in

Cosa fare in caso di ernia durante la gravidanza

una donna incinta con un'ernia
Un precedente intervento chirurgico addominale, una storia familiare di ernie e il sovrappeso sono tutti fattori di rischio per le ernie durante la gravidanza. Cara Dolan / Stocksy

Un’ernia si verifica quando una sezione del tuo intestino o altro tessuto spinge attraverso uno strato indebolito di muscoli nell’addome.

Le donne incinte hanno un rischio maggiore di ernie a causa della maggiore pressione che la gravidanza esercita sull’addome.

La maggior parte delle ernie nelle donne in gravidanza sono esterne, il che significa che colpiscono la parete addominale e possono essere viste o sentite come un rigonfiamento sotto la pelle. Questo accade più comunemente nella zona inferiore dell’addome o dell’inguine. (1)

Advertising

La maggior parte delle ernie sia nella popolazione generale che nelle donne incinte colpisce l’inguine, in quella che è nota come ernia inguinale o femorale. Ma le donne incinte sono maggiormente a rischio di un’ernia ombelicale, che colpisce l’area intorno all’ombelico (ombelico). (2,3)

Se un’ernia causa disagio durante la gravidanza, di solito può essere riparata con una procedura chirurgica con pochi rischi per te o per la gravidanza.

E se la tua ernia sviluppa una grave complicanza, sarà necessario un intervento chirurgico d’urgenza.

Ma se la tua ernia non causa sintomi spiacevoli, potresti decidere di aspettare fino a dopo il parto per ripararla. (2)

Fattori di rischio per un’ernia durante la gravidanza

Poiché la gravidanza esercita una pressione sull’addome e può causare sforzi a causa dell’aumento del peso corporeo, tutte le donne incinte corrono un rischio maggiore di sviluppare un’ernia.

Secondo la Mayo Clinic, alcuni fattori rendono più probabile che svilupperai un’ernia durante la gravidanza:

  • Essere in sovrappeso o obesi
  • Gravidanze multiple (gemelli, triplette e altro)
  • Precedente intervento chirurgico addominale, inclusa la riparazione dell’ernia
  • Età avanzata
  • Storia familiare di ernie
  • Sollevamento di oggetti pesanti
  • Starnuti o tosse cronici
  • Costipazione cronica (3,4)

Sintomi di un’ernia durante la gravidanza

Non tutte le donne incinte che sviluppano un’ernia sperimenteranno sintomi.

Potresti scoprire di avere un’ernia solo quando il tuo medico esegue un esame fisico o test di imaging relativi alla cura della gravidanza.

Relazionato

Sai come alleviare la stitichezza cronica?

Per saperne di più

Ma in molte donne, un’ernia si presenta come un rigonfiamento o un nodulo che appare quando ci si sdraia o si preme su un’area vicina. Potresti solo essere in grado di sentire questo rigonfiamento, o potrebbe essere visibile.

Un’ernia può anche causare dolore, che in genere è sordo ma può diventare più acuto quando ti alleni camminando rapidamente, piegandoti, starnutendo o tossendo, sollevando oggetti pesanti o ridendo intensamente.

I tuoi sintomi possono diventare più intensi man mano che la gravidanza progredisce e il tuo peso corporeo aumenta. (1)

Dovresti essere in grado di respingere l’ernia nel tuo corpo quando sei sdraiato. In caso di problemi, l’applicazione di un impacco di ghiaccio nell’area può aiutare.

Se non riesci a respingere l’ernia nel tuo corpo in queste condizioni, ciò potrebbe indicare che la tua ernia è intrappolata (incarcerata).

Se sospetti che questo sia il caso, consulta immediatamente il medico per evitare la grave complicanza di un’ernia strozzata, in cui l’afflusso di sangue al tessuto intrappolato viene interrotto.

I sintomi di un’ernia strozzata possono includere:

  • Nausea
  • Vomito
  • Dolore improvviso che peggiora
  • Rigonfiamento dell’ernia che diventa rosso, viola o scuro
  • Incapacità di passare feci o gas (3)

Trattare un’ernia durante la gravidanza

Non c’è un forte consenso sul momento migliore per riparare un’ernia nelle donne in gravidanza, secondo un articolo pubblicato nel gennaio 2018 sulla rivista Frontiers in Surgery . (2)

Se la tua ernia è piccola e non causa sintomi spiacevoli, tu e il tuo medico potreste decidere di aspettare fino a dopo il parto per ripararla.

Ma se la tua ernia ti sta causando disagio, la maggior parte dei medici consiglierà di ripararla mentre sei ancora incinta.

E se la tua ernia sviluppa una complicazione, come rimanere intrappolata o strangolata, sarà necessario un intervento chirurgico d’urgenza. (2)

In assenza di emergenza, potrebbero essere disponibili le seguenti opzioni per trattare o gestire l’ernia durante la gravidanza:

Riparazione elettiva durante la gravidanza

Il tuo medico potrebbe proporre di riparare chirurgicamente l’ernia mentre sei ancora incinta se ti sta causando sintomi o se è abbastanza grande da rischiare di sviluppare complicazioni.

È improbabile che il momento esatto del tuo intervento segua regole specifiche. Alcuni medici lo consigliano durante il primo o il secondo trimestre, mentre altri ritengono che il secondo trimestre sia il momento ottimale per operare.

Se la tua ernia viene riparata usando solo punti di sutura – senza usare una rete d’acciaio per sostenere l’area del muscolo indebolito – allora il rischio che la tua ernia si ripresenti durante la gravidanza è alto.

Ma l’uso della rete durante l’operazione può limitare la flessibilità della parete addominale e causare dolore, sia durante la gravidanza in corso che in quella futura.

L’intervento di riparazione dell’ernia durante la gravidanza è considerato una procedura sicura. Come sottolineato nel rapporto Frontiers in Surgery , in uno studio sulla riparazione dell’ernia ombelicale in 126 donne in gravidanza, sono stati riportati pochi effetti collaterali e nessuna perdita di gravidanza entro 30 giorni dall’intervento. (2)

Riparazione di ernia durante un taglio cesareo

Se non hai un’ernia particolarmente grave e prevedi di partorire con taglio cesareo (taglio cesareo), potresti essere in grado di riparare la tua ernia allo stesso tempo.

L’ articolo di Frontiers in Surgery rileva che la combinazione di una riparazione dell’ernia con un taglio cesareo sembra comportare una procedura complessiva più lunga per riparare le ernie inguinali, ma non per le ernie ombelicali, il che significa che non ci vuole più di un normale taglio cesareo.

Proprio come con la riparazione elettiva durante la gravidanza, usare solo punti di sutura per eseguire una riparazione durante un taglio cesareo sembra comportare un rischio maggiore di recidiva di ernia rispetto all’uso di reti d’acciaio. (2)

Riparazione dell’ernia dopo il parto

Per le ernie lievi, tu e il tuo medico potreste decidere di non riparare l’ernia durante un taglio cesareo per una serie di motivi, incluso se state pianificando un’altra gravidanza.

La riparazione dell’ernia può essere eseguita come procedura separata non appena cinque-otto settimane dopo il parto, oppure può essere ritardata di un anno o più per consentire al tuo corpo di riprendersi più completamente dalla gravidanza.

In questa situazione, ritardare una riparazione dell’ernia fino a cinque anni sembra essere sicuro fintanto che si continua a prestare attenzione all’allargamento e alle complicazioni dell’ernia, secondo l’ articolo di Frontiers in Surgery . (2)

Fonti editoriali e verifica dei fatti

  1. Ernia durante la gravidanza. Associazione americana di gravidanza. 19 febbraio 2017.
  2. Kulakoglu H. Riparazione e gravidanza dell’ernia ombelicale: prima, durante, dopo. Frontiere in chirurgia . 29 gennaio 2018.
  3. Ernia inguinale. Mayo Clinic. 6 gennaio 2018.
  4. Ernia ombelicale. Mayo Clinic. 24 aprile 2015.

Le ultime in ernia

La chirurgia robotica per la riparazione dell’ernia è giusta per te?

Se hai bisogno di andare sotto i ferri per una riparazione di ernia, potresti avere una scelta sulle mani in cui si trova il coltello: un chirurgo o un robot controllato dal …

Di Denise Schipani

Le differenze tra le ernie negli uomini rispetto alle donne

Scopri le ernie più comuni negli uomini e nelle donne e le opzioni di trattamento che funzionano meglio per ogni sesso.

Di Stacey Colino

Disfunzione sessuale ed ernie: separare i fatti dal toro

In alcuni uomini possono verificarsi difficoltà sessuali dopo l’intervento chirurgico di riparazione dell’ernia, ma questi problemi tendono a scomparire dopo il recupero.

A cura di Erica Tricarico

Cosa devi sapere sull’ernia diaframmatica congenita

I bambini nati con un difetto chiamato ernia diaframmatica congenita hanno difficoltà a respirare e hanno bisogno di un intervento chirurgico. Ecco i fatti.

Di Denise Schipani

Virus dell’epatite C trattabile grazie alla scoperta dei vincitori del Nobel

Il premio Nobel 2020 per la fisiologia o la medicina è stato assegnato congiuntamente a tre scienziati che hanno scoperto il virus dell’epatite C, un’impresa che ha aperto la strada …

Di Lisa Rapaport

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0
Advertising

Trattare con le complicazioni della malattia di Crohn

Quando il farmaco di Crohn smette di funzionare