in

Puoi starnutire nel sonno?

Le possibilità che un’azione riflessa si manifesti durante il sonno sembra improbabile. Il sonno è uno stato di riposo del corpo e uno starnuto è un riflesso solitamente innescato da stimolanti esterni. Quando…

Le possibilità che un’azione riflessa si manifesti durante il sonno sembra improbabile. Il sonno è uno stato di riposo del corpo e uno starnuto è un riflesso solitamente innescato da stimolanti esterni. Quando dormi, è meno probabile che il tuo corpo risponda agli stimoli esterni rispetto a quando sei sveglio.

È meno probabile che tu senta un lieve sussurro o un leggero tocco sulla tua mano quando dormi, ma un forte scoppio o una forte scossa potrebbero svegliarti. Allo stesso modo, uno stimolante abbastanza forte vicino al naso potrebbe svegliarti dal sonno, provocando starnuti.

Advertising

Che cosa causa lo starnuto?

Lo starnuto, noto anche come sternutazione, si riferisce all’atto involontario di espellere l’aria dai polmoni attraverso il naso e la bocca. Alcune delle cause comuni che innescano gli starnuti sono:

  • Allergeni che ti colpiscono sotto forma di polvere o polline
  • Qualsiasi altra minuscola particella non allergenica che penetra nella cavità nasale
  • Malattie come influenza, raffreddore e tosse
  • A volte le luci intense possono essere il fattore scatenante degli starnuti. ‘Riflesso di starnuto fotico’ è una condizione che colpisce una persona su quattro. In questa condizione, luci intense come i raggi del sole possono provocare starnuti o formicolio al naso.
  • In una rara malattia genetica nota come “riflesso dello starnuto dello stomaco” o “snatiation”, il processo di digestione del cibo può a volte innescare starnuti. “Snatiation” è una combinazione delle parole “starnuto” e “sazietà”. La sensazione di sazietà che porta agli starnuti è definita “snatiation”. In questa condizione, uno stomaco pieno e allungato ti fa starnutire, ma il motivo non è chiaro.

Come starnutiamo?

Lo starnuto è solitamente un processo per eliminare le sostanze irritanti dal naso e dalla gola. È un meccanismo riflesso del corpo che si verifica quando si rilevano allergeni o particelle non allergeniche nella cavità nasale. I peli del naso servono come prima linea di difesa contro queste particelle.

Nonostante la loro presenza, alcuni di questi corpi estranei possono ancora attraversare le mucose nel passaggio nasale, innescando il rilascio di un neurotrasmettitore chiamato istamine. Queste istamine sono composti organici, costituiti principalmente da particelle di azoto, che irritano le terminazioni nervose delle mucose nasali facendole gonfiare. Questo processo invia segnali al cervello, che a sua volta risponde segnalando ai muscoli faringei e tracheali di creare grandi aperture nel naso e nella gola che portano a uno starnuto.

Il sonno previene gli starnuti?

Quando ti stendi sui fianchi, sulla schiena o sullo stomaco, le mucose si gonfiano, una delle condizioni che scatenano uno starnuto. Ma i ricercatori del sonno e i neuroscienziati sono dell’opinione che starnutire non sia possibile durante il sonno.

Il sonno notturno di solito comprende da quattro a sei cicli di sonno e ogni ciclo di sonno ha 4 fasi, comprese tre fasi di movimento oculare non rapido (NREM) e un movimento oculare rapido (REM). Il sonno NREM costituisce il 75% del tempo di sonno, lasciando il restante 25% al ​​sonno REM.

  • Fase 1:  questa è una fase di sonno leggero, in cui puoi essere facilmente disturbato. I tuoi occhi si muovono lentamente ei muscoli iniziano a rilassarsi ea volte si contraggono.
  • Fase 2:  in questa fase, il movimento degli occhi si interrompe: la temperatura corporea e la frequenza cardiaca diminuiscono mentre il corpo si prepara per un sonno profondo. Anche le onde cerebrali iniziano a rallentare durante questa fase.
  • Fase 3: la  pressione sanguigna scende durante questa fase e le onde cerebrali lente, note come onde delta, sono intervallate da onde cerebrali rapide, avviando il processo del sonno profondo. Il risveglio in questa fase ti fa sentire disorientato.
  • Sonno REM:  in questa fase, le palpebre rimangono chiuse, ma i bulbi oculari si muovono frequentemente da un lato all’altro. Le onde cerebrali imitano le risposte delle attività di veglia o dei sogni: mentre il tuo corpo dorme, il tuo cervello è sveglio. La maggior parte dei sogni ha luogo durante questa fase. Tendi a ricordare i tuoi sogni perché il tuo cervello è sveglio. Ma il tuo corpo dorme durante questa fase che porta all’atonia REM, prevenendo gli starnuti.

La parola atonia si riferisce a una condizione medica in cui il muscolo perde tutta la sua forza. Nell’atonia REM, il tuo corpo dorme, i tuoi muscoli sono rilassati e solo il tuo cervello è sveglio. Anche i neurotrasmettitori vengono disattivati ​​durante questa fase, quindi anche se un allergene o una particella entra nella cavità nasale e raggiunge le mucose, non attiva il neurotrasmettitore istamina. La mancanza di istamine rende impossibile innescare uno starnuto durante il sonno REM.

Durante il sonno NREM non c’è atonia: tecnicamente, durante questo periodo potrebbe verificarsi uno starnuto. Ma la corteccia cerebrale e la regione del talamo del cervello continuano ad attivarsi a vicenda durante questa fase per sopprimere le reazioni sensoriali come gli starnuti. Come se di solito non provi fame, sete o il bisogno di alleviare te stesso durante il sonno, allo stesso modo non senti il ​​bisogno di starnutire. Ma a volte forti stimoli possono svegliarti durante la fase NREM, portando a uno starnuto.

Le possibilità che forti stimoli esterni entrino improvvisamente nel tuo passaggio nasale sono minori durante il sonno, perché il tuo ambiente non cambia mentre dormi. Quando sei malato potresti avere la tendenza a starnutire durante il sonno NREM, ma in quei casi ti svegli per starnutire.

Domande frequenti

Come posso controllare i riflessi dello starnuto durante il sonno?

Il riflesso dello starnuto si riferisce al forte bisogno di starnutire che può svegliarti durante il sonno NREM. Puoi controllare questi impulsi mantenendo pulita la tua camera da letto e passando spesso l’aspirapolvere. Non tenere mai vestiti sul letto e lava regolarmente lenzuola e cuscini, soprattutto durante la stagione delle allergie. Tutto ciò impedisce l’accumulo di allergeni, pollini, acari della polvere e altre particelle che provocano lo starnuto nella camera da letto, riducendo le possibilità che particelle estranee entrino nella cavità nasale.

Il tuo cuore si ferma quando starnutisci?

L’attività elettrica nel tuo cuore non si ferma durante uno starnuto. Tuttavia, durante uno starnuto, la pressione intratoracica nel tuo corpo aumenta, con conseguente diminuzione del flusso sanguigno al cuore. Il tuo cuore compensa questo aumento del flusso sanguigno regolando il suo battito, ma il battito non si ferma completamente.

Riesci a tossire o starnutire nel sonno?

Non puoi tossire o starnutire nel sonno profondo o REM; tuttavia, puoi farlo durante il sonno leggero. Per tossire o starnutire, il tuo corpo deve entrare in uno stato di veglia, anche se è così breve che non te lo ricordi. La tosse persistente o gli starnuti durante il sonno possono portare a stanchezza durante il giorno in quanto impedisce il riposo più profondo e riparatore.

Conclusione

Starnuti durante il sonno non sembra possibile, ma a volte un forte impulso può svegliarti dal sonno NREM e farti starnutire. Potresti riaddormentarti facilmente dopo aver starnutito, ma svegliarti per starnutire tra un sonno e l’altro può diminuire la qualità del tuo sonno. È meglio mantenere pulito l’ambiente della tua camera da letto, riducendo al minimo le possibilità di riflesso di starnuto.

Questo articolo è a scopo informativo e non deve sostituire i consigli del medico o di un altro professionista medico.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

Cos’è un Coffee Nap? Quanto dovrebbe durare un pisolino al caffè?

Quanto spesso dovresti lavare le lenzuola?