in

Dormienti leggeri contro dormienti pesanti

Alcune persone si svegliano con qualcosa di semplice come il piede del loro partner che scivola sul letto, mentre altri potrebbero dormire tranquillamente durante un uragano. Perchè è questo? Disturbi del sonno non diagnosticati, scelte di vita, …

Alcune persone si svegliano con qualcosa di semplice come il piede del loro partner che scivola sul letto, mentre altri potrebbero dormire tranquillamente durante un uragano. Perchè è questo?

Disturbi del sonno non diagnosticati, scelte di stile di vita, genetica, squilibrio ormonale e livelli variabili di attività cerebrale sono potenziali cause di differenze estreme nella sensibilità al sonno. Tuttavia, gli specialisti sanno poco sul motivo per cui alcune persone dormono leggere mentre altre riposano profondamente e pesanti. La causa misteriosa è una conversazione popolare e, sebbene possiamo discutere in modo divertente della nostra sensibilità al sonno, i dormienti leggeri sono spesso frustrati da un sonno inadeguato.

Advertising

In questo articolo, discuteremo le differenze tra chi ha il sonno leggero e pesante e forniremo consigli a chi ha il sonno leggero che desidera un riposo di qualità.

Diverse fasi del sonno

Percorriamo due fasi principali del sonno durante la notte: movimento oculare non rapido (NREM) e movimento oculare rapido (REM). REM è la fase di sviluppo del sogno mentre NREM fornisce un sonno più profondo. Trascorriamo molto meno tempo nel sonno REM perché ci sono quattro cicli di NREM che il nostro corpo deve alternare per raggiungerlo. Ecco come funziona.

  • Fase uno (sonno NREM):  questa fase è la più breve e dura solo pochi minuti. Si verifica quando siamo tra uno stato di coscienza e il sonno. La nostra respirazione, la frequenza cardiaca, l’attività delle onde cerebrali e il movimento degli occhi rallentano leggermente mentre i muscoli si rilassano.
  • Fase due  (sonno NREM): la seconda fase del sonno dura da 30 a 60 minuti circa. Durante questo periodo, la nostra respirazione, la frequenza cardiaca e l’attività delle onde cerebrali rallentano progressivamente, il movimento degli occhi cessa ei nostri muscoli si rilassano ulteriormente.
  • Fase tre / quattro  (sonno NREM): la nostra respirazione, la frequenza cardiaca e l’attività delle onde cerebrali raggiungono il loro punto più basso durante queste fasi profonde e riparatrici del sonno. Le fasi tre e quattro sono cruciali per la nostra salute quotidiana perché il nostro corpo si cura da solo durante questo periodo. In effetti, i giovani che stanno ancora sviluppando trascorrono molto tempo nelle ultime fasi NREM. Il primo ciclo di sonno profondo dura dai 45 ai 90 minuti ma successivamente si accorcia.
  • Fase cinque (sonno REM): dopo aver lasciato la fase riparativa, la respirazione, la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna aumentano e gli occhi iniziano a spostarsi rapidamente da un lato all’altro. Anche l’attività delle onde cerebrali si intensifica, imitando schemi simili a quelli di quando sei sveglio, forse il motivo per cui la maggior parte dei sogni si verificano durante questo periodo. Questa fase dura in genere 10 minuti e rappresenta solo il 25% del tuo sonno.

Una volta completate le fasi, il tuo corpo ricomincia il ciclo, ripetendolo altre quattro o cinque volte. Tuttavia, il sonno profondo non è sempre possibile. Chi ha il sonno leggero può rimanere nella fase uno o due per la maggior parte della notte, tentando ma senza provare un sonno ristoratore. D’altra parte, i dormienti profondi possono trascorrere un periodo di tempo prolungato nelle fasi tre e quattro.

Quali sono le differenze tra chi ha il sonno leggero e chi ha il sonno pesante?

Chi ha il sonno leggero è facilmente disturbato da stimoli esterni, come luce, odore e rumore, mentre chi ha il sonno pesante non lo è. Tuttavia, la quantità di tempo trascorso in ciascuna fase del sonno non è completamente responsabile di questi diversi livelli di sensibilità.

Un recente studio sul sonno ha  scoperto che i fusi del sonno (un tipo di onde cerebrali) influenzano anche la nostra capacità di rimanere addormentati quando esposti a stimoli esterni. I ricercatori hanno utilizzato un EEG per monitorare la presenza di fusi del sonno in dodici dormienti. Hanno scoperto che più fusi del sonno una persona produceva, meno probabili cambiamenti improvvisi di luce, rumore o odore li svegliavano. Sebbene i fusi del sonno ad alta frequenza blocchino efficacemente i cambiamenti che disturbano il nostro ambiente di sonno, i medici devono ancora trovare un modo per aumentarli.

I ricercatori hanno anche scoperto che i fusi del sonno erano particolarmente attivi durante la seconda fase del sonno, subito prima di raggiungere il sonno profondo. Questo potrebbe essere il motivo per cui chi ha il sonno leggero ha difficoltà a ottenere un riposo ristoratore.

Fortunatamente, chi ha il sonno leggero può adottare misure aggiuntive per migliorare la qualità del proprio sonno .

Come ottenere una buona notte di sonno

  • Stabilisci un programma di sonno. Svegliarsi e andare a letto alla stessa ora ogni giorno manterrà l’orologio interno del tuo corpo o il ritmo circadiano . Il ritmo circadiano è un processo biologico di 24 ore che controlla il ciclo sonno-veglia. Se ti alzi e ti riposi alla stessa ora ogni giorno, il tuo ritmo circadiano si adatterà rapidamente per favorire la veglia e la sonnolenza al momento opportuno. Quando stabilisci il tuo programma di sonno , assicurati di allocare almeno 30 minuti per addormentarti.
  • Crea una routine per andare a dormire. Completare attività stressanti, come lavorare prima di andare a letto, può causare ansia notturna e frequenti risvegli. Evita di rigirarti creando una routine associabile al riposo. Potrebbe sembrare la lettura di un libro, il bagno o l’inserimento nel diario.
  • Mantieni una temperatura ambiente confortevole. Le diminuzioni della temperatura corporea portano alla sonnolenza mentre gli aumenti della temperatura favoriscono la vigilanza. Questo processo è chiamato termoregolazione e fa parte del nostro ritmo circadiano o orologio biologico interno. Prima di addormentarsi, la temperatura corporea deve abbassarsi. Tuttavia, se la tua stanza è troppo calda, il tuo corpo potrebbe avere difficoltà a rinfrescarsi e quindi a riposare. Gli specialisti del sonno consigliano di mantenere la temperatura della stanza tra 60 e 67 gradi per favorire la termoregolazione.
  • Tieni i dispositivi elettronici fuori dalla tua camera da letto. La luce blu si irradia da televisori, computer e schermi di telefoni. Le lunghezze d’onda blu sono utili durante il giorno perché migliorano la vigilanza, l’umore e il tempo di reazione. Tuttavia, sono dannosi di notte. Ricerca della Harvard Medical School mostra una luce blu che sopprime in modo potente la produzione di melatonina, un ormone che regola il ciclo sonno-veglia.
  • Blocca gli stimoli esterni. Le tende oscuranti o le maschere per gli occhi possono escludere la luce che disturba mentre i silenziatori sopprimono i rumori forti.
  • Valuta la qualità del tuo materasso. Se ti svegli costantemente dal disagio, potrebbe essere il momento di investire in un materasso di qualità superiore . Un materasso privo di sostegno e non adatto a soddisfare le esigenze del tuo tipo di corpo e della posizione in cui dormi può causare frequenti rigiri e rigiri dovuti al dolore del corpo e provocare un sonno di scarsa qualità.

FAQ

Avere il sonno pesante è un male?

Avere il sonno pesante non è male. Se dormi sette ore a notte e ti identifichi come un dormiente profondo, gli unici inconvenienti prevedibili sono dormire attraverso cose che probabilmente non dovresti, come una sveglia. Altrimenti, ricevere regolarmente una buona notte di sonno può preservare la tua salute generale migliorando la funzione immunitaria, la memoria e la capacità di apprendimento.

Russare è un segno di sonno profondo?

Anche se potresti trovare sorprendente che il russare del tuo partner non lo svegli, il russare non è sempre un segno di sonno profondo. Il russare è in genere il risultato di un passaggio nasale bloccato che può derivare da allergeni della camera da letto, un comune raffreddore, climi secchi o posizioni di sonno malsane. Insieme all’insonnia e all’eccessiva sonnolenza diurna, il russare può anche essere un sintomo dell’apnea notturna, un disturbo del sonno che causa l’arresto e l’avvio ripetuti della respirazione durante la notte.

Quante ore di sonno dovrei dormire?

Secondo ilCentri per il controllo e la prevenzione delle malattie gli adulti hanno bisogno di 7 o più ore di sonno . Tuttavia, la quantità di tempo che riposi non sempre determina se hai dormito a sufficienza o meno. Chi ha il sonno pesante può dormire molto meno tempo rispetto a chi ha il sonno leggero, ma svegliarsi sentendosi meglio riposato. Questo perché hanno trascorso abbastanza tempo alternando le fasi del sonno profondo mentre il dormiente leggero no.

Devo prendere la melatonina se non riesco a dormire?

Il nostro corpo produce naturalmente melatonina prima di dormire , quindi a meno che il medico non abbia suggerito integratori di melatonina, suggeriamo di evitarli. Troppa melatonina può effettivamente ridurre il tempo e la qualità del sonno. Porta anche effetti negativi come mal di testa, nausea, dolori articolari, ansia, lievi tremori e depressione.

Devo vedere un medico se ho il sonno leggero?

Segui i nostri consigli sopra su come ottenere una buona notte di sonno prima di contattare il tuo medico. Se i tuoi schemi di sonno continuano a provocare sonnolenza diurna o ansia notturna, considera di contattare uno specialista del sonno. Troveranno la causa principale del tuo sonno leggero conducendo una serie di studi sul sonno e altri test per creare un piano personalizzato per te.

Conclusione

I cambiamenti nel programma, il nostro lavoro, lo stress, i fattori ambientali e persino il cibo che mangiamo alterano la nostra sensibilità al sonno. Se ti accorgi di dormire leggero, migliora il tuo riposo praticando una buona igiene del sonno . Ciò consisterà nel rendere l’ambiente in cui dormi più buio, più freddo e più tranquillo. Puoi anche stabilire una routine della buonanotte che identifichi con la calma, come leggere o fare un bagno rilassante. Anche attenersi a orari di sonno e veglia specifici aiuterà.

Tuttavia, se un sonno leggero provoca malattia, ansia, depressione o incapacità di adempiere alle tue responsabilità quotidiane, l’assistenza di un medico potrebbe essere di beneficio. Indipendentemente dal tuo percorso per riposarti meglio, ti invitiamo a dare la priorità perché la qualità delle tue giornate deriva dalla qualità del tuo sonno.

Questo articolo è a scopo informativo e non deve sostituire i consigli del medico o di un altro professionista medico.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

Insonnia: cause e trattamenti

Come controllare il reflusso acido sollevando la testa del letto