stessa cosa?

Sì e no. Mentre la muffa è un tipo di muffa, la muffa non è sempre muffa. La FEMA definisce specificamente la  muffa una “muffa in una fase iniziale”.

Una delle principali differenze tra i due è il loro aspetto. Mentre la muffa è spesso considerata viscida o sfocata, la muffa tende a sembrare più polverosa e soffice.

Qual è il peggio, muffa o funghi?

Sia la muffa che la muffa possono avere un impatto terribile sulla tua salute. La muffa è spesso considerata la peggiore delle due poiché è meno probabile che la muffa causi danni strutturali, ma entrambi i funghi possono causare problemi respiratori e altri problemi di salute.

Come laCenters for Disease Control afferma, “Non è necessario determinare quale tipo di muffa potresti avere in crescita nella tua casa o in un altro edificio. Tutti gli stampi devono essere trattati allo stesso modo rispetto ai potenziali rischi per la salute e alla rimozione. “

Come si uccide la muffa?

Esistono diversi modi per sbarazzarsi della muffa una volta che inizia a crescere. Puoi provare a bagnare l’area interessata con aceto bianco e lasciarla riposare per alcune ore. Puoi anche provare ad applicare il perossido di idrogeno sulla muffa e asciugarlo dopo averlo lasciato da solo per circa 10 minuti.

Se usi la candeggina per pulire la muffa, non mescolarla mai con ammoniaca o altri detergenti domestici. Usa una tazza di candeggina in mezzo litro di acqua calda per creare una soluzione detergente efficace.

Un odore di muffa significa muffa?

Un odore di muffa può indicare la presenza di muffa o funghi nella tua casa. Non è necessario che ci sia molta muffa perché ci sia un odore di muffa, né la muffa avrà necessariamente un odore di muffa se si insedia nella tua casa. Prima di cercare di eliminare o coprire il profumo, assicurati di controllare eventuali escrescenze di muffe o funghi.

Conclusione

Anche se può essere bello sapere se hai a che fare con muffe o funghi in casa, è molto più importante rimuovere tutti i funghi in casa una volta individuati. Non esiste uno stampo “buono” quando si tratta della stabilità strutturale della tua casa e della tua salute.

Questo articolo è a scopo informativo e non deve sostituire i consigli del medico o di un altro professionista medico.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

Come funzionano i purificatori d’aria?

Dormire sul pavimento

Come Power Nap