in ,

Salute mentale: dipendenza e abuso di marijuana

Gli studi dimostrano che circa 1 adulto su 10 che fa uso di marijuana può diventare dipendente.

La marijuana crea dipendenza?

La dipendenza è più comune nelle droghe come l’alcol o la cocaina. Ma è possibile appassionarsi alla marijuana, nota anche come cannabis. Ciò significa che non puoi smettere di usarlo, anche se lo desideri. Gli studi dimostrano che circa 1 adulto su 10 che fa uso di marijuana può diventare dipendente. Le tue possibilità salgono a 1 su 6 se lo usi prima dei 18 anni.

Advertising
Il disturbo da uso di cannabis (CUD) può causare problemi fisici, emotivi o sociali.

Che cos’è il disturbo da uso di cannabis (CUD)?

Potresti avere questa condizione se fumare marijuana causa problemi fisici, emotivi o sociali. Si chiama anche disturbo da uso di marijuana. Il CUD può variare da lieve a grave.

Se non riesci a smettere o hai problemi di salute mentale o fisica dalla marijuana, potresti avere CUD.

Come fai a sapere se hai CUD?

Usi marijuana tutti i giorni o quasi tutti i giorni? Hai provato a smettere ma non ci riesci? Hai sintomi indesiderati quando ti fermi, come ansia, irritabilità o disturbi del sonno? Quelle se ne vanno quando usi di nuovo la marijuana? Hai un forte impulso o desiderio di usarlo? Continui a usarlo anche se accadono cose brutte, come problemi al lavoro, a scuola o con amici e familiari? Se hai risposto sì a qualcuno di questi, potresti avere CUD.

Se hai già problemi di salute mentale, non dovresti usare la marijuana.

Problemi legati al CUD

L’uso di marijuana può rendere difficile pensare, imparare o prestare attenzione. Se guidi mentre sei sballato, è più probabile che tu abbia un incidente d’auto. Se hai già problemi di salute mentale, la CUD può peggiorarli. Le persone che usano molto la marijuana hanno maggiori probabilità di essere senza lavoro e non felici della vita. Se lo usi ogni giorno, potresti avere sintomi di astinenza uno o due giorni dopo l’interruzione. Questi includono insonnia , problemi di umore o voglie che non puoi controllare.

L'uso precoce, i geni e l'ambiente giocano tutti un ruolo nella dipendenza dalla marijuana CUD.

Chi ottiene il CUD?

L’uso precoce può portare a problemi di marijuana. Anche i geni e l’ambiente giocano un ruolo. È più probabile che tu riceva CUD se usi in modo improprio altre droghe, come l’alcol. Le tue possibilità aumentano anche se usi molto marijuana e da solo. Anche problemi di salute mentale, come ansia o disturbi dell’umore, possono aumentare le tue possibilità.

Il THC attiva i recettori nel cervello chiamati neurotrasmettitori endocannabinoidi.

Come avviene il CUD?

La marijuana contiene THC o tetraidrocannabinolo. Attiva i recettori nel cervello chiamati neurotrasmettitori endocannabinoidi. Quando usi molto droghe che creano dipendenza come la marijuana, puoi cambiare i circuiti nel tuo cervello. Col tempo, diventi meno sensibile alle sostanze chimiche nella marijuana. Potresti produrre meno endocannabinoidi. Ciò significa che potresti dover usare più droga per sentirti “normale” o potresti sentirti stressato quando non lo stai usando.

Impara come evitare la dipendenza da marijuana e il disturbo da uso di cannabis CUD.

Come evitare CUD

L’unico modo sicuro per impedire che la CUD accada è non usare mai marijuana. Non usare droghe quando sei giovane potrebbe ridurre le tue possibilità. Se hai bambini, assicurati che sappiano che la marijuana può essere dannosa. Tieni d’occhio i tuoi figli se divorzisti, ti trasferisci o devi mandarli in un’altra scuola. Gli adolescenti tendono a fare uso di droghe di fronte a cambiamenti incerti.

La psicoterapia, o terapia della parola, inclusa la terapia cognitivo comportamentale (CBT), la terapia di potenziamento motivazionale (MET) e la gestione delle contingenze (CM) possono aiutare con CUD.

Come trattare la CUD

La maggior parte delle persone con CUD non cerca cure. Ma potresti migliorare se provi la psicoterapia o la terapia della parola. Ciò include la terapia cognitivo comportamentale (CBT), la terapia di potenziamento motivazionale (MET) e la gestione delle contingenze (CM). Questi possono aiutarti a cambiare pensieri e comportamenti che rendono difficile smettere. Potresti anche provare a usare la marijuana solo in determinati giorni della settimana, come i fine settimana. La meditazione può anche aiutarti a usare meno.

Gli adolescenti dipendenti dalla marijuana fanno meglio se trattati con la terapia familiare.

Trattamento per adolescenti con CUD

La psicoterapia può aiutare anche i giovani. Ma possono fare meglio quando i propri cari sono coinvolti nel trattamento. È così che funziona la terapia familiare multidimensionale (MDFT). Se sei un caregiver, puoi andare a MDFT con tuo figlio.

Antidepressivi, agonisti dei cannabinoidi, stabilizzatori dell'umore e farmaci per l'insonnia possono aiutare con l'astinenza dalla marijuana.

La medicina può aiutare con CUD?

Se sei dipendente dalla cannabis, potresti subire l’astinenza per settimane o ricadere dopo aver smesso. Ecco perché gli esperti stanno studiando come la medicina può alleviare i sintomi di astinenza come cattivo umore, ansia, irrequietezza e problemi di sonno. Stanno cercando antidepressivi, agonisti dei cannabinoidi, stabilizzatori dell’umore e farmaci per l’insonnia, ma non ci sono farmaci approvati dalla FDA per la CUD. Alcuni di questi possono trattare problemi di salute mentale che peggiorano la CUD.

A lungo termine, la marijuana può nuocere molto al tuo sonno.

Abuso di marijuana e sonno

Puoi usare la cannabis per aiutarti ad addormentarti la notte. Ma a lungo andare, la marijuana può nuocere molto al tuo sonno. E un uso intenso può causare molti problemi quando si tenta di smettere. Potresti avere incubi, insonnia o cattiva qualità del sonno. Se ti succede, parla con il tuo medico di come trattare questi sintomi.

Se sei incinta o vuoi esserlo, chiedi aiuto al tuo medico su come rinunciare alla cannabis.

CUD e gravidanza

Gli esperti non sono sicuri di come la cannabis influenzi il tuo bambino. Ma gli studi sugli animali dimostrano che potrebbe cambiare il modo in cui il loro cervello cresce. Sono necessarie ulteriori ricerche per sapere cosa accadrà dopo la nascita. Ma se sono esposti quotidianamente alla marijuana, potrebbero avere difficoltà a imparare o prestare attenzione quando invecchiano. Se sei incinta o vuoi esserlo, chiedi aiuto al tuo medico su come rinunciare alla cannabis.

È importante conoscere i vantaggi e i problemi della marijuana medica prima di iniziare il trattamento.

Come usare la marijuana medica

In alcuni stati, i medici possono prescrivere la cannabis. C’è una ricerca sui suoi benefici per la salute. È usato per trattare il dolore che non scompare e può aiutare con i sintomi del morbo di Parkinson, della sclerosi multipla o del glaucoma. Annota che tipo di cannabis usi. (Ad esempio, è un commestibile, uno spinello o un olio?) Tieni traccia di come ti fa sentire. Informa il tuo medico di eventuali effetti collaterali negativi. Possono prescrivere un tipo o una dose diversa.

Parla sempre con il tuo medico prima di usare la marijuana medica durante la gravidanza.

Marijuana medica e gravidanza

Potresti aver sentito che la marijuana aiuta con la nausea mattutina . Ma non ci sono prove scientifiche che questo sia sicuro. Se sei incinta, non dovresti usare la marijuana medica a meno che il tuo medico non dica che va bene.

Advertising
Advertising

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0
Advertising

Salute mentale: come il dolore può influire sulla tua salute

Le migliori mosse per gli addominali piatti per gli uomini