in

Prevenire il sonnambulismo: scoperte scientifiche per aiutare a fermare un sonnambulo cronico

Nei film, il sonnambulismo potrebbe essere qualcosa riservato principalmente agli zombi. Ma nella vita reale, colpisce bambini e adulti di tutte le età, ed è più comune di quanto pensi….

Nei film, il sonnambulismo potrebbe essere qualcosa riservato principalmente agli zombi. Ma nella vita reale, colpisce bambini e adulti di tutte le età ed è più comune di quanto pensi.

Cosa c’è di più? Nonostante l’intera immagine inquietante e morta che cammina, la maggior parte delle persone che sonnambulano sono perfettamente in salute. Molto spesso, il disturbo – formalmente chiamato sonnambulismo – è il risultato di troppo poco sonno, troppo stress o della spiacevole combinazione di entrambi.

Advertising

Tuttavia, il sonnambulismo può essere snervante per i membri della famiglia, per non parlare del potenziale pericolo per le persone che sono effettivamente alle prese con esso. Quindi, come puoi fermare un sonnambulo nelle sue tracce e ridurre le probabilità che lo faccia di nuovo in futuro?

Ecco tutto ciò che devi sapere sul motivo per cui si verifica il sonnambulismo, oltre ai molti modi che possono aiutarti a porre fine a questi strani episodi notturni.

Perché le persone dormono

Nei film o nei programmi televisivi, il sonnambulismo è spesso descritto come qualcosa che fanno i pazzi (o peggio, gli zombi!). Ma nella vita reale, questo è poco accurato. Stranamente, la causa più comune di sonnambulismo è il sonno scarso o un programma di sonno irregolare. Anche lo stress, la malattia e alcune condizioni sottostanti che spesso influenzano il sonno possono avere un ruolo.

Nei bambini, il sonnambulismo è spesso causato da sintomi causati da un cambiamento nella routine. Questi possono includere:

  • Sentirsi stanchi o non dormire a sufficienza
  • Avere un programma di sonno irregolare
  • Ambiente di sonno rumoroso / diverso
  • Febbre o malattia
  • Fatica
  • Alcuni farmaci (come stimolanti o antistaminici)
  • Andare a dormire con la vescica piena

Gli stessi problemi possono spesso portare a sonnambulismo anche negli adulti. Ma spesso, il sonnambulismo può essere innescato da una condizione sottostante che interferisce con la qualità del sonno, come:

  • Disturbi respiratori nel sonno, come l’apnea notturna
  • Narcolessia
  • Sindrome delle gambe senza riposo
  • Malattia da reflusso gastroesofageo (GERD)
  • Emicranie
  • Ipertiroidismo
  • Lesioni alla testa
  • Ictus
  • Viaggio

Quanto è comune il sonnambulismo?

I bambini hanno molte più probabilità di sonnambulismo rispetto agli adulti. In effetti, con grande paura e confusione dei loro genitori, il sonnambulismo è considerato una parte abbastanza normale dello sviluppo del bambino. In tutto, colpisce quasi il 20% dei bambini, molti dei quali tra gli otto ei dodici anni, stima l’American Academy of Sleep Medicine.

Ma non tutti i giovani corrono lo stesso rischio: non sorprende che i bambini i cui genitori sonnambulino abbiano maggiori probabilità di farlo anche loro stessi. Tuttavia, la maggior parte dei sonnambuli giovani tende a superare l’abitudine quando sono adolescenti, dicono gli esperti.

Circa il 4% degli adulti sperimenta il sonnambulismo prima o poi

Tuttavia, il fenomeno non riguarda solo il parco giochi: circa il 4% degli adulti sperimenta il sonnambulismo prima o poi, affermano gli esperti che scrivono nel Annali di neurologia Ma mentre il sonnambulismo infantile può essere una parte normale della crescita, gli adulti che sonnambulano possono avere maggiori probabilità di avere una condizione sottostante.

Quando colpisce il sonnambulismo?

Ogni sonnambulo ha i suoi modelli ed eccentricità unici. Ma di solito, il sonnambulismo si verifica entro un’ora o due dall’addormentarsi.

Un normale ciclo del sonno inizia con una persona che si sente sonnolenta e si sposta fino al sonno profondo. Il sonnambulismo di solito si verifica durante le fasi del sonno 3 o 4, quando una persona è in un sonno profondo. Contrariamente alla credenza popolare, di solito non si verifica durante il sonno REM, la fase del sonno in cui le persone hanno sogni vividi . (E, per tua informazione, non ha nulla a che fare con gli incubi .)

Anche gli episodi di sonnambulismo possono variare in lunghezza. Mentre alcuni durano solo 30 secondi circa, altri possono durare fino a 30 minuti.

Comportamenti tipici del sonnambulismo

Per definizione, i sonnambuli sono inclini a camminare nel sonno. Ma non è l’unica cosa che faranno. Oltre alle loro tortuose passeggiate notturne, i sonnambuli, che non ricordano mai le loro gite notturne, possono anche:

  • Parla nel sonno
  • Siediti sul letto ed esegui movimenti ripetuti, come sfregarsi gli occhi
  • Fai cose strane o insolite, come urinare in un armadio
  • Urlando

Inoltre, non è raro che i sonnambuli vagano in cucina e iniziano a fare spuntini. In effetti, il sonnambulismo è strettamente legato al sonno, un disturbo separato che fa sì che le persone mangino o bevano più volte durante la notte durante le ore di sonno.

Come i sonnambuli, i dormienti spesso non hanno memoria del loro comportamento una volta che si svegliano al mattino. Non sorprende che possa portare a un aumento di peso involontario, ma non è tutto. Secondo l’American Sleep Association, i dormienti potrebbero essere a rischio di ferirsi o avvelenarsi, poiché potrebbero provare a mangiare o bere cibi non alimentari.

Il sonnambulismo è dannoso?

Finché non è causato da una condizione medica di base (ne parleremo più avanti), il sonnambulismo di per sé non è dannoso. Ma un sonnambulo che non è consapevole di ciò che lo circonda potrebbe essere a rischio di farsi male o ferire gli altri.

Anche se i sonnambuli non hanno idea di quello che stanno facendo (stanno dormendo, dopotutto!), Il loro comportamento a volte può diventare pericoloso. Infatti,uno studio suggerisce che il sonnambulismo è una delle principali cause di autolesionismo correlato al sonno. A volte, i sonnambuli possono uscire di casa, uscire dalle finestre o persino salire in macchina e iniziare a guidare.

Lo studio ha anche scoperto che il sonnambulismo è una delle principali cause di violenza legata al sonno. In parte, è perché cercare di svegliare una persona che sta sonnambulando può farla diventare stordita, disorientata o addirittura antagonista.

Proteggere un sonnambulo

Poiché vagano incoscienti, i sonnambuli corrono il rischio di farsi del male accidentalmente o addirittura di danneggiare gli altri. Questo è il motivo per cui se tu o un membro della famiglia siete inclini al sonnambulismo, è importante prendere precauzioni di sicurezza prima di andare a dormire per la notte.

Ecco cosa consigliano gli esperti per tenere al sicuro un sonnambulo:

  • Imposta una sveglia improvvisata. Attacca un campanello alla porta della camera da letto del sonnambulo che suonerà se la aprono. Potrebbe non svegliarli, ma probabilmente ti sveglierà, così potrai aiutarli a riportarli a letto prima.
  • Tieni le finestre e le porte chiuse a chiave. Tutto ciò che rende più difficile per il sonnambulo uscire è una buona cosa.
  • Tenere gli oggetti pericolosi fuori dalla portata. Metti oggetti appuntiti come coltelli o forbici in profondità all’interno di armadi o cassetti invece di sederti sul bancone.
  • Rimuovi il disordine dai pavimenti. Scarpe, giocattoli e altri oggetti che di solito finiscono per terra sono rischi di inciampare per i sonnambuli.
  • Aggrappati alle chiavi della macchina. Se pensi che il tuo sonnambulo possa provare a scappare, tieni le chiavi della macchina in un luogo sicuro in modo che non possano prenderle.
  • Prendi ulteriori precauzioni per i bambini. Se tuo figlio è incline al sonnambulismo, non lasciarlo dormire in un letto a castello, dove è più probabile che cada e si faccia male. Se dorme al piano di sopra, installa un cancelletto in cima ai gradini per impedirle di cadere.

La cosa più importante da ricordare? Non cercare di svegliare un sonnambulo. Anche se è forte la tentazione di farlo, cercare di svegliare un sonnambulo potrebbe spaventarlo o farlo scatenare, provocando lesioni a qualcuno. (Ma contrariamente al mito popolare, svegliare un sonnambulo non gli darà un attacco di cuore .)

Tuttavia, ciò non significa che quando sorprendi un membro della famiglia mentre sonnambula, dovresti lasciarlo continuare per la sua strada allegra. Invece, girali delicatamente e guidali di nuovo a letto con dichiarazioni calme e rassicuranti come “Sei al sicuro e tornerai a letto”. Se sono testardi e non si muovono, siediti con loro e tienili lontani dai pericoli finché non decidono di tornare a letto da soli.

E se hai assolutamente bisogno di svegliarli? Allontanati e fai un forte rumore come un fischio o sbattere una pentola o una padella. Se provi a scuoterli o toccarli, potresti finire per essere colpito o ferito quando si svegliano.

Modi naturali per prevenire il sonnambulismo: le prime difese

A volte, il sonnambulismo si verifica come un incidente isolato, uno strano ma innocuo evento di una notte che crea una storia divertente durante la colazione del mattino successivo. Ma se tu o un membro della famiglia iniziate a camminare regolarmente nel sonno, è importante parlare con il vostro medico per escludere qualsiasi causa sottostante e trovare una soluzione.

Ci sono molte opzioni di farmaci da prescrizione per gestire un caso di sonnambulismo che semplicemente non finirà. Ma se sei come la maggior parte, probabilmente vorrai provare a combattere il problema senza far scoppiare una pillola, che potrebbe creare dipendenza e avere alcuni effetti collaterali indesiderati.

Quindi quali tipi di metodi non farmacologici puoi provare per affrontare il sonnambulismo? Ecco uno sguardo ad alcune delle difese di prima linea che possono aiutare a migliorare la qualità del tuo sonno e ridurre le probabilità di sonnambulismo.

Tieni d’occhio i modelli. Potresti non rendertene conto, ma certe cose potrebbero farti venire il sonnambulismo. Ogni volta che si verifica un episodio, chiedi a un membro della famiglia di annotare la data, la durata del sonnambulismo e quello che hai fatto durante il sonnambulismo.

Nel tempo, potresti scoprire uno schema che mostra che alcune cose stanno innescando il problema. Forse sonnambuli di notte dopo aver mangiato un pasto pesante o forse attacchi di sonnambulismo quando hai a che fare con un sacco di stress sul lavoro. In ogni caso, una volta che hai un’idea di cosa potrebbe causare il sonnambulismo, sarà più facile impedire che accada la prossima volta.

Ottieni più sonno di qualità. Il sonnambulismo spesso alza la testa di fronte alla stanchezza e alla privazione del sonno, il che significa che la tua prima difesa per affrontarlo è più tempo di sonno. Se non stai già registrando regolarmente dalle sette alle otto ore di shuteye per notte, rendi prioritario iniziare.

Crea una routine per andare a dormire adatta al sonno. Quando si tratta di dormire di qualità, la routine è fondamentale. Quando le cose iniziano a calare la sera, sforzati di creare schemi regolari che segnalino al tuo cervello che è quasi ora di spegnersi per la notte. Inizia ad abbassare le luci, metti via il tuo smartphone o tablet a favore di un libro, fai un bagno o una doccia calda o prova qualche minuto di stretching.

Pratica altre buone tecniche di igiene del sonno. Incorpora altre tattiche per assicurarti di ottenere regolarmente il sonno di qualità di cui il tuo corpo ha bisogno per ridurre la probabilità di sonnambulismo. Questi possono includere:

  • Mantieni la tua camera da letto tranquilla, buia e fresca. Blocca le luci esterne con tende o tende scure e mantieni la temperatura della camera da letto a circa 65 gradi. Se vivi in ​​un posto rumoroso, usa una macchina per il rumore bianco o indossa i tappi per le orecchie.
  • Attenersi a un programma regolare. Vai a dormire e svegliati alla stessa ora ogni giorno.
  • Chiudi i tuoi sonnellini. Vai avanti e fai una siesta di mezzogiorno se ti senti letargico. Ma non sonnecchiare per più di 30 minuti ed evita di sonnecchiare dopo le 15:00 per evitare di rovinare il tuo sonno la notte.
  • Evita gli schermi. La luce blu emessa dal tuo smartphone, tablet o computer lascia il tuo cervello eccitato, rendendo più difficile addormentarsi. Spegnere almeno un’ora prima di andare a letto.
  • Limita la caffeina. La caffeina è uno stimolante, quindi smetti di bere il caffè dopo il tardo pomeriggio.
  • Investire in un comodo materasso . Un materasso che faciliti un sonno più profondo e riposante può eliminare disturbi come il sonnambulismo.

Fai più esercizio. Le persone che fanno esercizio tendono a sonnecchiare meglio di quelle che evitano gli allenamenti regolari. Gli studi dimostrano che le sessioni di sudore possono migliorare la qualità del sonno e darti più energia durante il giorno. E non preoccuparti se hai tempo per allenarti solo la sera: la ricerca suggerisce che per la maggior parte delle persone l’esercizio notturno non interferisce con il sonno.

Adotta misure per affrontare lo stress. Per alcune persone, lo stress e l’ansia durante il giorno possono portare a sonnambulismo durante la notte. (Il corpo funziona in modi strani, non è vero?) In effetti, ansia e depressione sono due delle cause più comuni di insonnia e, per estensione, sonnambulismo. Adottando misure per gestire il tuo stress – pensa a scrivere un diario o anche solo a parlare con un amico – puoi affrontare i problemi che ti infastidiscono mentre sei sveglio, quindi è meno probabile che invadano (e interrompano) il tuo sonno.

Rivedi i farmaci con il tuo medico. Alcuni farmaci possono compromettere la tua capacità di dormire bene la notte e, di conseguenza, aumentare la tua probabilità di sonnambulismo. Questi possono includere antidepressivi, farmaci per il raffreddore e l’influenza che contengono alcol, antidolorifici che contengono caffeina, diuretici, corticosteroidi, ormoni tiroidei e farmaci per l’ipertensione. Se prendi regolarmente uno di questi farmaci e scopri che il sonnambulismo sta diventando un problema, parla con il tuo medico se ci sono altre opzioni che potrebbero facilitare il sonno.

Modi naturali per prevenire il sonnambulismo: quando le basi non funzionano

Hai cercato di ottenere un sonno più di qualità migliorando la tua igiene del sonno, costruendo una routine migliore per andare a dormire e affrontando lo stress. Eppure, il tuo partner o compagno di stanza ti sta ancora trovando a vagare nel cuore della notte, completamente ignaro della stranezza che sta succedendo.

Fortunatamente, ci sono altri strumenti naturali a cui puoi rivolgerti che potrebbero aiutarti ad alleviare i tuoi problemi di sonno e rendere il tuo sonnambulismo un ricordo del passato. Ecco altri rimedi senza farmaci che vale la pena provare:

Esplora il potere dell’olfatto. Il profumo giusto potrebbe essere proprio quello di cui hai bisogno per dormire più profondamente. Si ritiene che gli oli essenziali come lavanda, nardo, vetiver, incenso, myyrh e salvia sclarea allevino l’ansia e favoriscano il rilassamento, aiutandoti ad addormentarti prima nel mondo dei sogni. Prova a mettere alcune gocce su un fazzoletto, tenendolo vicino al naso e facendo diversi respiri profondi.

Ottieni più calcio e magnesio. Molti di noi non riescono ad ottenere i minerali di calcio e magnesio e la loro carenza può influire negativamente sul sonno. È possibile ottenere più calcio caricando latte, yogurt, formaggio, verdure a foglia verde o latte non caseario fortificato; e aumentare l’assunzione di magnesio con cibi come noci, semi, fagioli e cereali integrali. Oppure, se hai difficoltà a ottenere abbastanza minerali attraverso il cibo da solo, parla con il tuo dottore degli integratori.

Oppure fai il pieno di omega-3. Se non sei un normale mangiatore di pesce, potresti esaurire gli acidi grassi essenziali omega-3 che la ricerca ha pubblicato nelJournal of Sleep Research suggerisce che potrebbe rendere più facile dormire. Inserisci alcune porzioni di salmone o tonno selvatico nella tua dieta ogni settimana, oppure prendi in considerazione l’idea di aggiungere un integratore. Solo 600 mg al giorno potrebbero essere sufficienti per aiutarti a scivolare nel mondo dei sogni meno i disturbi.

Prova cibi ricchi di triptofano. Quel pasto gigantesco non è l’unico motivo per cui hai voglia di sdraiarti sul divano dopo la cena del Ringraziamento. La Turchia è ricca di triptofano, un amminoacido che il corpo utilizza per produrre il neurotrasmettitore serotonina. Il tuo corpo ha bisogno di serotonina per sentirsi assonnato e mangiare più cibi ricchi di triptofano a cena o come spuntino prima di coricarsi potrebbe aiutare a provocare quella sensazione di stanchezza. E il tacchino è solo un’opzione: quinoa, noci, semi, tofu, formaggio, pollo, pesce, avena, fagioli, lenticchie e uova contengono anche un sacco di roba.

Sorseggia un tè che favorisce il sonno. Per secoli, le persone si sono rivolte a tisane che promuovono il rilassamento per aiutarle ad addormentarsi più facilmente e rimanere addormentate più a lungo. Alcuni da considerare di aggiungere alla tua routine della buonanotte:

  • Camomilla. Il dolce fiore simile a una margherita promuove sentimenti di calma che possono aiutare ad alleviare l’ansia e l’insonnia. Prima di andare a letto, immergi un cucchiaino di foglie di camomilla in acqua bollente per 10 minuti (addolciscilo con un cucchiaio di miele pazzo himalayano , se vuoi) e sorseggia fino alla sonnolenza. Oppure aggiungi qualche goccia di olio essenziale di camomilla a un bagno o una doccia calda.
  • Fiore della passione. Il fiore tropicale agisce come un lieve sedativo e, inoltre, ha un sapore delizioso. Prova a mettere in infusione un cucchiaino di passiflora in acqua bollente per 10 minuti prima di bere.
  • Valeriana. Gli erboristi spesso fanno affidamento sulle proprietà sedative della radice per trattare l’insonnia , l’irrequietezza e il nervosismo. È noto per aiutare le persone ad addormentarsi più velocemente ea svegliarsi meno spesso durante la notte. Come la camomilla e la passiflora, puoi mettere in infusione la radice di valeriana per preparare una tisana lenitiva.
  • Papavero della California. Il fiore arancione brillante è noto per alleviare l’ansia, favorire il rilassamento e lasciarti con una sensazione di letargia generale. In altre parole, è perfetto prima di andare a letto. Lascia in infusione le foglie essiccate per circa 10 minuti prima di bere.
  • Erba di San Giovanni. Il fiore giallo, simile a un’erbaccia, è comunemente usato per i sintomi della depressione come ansia e insonnia. Puoi metterlo in infusione per fare un tè, ma prendi nota: l’erba di San Giovanni può rendere la tua pelle più sensibile ai raggi UV, quindi evita la luce solare diretta mentre la prendi.

Considera l’ipnosi. Certo, potrebbe suonare un po ‘woo-woo. Ma alcune ricerche suggeriscono che l’ipnosi, che aiuta a promuovere sensazioni di comfort e rilassamento che possono portare a un sonno più riposante, può davvero aiutare a frenare il sonnambulismo. Un piccolo studio, pubblicato suJournal of Clinical Sleep Medicine, ha scoperto che i sonnambuli sottoposti a ipnoterapia avevano il 42% di probabilità in più di essere liberi da episodi dopo 18 mesi e il 40% di probabilità in più di essere liberi da episodi dopo 5 anni.

Sperimenta il biofeedback. La tua frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e la tensione muscolare giocano un ruolo nella tua capacità di addormentarti. Ma utilizzando il trattamento di biofeedback per sviluppare una maggiore consapevolezza di come lo stress influisce su questi processi, puoi imparare a controllarli in un modo che ti fa sentire più rilassato e pronto per il sonno. Di solito, le sessioni di biofeedback vengono eseguite sotto la guida di uno psicologo esperto, quindi parla con il tuo medico per determinare se il trattamento è adatto a te.

Trattamenti medici per il sonnambulismo

A volte, il sonnambulismo può essere gestito con semplici cambiamenti nello stile di vita o altri rimedi naturali. Ma se un sonnambulo è a rischio di farsi male, sta diventando fastidioso per la tua famiglia, è o sta vivendo un’estrema sonnolenza diurna, i farmaci per dormire possono aiutare a tenere sotto controllo il problema e aiutare tutti a ottenere un riposo notturno migliore.

Per trattare il sonnambulismo, il medico potrebbe prescrivere farmaci per dormire come:

  • Prosom: un sedativo che aiuta gli utenti ad addormentarsi più velocemente, a rimanere addormentati più a lungo e a svegliarsi meno frequentemente durante la notte.
  • Klonopin: un anticonvulsivante utilizzato che calma il cervello ei nervi per il trattamento di convulsioni e attacchi di panico. Diminuendo la quantità di attività elettrica nel cervello, Klonopin potrebbe aiutare a ridurre la frequenza del sonnambulismo.
  • Trazodone: un antidepressivo che agisce aumentando i livelli di serotonina nel cervello, è usato per trattare la depressione, l’ansia e i disturbi del sonno correlati.

Tutti questi farmaci possono essere utili per ridurre la frequenza e la gravità degli episodi di sonnambulismo e il medico determinerà quale è il migliore per te. Tuttavia, ognuno di essi ha effetti collaterali e non è pensato per l’uso a lungo termine.

A volte, il sonnambulismo può essere il risultato di condizioni sottostanti, come reflusso acido, apnea ostruttiva del sonno o sindrome delle gambe senza riposo. Se il medico determina che il tuo sonnambulismo è causato da uno di questi problemi, può prescriverti un trattamento che può aiutarti a risolvere il problema sottostante e, a sua volta, ridurre la probabilità di sonnambulismo.

La linea di fondo sul sonnambulismo

Il sonnambulismo di per sé non è dannoso. Ma mette le persone a rischio di farsi male accidentalmente e talvolta può essere causato da condizioni di salute sottostanti che possono influire sul sonno.

Se tu o un membro della famiglia passate il sonno una o due volte, probabilmente non è un grosso problema. Ma se il sonnambulismo diventa una cosa normale, prendi in considerazione di parlarne con il tuo medico. Sebbene non esista una diagnosi formale per il sonnambulismo stesso, potrebbe voler eseguire test per cercare condizioni nascoste.

E che trovi una causa sottostante o meno, sappi che il sonnambulismo è altamente curabile. Apportando modifiche intelligenti alla tua routine del sonno , sperimentando altri rimedi naturali o persino prendendo un farmaco su prescrizione, con gli strumenti giusti, puoi iniziare a gestire lo strano fenomeno notturno e ottenere il riposo che desideri.

Hai sperimentato il sonnambulismo e hai trovato un modo per fermarlo?

Questo articolo è a scopo informativo e non deve sostituire i consigli del medico o di un altro professionista medico.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

13 Cene facili da preparare per dormire

Cosa puoi imparare dalle routine della buonanotte degli esperti del sonno