in

Potassio alto o basso: sintomi, cause e trattamento

Il potassio è un minerale essenziale per il corretto funzionamento dei sistemi nervoso, muscolare e cardiaco e per l’equilibrio del pH nel sangue. Livelli alterati di potassio nel sangue possono causare vari problemi di salute come stanchezza, aritmie cardiache e svenimenti, ad esempio. Ciò si verifica perché il potassio è uno dei minerali più importanti nel corpo, essendo presente nelle cellule e nel sangue.

Una dieta ricca di potassio è associata a vari benefici per la salute come la riduzione della ritenzione di liquidi, la regolazione della pressione sanguigna e la prevenzione degli attacchi di cuore. Questo minerale si ottiene attraverso l’assunzione di cibi come carni, cereali e noci. 

A cosa serve il potassio

Il potassio è considerato un elettrolita presente all’interno delle cellule, motivo per cui svolge un ruolo fondamentale nell’equilibrio idroelettrolitico dell’organismo, prevenendo la disidratazione, nonché nell’equilibrio del pH sanguigno.

Advertising

Oltre a questo, è necessario l’emissione di segnali nervosi che regolano la contrazione muscolare e cardiaca, nonché i riflessi del corpo. Inoltre favorisce lo sviluppo muscolare, grazie al fatto che una parte di questo minerale è immagazzinata nelle vostre cellule, essendo essenziale nei periodi di crescita e sviluppo. 

Disturbi del potassio nel sangue

Il valore di riferimento per il potassio nel sangue è compreso tra 3,5 mEq / L e 5,5 mEq / L. Quando questo minerale è al di sopra o al di sotto di questo intervallo, potrebbe portare alla comparsa di alcuni problemi di salute, come indicato di seguito:

1. Alto contenuto di potassio

L’eccesso di potassio nel sangue è chiamato iperkaliemia, iperkaliemia o iperkaliemia e ha le seguenti caratteristiche:

  • Sintomi:  se l’eccesso di potassio è lieve, normalmente non ci sono sintomi, ma se la concentrazione di questo minerale è molto alta, sintomi come battito cardiaco ridotto, aritmie cardiache, debolezza muscolare, sensazione di intorpidimento e vomito Ulteriori informazioni sull’iperkaliemia.
  • Cause: l’  eccesso di potassio è solitamente causato da insufficienza renale, diabete di tipo I, uso di farmaci diuretici e sanguinamento grave.
  • Diagnosi:  la diagnosi viene fatta attraverso esami del sangue, emogasanalisi o durante l’elettrocardiogramma, quando il medico individua alterazioni nel funzionamento del cuore. 

Il trattamento dell’iperkaliemia si effettua eliminando dalla dieta cibi ricchi di potassio e, nei casi più gravi, può essere necessario anche l’uso di compresse o farmaci per via endovenosa, essendo necessario rimanere in ospedale fino al miglioramento della condizione. Scopri come abbassare il potassio alto nel sangue .

2. Basso contenuto di potassio

La mancanza di potassio, nota come ipopotassiemia, ipopotassiemia o ipopotassiemia, è un disturbo idroelettrolitico che si manifesta soprattutto nei soggetti ospedalizzati, a causa di una diminuzione della sua assunzione oa causa di eccessive perdite attraverso le urine o il tratto gastrointestinale. L’ipopotassiemia è caratterizzata da:

  • Sintomi : debolezza costante, affaticamento, crampi muscolari, formicolio, intorpidimento, aritmia cardiaca e gonfiore.
  • Cause: uso di farmaci come insulina, salbutamolo e teofillina, vomito e diarrea prolungati, ipertiroidismo e iperaldosteronismo, uso cronico ed eccessivo di lassativi, sindrome di Cushing e, molto raramente, è associato alla dieta. 
  • Diagnosi: viene eseguita mediante esami del sangue e delle urine, elettrocardiogramma o gas del sangue arterioso.

Il trattamento del basso contenuto di potassio dipenderà dalla causa dell’ipopotassiemia, dai sintomi che la persona presenta e dalla concentrazione nel sangue, solitamente il medico indica l’assunzione di integratori orali di potassio e il consumo di cibi ricchi di questo minerale, ma in nei casi più gravi, potrebbe essere necessario somministrare il potassio direttamente per via endovenosa. 

Gli individui che presentano sintomi associati a ipopotassiemia o iperkaliemia dovrebbero consultare un medico di base, in modo che sia indicato un esame del sangue per rilevare se c’è o meno una carenza di questo minerale e, se il risultato mostra un’alterazione, il trattamento indicato dal medico dovrebbe essere seguito per evitare complicazioni.

Alimenti ricchi di potassio

Alcuni degli alimenti più ricchi di potassio includono banana, papaia, pomodoro, spinaci, fagioli, bietole, uvetta, noci, kiwi, piselli, lenticchie, carne e pesce. Consulta un elenco più completo di cibi ricchi di potassio e quanto contengono . 

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0
Advertising

Cosa mangiare quando hai mal di stomaco?

La gelatina fa ingrassare o aiuta a perdere peso?