in

La prevenzione del cancro al collo dell’utero

Il cancro al collo dell’utero colpisce ogni anno moltissime donne in Italia, e a livello mondiale è il secondo tumore maligno della donna. Eppure, ormai la prevenzione permette di evitarlo o, almeno, di diagnosticarlo in tempo.
Il collo dell’utero si trova all’ingresso del corpo dell’utero, tra questo e la vagina.

Durante la vita di una donna, è sottoposto a molte variazioni ormonali (mestruazioni, gravidanze, menopausa).
Il cancro del collo dell’utero si sviluppa frequentemente a partire da infezioni presistenti dovute ad un virus chiamato Papilloma virus. Le donne sessualmente attive hanno maggiori probabilità di contrarre questo virus, ma in molti casi il loro organismo è capace di sbarazzarsene da solo. Tuttavia, in alcuni casi, questo virus causa delle lesioni delle mucose dell’utero, provocando la comparsa di un tumore.
I medici stimano che, in media, tra le prime manifestazioni della perseveranza virale e la comparsa del un cancro del collo dell’utero passano in media 15 anni. Ecco perché è imperativo fare controlli regolari (pap test) per tenere sotto controllo le eventuali lesioni della mucosa uterina e diagnosticare immediatamente la presenza di cellule tumorali.
Alle donne che hanno tra i 25 e i 65 anni, si raccomanda di effettuare un pap test cervicale ogni 3 anni, dopo i primi due pap test normali effettuati ad un anno di distanza.
Farsi vaccinare contro il Papilloma virus è possibile e addirittura consigliato alle giovani donne (dai 14 ai 26 anni) che non hanno ancora avuto rapporti sessuali o che ne hanno avuti da massimo un anno. Le donne sessualmente attive, infatti, potrebbero già avuto la possibilità di entrare in contatto con il virus.
Purtroppo, però, questo vaccino non protegge al 100% il collo dell’utero da questo virus. Resta quindi necessario sottoporsi a pap test regolari anche dopo essersi fatte vaccinare.

Advertising
Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

Cancro al seno: scoperta proteina che rende più aggressivo il tumore

Roma e Lazio: consulti psicologici gratis con l’iniziativa “Ottobre Mese del Benessere Psicologico”